“Quali sono contenuti del patto parasociale fra Comuni ed Hera e quali sono le implicazioni e gli effetti derivanti dalla sua sottoscrizione? Quali sono gli obbiettivi e le strategie d’azione contenute nel nuovo testo di patto parasociale da sottoscrivere con Hera SpA, trattate nelle riunioni tenutesi il 27 febbraio 2014 e il 14 marzo 2014 alle quali ha partecipato l’Assemblea del Patto di Sindacato?”. Sono le domande che il gruppo San Felice in Movimento, lista candidata alle elezione riconducibile ai grillini, pone al sindaco di San Felice in una lettera.

Il tema del destino della nostra multiutility è molto sentito in questa campagna elettorale, tanto che sono stati organizzati diversi appuntamenti conoscitivi, ad esempio questo.
Ora anche a San felice c’è chi vuole vederci chiaro.

“Egregio sig. Sindaco, spett.le Amministrazione Comunale

Premesso

  • che il Comune di San Felice risulta socio portatore del 4,28% dell’intero capitale ordinario della società Aimag SpA,
  • che Hera SpA risulta socio portatore del 25% dell’intero capitale ordinario della società Aimag, in qualità di prinicipale socio di minoranza,
  • che tra i Comuni soci di Aimag SpA ed Hera SpA è stato sottoscritto in data 10/11/2009 un patto parasociale della durata di cinque anni, tacitamente rinnovabile per altri cinque anni.
  • che ogni decisione inerente il rinnovo del patto parasociale è di competenza del consiglio comunale, obbligato ad esprimersi palesemente anche in caso di tacito rinnovo.
  • che entro il 9/5/2014 i Comuni soci di Aimag dovranno sottoscrivere uno schema di Addendum per modificare i tempi di preavviso al fine di poter esercitare il recesso dal patto parasociale.

Visto che

secondo le notizie veicolate dalla stampa a fine marzo 2014, non è mistero che Hera SpA , per voce del proprio presidente Tommasi di Vignano, punti a riprendere i negoziati per arrivare ad “un’ integrazione” con Aimag subito dopo l’estate, proprio perché la maggior parte dei Comuni soci di Aimag SpA sono assoggettati alle elezioni amministrative.

Si chiede con cortese sollecitudine

  • di specificare in modo compiuto ed esaustivo alla cittadinanza quali siano i contenuti del patto parasociale fra Comuni ed Hera e quali siano le implicazioni e gli effetti derivanti dalla sua sottoscrizione.
  • di specificare quali siano gli obbiettivi e le strategie d’azione contenute nel nuovo testo di patto parasociale da sottoscrivere con Hera SpA, trattate nelle riunioni tenutesi il 27 febbraio 2014 e il 14 marzo 2014 alle quali ha partecipato l’Assemblea del Patto di Sindacato”.