Container “contenenti non si sa bene quali materiali”, portoni lasciati aperti anche di notte, camion carichi di rifiuti parcheggiati all’aria aperta, rumori molesti e polvere “di dubbia provenienza e composizione”. E’ quanto accade nella nuova discarica di Bastiglia nata durante questo mandato amministrativo un allargamento. Lo denuncia la lista civica Bastiglia Futura, che candida Andrea Baraldi, che ha raccolto la segnalazione di un cittadino.

Ecco cosa scrivono in una nota.

“Dall’inizio della campagna elettorale, noi di “Bastiglia Futura” abbiamo aperto diversi canali di ascolto della voce dei nostri concittadini, dai gazebo in piazza al sito internet www.bastigliafutura.it.

Attraverso questi canali ci arriva la denuncia di un cittadino che vive nelle vicinanze del nuovo deposito di rifiuti voluto dall’attuale amministrazione. Il cittadino, che ha chiesto di rimanere anonimo, denuncia l’insalubrità dell’attività svolta nei capannoni, che iniziano a lavorare molto presto la mattina e finiscono a notte fonda emettendo una fastidiosa rumorosità e molta polvere di dubbia provenienza. Al contrario di quanto promesso dall’attuale maggioranza, l’attività si è già estesa a un terreno di fronte al capannone, terreno in cui sono depositati container contenenti non si sa bene quali materiali.

Facendo dei controlli è emerso che non solo il sito è stato effettivamente allargato anche ad un parcheggio a fronte dell’area individuata (vedi foto), ma abbiamo notato camion carichi di rifiuti parcheggiati all’esterno del capannone i cui portoni restano sempre aperti anche durante le fasi della lavorazione, addirittura di notte come dimostrano le fotografie scattate.

Il cittadino, inoltre, ci segnala traffico di mezzi e lavorazioni che cominciano dalle prime luci dell’alba, oltre a rumori molesti e polvere (di dubbia provenienza e composizione) che creano disagio alle abitazioni del quartiere che, ricordiamo, si trovano nei pressi del centro del paese. Oltre ad essere indignati come cittadini per il modo in cui l’amministrazione ha approvato l’insediamento della discarica rassicurandoci, evidentemente in malafede, che non sarebbe stata ampliata, siamo anche preoccupati per l’impatto ambientale che quest’attività avrà nel nostro territorio, e non ultimo sull’immagine che acquisirà Bastiglia che, dopo un terremoto e un’alluvione, in questo momento vive una delle fasi più buie della sua storia.

A questo punto ci chiediamo quale sia la credibilità di un’amministrazione che ha voluto la discarica, rassicurandoci circa il suo operato, e che ora vorrebbe essere riconfermata.

Oltre alla denuncia del cittadino sulla discarica, sempre tramite il nostro sito riceviamo la richiesta di un confronto a quattro tra i candidati sindaci. Noi saremmo molto favorevoli, e proponiamo la data di mercoledì 21 maggio presso la polivalente. Attendiamo di sapere se anche gli altri candidati di Bastiglia sono interessati a partecipare”.