Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
02 Agosto 2021- Aggiornato alle 08:19

Arriva il regolamento per l’area sgambamento cani a San Felice

SAN FELICE SUL PANARO – Arriva il regolamento per l’area sgambamento cani a San Felice. Si tratta di una misura attesa da molti fruitori dell’area cani di via Tassi, recentemente risistemata dal Comune.

La Giunta Goldoni colma così un vuoto legislativo, e chiarisce cosa si può e non si può fare nell’area. Per quanto riguarda invece le aree pubbliche e i giardini verdi che ci sono in quantità in paese, sono valide le norme nazionali e il buon senso. Aiutato dai cartelli di divieto di ingresso ai cani che ci sono. Ma visto che c’è chi fa finta di non vedere i divieti e addirittura lascia fare i bisogni del proprio animale dove giocano i bambini, in Comune  – spiega il vicesindaco Bruno Fontana-  “Si sta preparando  una campagna di educazione civica del rispetto degli spazi comuni da parte di chi ha animali”

Tornando all’area sgambamento per cani ufficiale, tra l’altro, il regolamento comunale prevede che può usufruire di tale spazio chiunque possegga uno o più cani, purché iscritto all’anagrafe canina ed in possesso di assicurazione, vaccinati e con microchip.
I proprietari devono assicurare “costante controllo attraverso la piena, continua e assoluta padronanza e sorveglianza sull’animale”.
Vietato l’ingresso ai “cani che abbiano precedentemente aggredito ovvero morsicato persone o animali o che comunque si siano dimostrati aggressivi o pericolosi. Di contro l’accesso è permesso qualora i suddetti animali abbiano eseguito corsi
comportamentali certificati”, ed è “vietato l’accesso a cani femmina nel periodo del calore ovvero per i cani maschi particolarmente eccitabili”.

Sono previste norme di comportamento precise, con multe fino a 480 euro

 

