Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
05 Agosto 2021- Aggiornato alle 21:41

La risposta di Silvano Tagliavini all’intervento dell’assessore Corsini sulla Cispadana:” Il nostro è un approccio di buon senso”

MIRANDOLA, NOVI, CARPI- A seguito del video-incontro promosso dalle Liste civiche di Novi, Carpi e Mirandola al quale ha partecipato anche l’Assessore regionale ai trasporti Andrea Corsini insieme ai Sindaci dei rispettivi Comuni sul tema mobilità e in particolare della Cispadana, Silvano Tagliavini a nome del Coordinamento Cispadano NO autostrada – SI’ strada a scorrimento veloce riferisce:

“di provare come Coordinamento, l’insieme di due contrastanti sensazioni: soddisfazione e amarezza. La conclusione dell’esaustiva relazione introduttiva, che riprende tutte le argomentazioni e le motivazioni da noi sostenute nel tempo, ecco la soddisfazione, e contemporaneamente la considerazione e la domanda attorno alla quale ruota la scelta da fare: considerando l’attuale situazione dello sviluppo ferroviario e portuale in particolare per le merci sul quale anche la Regione è impegnata con ingenti investimenti finanziari e in un contesto non solo regionale, ma anche europeo ed extraeuropeo, dove sempre di più si delinea una strategia volta al superamento, o comunque a un forte ridimensionamento, dell’attuale metodo trasportistico su gomma, ha ancora senso realizzare una autostrada come la Cispadana o meglio sarebbe concentrarsi sul completamento dell’attuale strada a scorrimento veloce come del resto si sta facendo per la Cispadana da Reggiolo a Parma?

Sembrerebbe impossibile sfuggire a questo interrogativo ma Corsini, lui come altri che lo hanno preceduto, è riuscito a non rispondere nel merito rifugiandosi in un semplice quanto laconico: “io sono ancora convinto che serva una autostrada”. Ecco l’amarezza.

A fronte di una dettagliata, quanto doverosa, illustrazione del perché sia evidente che la soluzione autostradale, per i vari motivi storici ma ancor più attuali nel tempo, non sia compatibile con le esigenze di un territorio che non va solo da Reggiolo a Ferrara ma è molto più ampio e travalica
i confini regionali, l’Assessore non è in grado di dare una risposta, convincente e soprattutto argomentata, a quei cittadini che da anni chiedono una soluzione alla drammatica situazione in cui versa la viabilità locale. Una posizione non certo all’altezza del ruolo che Corsini ricopre alla guida di una delle più importanti Regioni europee.

Altro tema, ma che deriva da quello precedente, è quello della soluzione di tutti i problemi, sostiene
Corsini, allorquando venisse data ad Autobrennero la concessione della A22. Al di l’ha del fatto che le
problematiche sono alquanto più complesse, e l’Assessore lo sa benissimo, rispetto al come vengono presentate. Solo per questo l’autostrada, quella che Corsini in un momento di fantasiosa creatività ha definito “diversificatore di traffico” riferendosi alla possibilità di sgravare il “nodo” di Bologna spostando un considerevole volume di traffico su questo territorio, diverrebbe “la” soluzione ? E con quali impatti ambientali, con quali costi economici, con quali NON risoluzioni dei problemi della viabilità locale?

A proposito di costi. Durante l’incontro Corsini ha dichiarato che lo studio costi/benefici è stato realizzato ma che per imperscrutabili motivi non può essere reso pubblico. Perché? Quali inconfessabili segreti contiene? A quali conclusioni è arrivato questo studio da non potere essere visionato dal comune cittadino? E’ chiaro che oltre alla perplessità per l’evidente conflitto di interessi, se è stato elaborato all’interno della struttura regionale, crea un legittimo interrogativo: vuoi vedere che lo mantengono segreto perché non risponde alle aspettative della Regione? Perché altrimenti, se non avessero nulla da nascondere, lo avrebbero reso immediatamente pubblico.

E poi, altro legittimo interrogativo: come si è potuta realizzare una valutazione dei costi senza ancora
avere, come lo stesso Corsini ha affermato, i costi relativi alla sostenibilità economica dell’opera a fronte anche delle dichiarazioni di ARC sulla “insostenibilità dell’opera” stessa?
Questo nostro approccio alla tematica, che qualcuno definisce “ideologico”, è semplicemente di buon
senso. Come sono di buon senso le 10 domande sul tema Cispadana che per ben due volte sono state recapitate, una volta telematicamente e una brevi-mano, all’attuale Presidente Bonaccini che ha dichiarato, in occasione della seconda consegna, che ci avrebbe risposto all’indomani. Sono oramai passati quasi 2 anni ma di risposte neppure l’ombra.

Come sempre, in attesa di risposte concrete da parte dell’attuale Assessore e dal resto dei vertici politici di via Aldo Moro, siamo ancora una volta a dare la nostra disponibilità ad un confronto serio e costruttivo nel merito delle problematiche. Senza ideologismi e nel rispetto delle reciproche posizioni”

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Mirandola, il dottor Giorgio Pasetto: “Il panorama della lotta ai tumori è fortunatamente fecondo di idee”
    Il medico ha fondato Medendi, un percorso personalizzato che attraverso una serie di azioni mirate aiuta ad individuare l’opzione di cura migliore, collaborando con l’oncologo di fiducia del paziente nell’interesse dello stesso. [...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]

    Curiosità

    Ecco le rotonde della Bassa che finiscono nella classifica delle più brutte del modenese
    L'artista modenese Tommaso Mori si è dilettato a stilare la classifica delle "Quaranta rotonde più brutte della provincia"[...]
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    L'uomo, approfittando di alcune ore di assenza degli operai, è riuscito ad impossessarsene agganciando il rimorchio sul quale erano stati posato, ad un piccolo trattore [...]
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Una bella storia quella di madre e figlia, unite nella stessa passione che le ha portate ad assaporare l'adrenalina e l'euforia di un'esperienza indimenticabile[...]
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Il brano, prodotto al Take Away Studios di Modena è un mix perfetto tra pop e reggaeton dalle sonorità latino-americane in grado di scaldare ulteriormente l'estate 2021[...]