REGOLAMENTO PER L’ACCESSO ALL’AREA DI SGAMBAMENTO PER CANI

Art. 1 – Oggetto, finalità e principi generali
Il presente regolamento detta norme finalizzate a garantire la fruizione, a titolo gratuito, delle aree
di sgambamento per cani, in condizioni di sicurezza per le persone, cose e animali.
Le aree di sgambamento per cani sono costituite al fine di migliorare il benessere dei cani attraverso
la libera attività motoria in ampi spazi riservati ed opportunamente protetti rispetto alla restante
utenza delle aree a verde pubblico. Può usufruire di tale spazio chiunque possegga uno o più cani
purché iscritto all’anagrafe canina ed in possesso di assicurazione RCP e RCO. Il
proprietario/conduttore del cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della
conduzione dell’animale e risponde sia civilmente sia penalmente dei danni o lesioni a persone,
animali e cose provocate dall’animale stesso all’interno delle aree di sgambamento.
Art. 2 – Definizioni
1. Area di sgambamento per cani: area verde comunale, opportunamente recintata e segnalata con
un cartello riportante la dicitura “Area di sgambamento per cani”, ove è consentito l’accesso ai cani
anche non tenuti al guinzaglio e privi di museruola, purché sotto la vigilanza costante ed attiva dei
loro possessori/conduttori e nel rispetto delle regole contemplate nel presente regolamento.
2. Possessore/Conduttore: persona fisica, che a qualsiasi titolo abbia in custodia e conduca uno o
più cani nell’area di sgambamento e alla quale fanno capo tutte le conseguenti responsabilità civili
e penali sul comportamento degli animali in suo affidamento, anche temporaneo.
Art. 3 – Oneri e obblighi dei fruitori dell’area
All’interno delle “aree di sgambamento cani” devono essere rispettate le seguenti norme
comportamentali:
1. Il possessore/conduttore può accedere con il proprio cane all’interno dell’area disgambamento
purché ciò avvenga sotto il suo costante controllo attraverso la piena, continua e assoluta
padronanza e sorveglianza sull’animale.
2. Possono accedere all’interno dell’area solo i cani debitamente vaccinati, regolarmente iscritti
all’anagrafe canina della regione di residenza, pertanto in possesso di microchip.
3. È vietato al possessore/conduttore accedere con cani che abbiano precedentemente aggredito
ovvero morsicato persone o animali o che comunque si siano dimostrati aggressivi o pericolosi.
Di contro l’accesso è permesso qualora i suddetti animali abbiano eseguito corsi
comportamentali certificati.
4. Per evitare eventuali conflitti non gestibili in sicurezza, ciascun accompagnatore dovrà valutare
l’opportunità di accedere e permanere con il proprio cane, valutando il comportamento degli
altri animali presenti. E’ vietato l’accesso a cani femmina nel periodo del calore ovvero per i
cani maschi particolarmente eccitabili.
5. Il conduttore deve comunque avere sempre con sé museruola e guinzaglio e intervenire in caso
di bisogno, considerato che è sempre responsabile del benessere, del controllo e della
conduzione dell’animale e risponde sia civilmente che penalmente dei danni o lesioni a persone,
animali e cose provocati dall’animale stesso.
6. I proprietari/conduttori possono lasciare liberi i propri cani nell’area disgambamento comunale
purché non si verifichino casi di incompatibilità comportamentali.
7. A garanzia dell’igiene e del decoro dell’area di sgambamento i proprietari/conduttori devono
essere muniti di attrezzatura idonea per la raccolta delle deiezioni e provvedere a depositarle
negli appositi contenitori presenti nell’area.
8. Le aree istituite devono essere mantenute in buono stato; a tal fine gli accompagnatori sono
tenuti ad impedire che i cani scavino buche o ledano in qualunque modo la recinzione,
ripristinando senza indugio lo stato di fatto.
9. In tutte le aree istituite è proibito lasciare qualsiasi tipo di rifiuto (come bottiglie, tappi,
sigarette, ecc.).
10. Non è consentito somministrare pasti ai cani (sono consentiti bocconcini a titoli di premio
facendo attenzione che tale atto non generi “litigi” tra gli animali); sono vietati comportamenti
che possono disturbare la quiete pubblica.
11. Sono vietati utilizzi dell’area diversi dallo sgambamento cani.
12. Ai proprietari/detentori di cani è fatto obbligo chiudere sempre il cancello di accesso.
13. Per motivi di sicurezza, l’accesso all’area in questione è riservato esclusivamente al
possessore/conduttore e al suo cane.
14. Tutti i comportamenti devono essere improntati al rispetto degli animali e delle persone
presenti.
15. L’accesso contemporaneo all’area è consentito a un massimo di 5 (cinque) cani; qualora
nell’area di sgambamento vi siano 5 (cinque) utenti e all’esterno altri in attesa, la permanenza
dei cani all’interno non deve superare i 30 minuti.
16. I minori di anni 16, possono entrare nell’area esclusivamente se accompagnati dai genitori e se
nell’area è presente solamente il proprio cane.
17. I maggiori di 16 anni possono invece condurre il proprio cane non accompagnati dai genitori
anche se nell’area sono presenti altri cani non di loro proprietà.
Art. 4 – Apertura dell’area
L’area di sgambamento cani è aperta tutti i giorni. Ad ogni ingresso sarà affissa, chiara e ben visibile,
apposita cartellonistica con la dicitura “Area sgambamento cani”, riportante gli estremi delle vigenti
norme in materia e del presente regolamento, le norme principali comportamentali da tenere al
proprio interno e l’indicazione che chiunque accede all’area:
1. Ha preso visione delle disposizioni e le regole di gestione stabilite nel presente Regolamento;
2. Accetta incondizionatamente le norme e le regole contenute nel presente Regolamento;
3. Risponde sia civilmente che penalmente dei danni o lesioni a persone, animali e cose provocate
dal proprio cane.
Art. 5 – Convenzioni/Accordi per la gestione dell’area
Fermo restando i contenuti della convenzione in essere con l’associazione cinofila GSC-CUD-VPC con
atto rep. 12111 del 17/06/2019 fino al 30/11/2022, l’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà
di avvalersi di associazioni di volontariato cinofile e/o protezione civile regolarmente iscritte negli
elenchi comunali/regionali per la gestione dell’area di sgambamento.
Art. 6 – Sanzioni
In caso di inadempienza e/o violazione ai divieti ed agli obblighi sanciti dall’art. 3 si applica la
sanzione amministrativa da € 80,00 a € 480,00 e l’obbligo della rimessa in pristino dei luoghi e/o la
cessazione delle azioni, delle attività e dei comportamenti contrari a quanto previsto nel precedente
comma 3.
Art. 7 – Disposizioni a carattere generale
In tutte le ipotesi in cui il presente Regolamento prevede che da una determinata violazione
consegua una sanzione amministrativa pecuniaria, si applicano le disposizioni generali contenute
nelle sezioni I e II del capo I della Legge 24 Novembre 1981 n. 689.
Art. 8 – Vigilanza ed osservanza del Regolamento
La vigilanza relativa all’ottemperanza e l’applicazione del presente Regolamento è affidata agli
organi di polizia in generale, anche attraverso lo svolgimento di servizi in borghese ove gli addetti,
all’atto del controllo, sono tenuti ad esibire apposito tesserino di riconoscimento, ed in particolare:
• al Corpo di Polizia Locale dell’Ente;
• al Corpo di Polizia Provinciale;
• alle GGEV convenzionate con l’Ente;
• alle Guardie zoofile volontarie;
• a soggetti convenzionati e/o incaricati dall’ Ente a norma di legge.
In caso di mancato rispetto delle norme riportate nel presente regolamento e/o di pericolo isoggetti
controllori potranno intimare l’allontanamento immediato del cane e del proprio accompagnatore
dall’area di sgambamento per cani.
Art. 9 – Norme finali
Per tutto quanto non previsto dal presente Regolamento, e nel rispetto gerarchico in materia
legislativa, si fa riferimento alla normativa regionale, statale, ed al vigente Regolamento di Polizia
Urbana.
Eventuali modifiche disposte con atti di legislazione aventi carattere nazionale nelle materie oggetto
del presente Regolamento, si devono intendere automaticamente recepite.
Art. 10 – Entrata in vigore
Il presente regolamento sarà pubblicato all’Albo pretorio on line per 15 giorni consecutivi
contestualmente alla pubblicazione dell’atto deliberativo che lo approva, nonché sul sito internet
istituzionale dell’Ente, onde assicurarne la massima divulgazione. Diventa esecutivo dal giorno
successivo al termine della predetta pubblicazione.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Mirandola, il dottor Giorgio Pasetto: “Il panorama della lotta ai tumori è fortunatamente fecondo di idee”
    Il medico ha fondato Medendi, un percorso personalizzato che attraverso una serie di azioni mirate aiuta ad individuare l’opzione di cura migliore, collaborando con l’oncologo di fiducia del paziente nell’interesse dello stesso. [...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]

    Curiosità

    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Il brano, prodotto al Take Away Studios di Modena è un mix perfetto tra pop e reggaeton dalle sonorità latino-americane in grado di scaldare ulteriormente l'estate 2021[...]
    Registratore di cassa pieno di denaro abbandonato in strada: si cerca il proprietario
    Registratore di cassa pieno di denaro abbandonato in strada: si cerca il proprietario
    Per la restituzione l’esercente, a cui è stato rubato, si può presentare al Comando di Polizia Locale[...]
    Poste Italiane celebra la "Giornata mondiale dell'amicizia"
    Poste Italiane celebra la "Giornata mondiale dell'amicizia"
    La cartolina può essere acquistata in tutti gli uffici postali con sportello filatelico e negli Spazio Filatelia delle principali città al prezzo di 0,90€ e dal 28 luglio al 4 agosto[...]
    Centro "Il Pettirosso": arriva la 12° edizione della "Notte delle Civette"
    Centro "Il Pettirosso": arriva la 12° edizione della "Notte delle Civette"
    L'evento è in programma per giovedì 29 luglio, alle ore 20.30[...]