Conosciamo i candidati sindaco con 5 domande sul programma che portano avanti con i loro candidati consiglieri. Ecco Andrea Rossi, candidato Sindaco per il MoVimento 5 Stelle a Soliera.

Cosa propone per ridurre la criminalità e aumentare il senso di sicurezza tra i suoi concittadini?

L’ultimo report della questura di Modena rileva un aumento del 700% dei furti in abitazione nell’ultimo anno. Evidentemente, le azioni intraprese finora sono state inefficaci: è necessario invertire la rotta. Noi abbiamo stilato una serie di interventi nel “Piano sicurezza urbana”.

Prevediamo di riorganizzare la pianta organica della Polizia Locale, integrando nuove unità; intendiamo potenziare il nucleo antidegrado e fornire nuove strumentazioni di supporto alle forze dell’ordine; vogliamo agevolare l’azione sinergica con la Polizia di Stato e l’Arma dei carabinieri per offrire maggiore presenza sul territorio; nel Piano rientrano un aumento della videosorveglianza grazie a telecamere ad alta risoluzione e una rete di varchi d’accesso al territorio per identificare i veicoli rubati o non assicurati più efficace di quella esistente. A nostro avviso, infatti, occorre integrare i sistemi con software che analizzano i dati per predire gli eventi criminosi. Tali sistemi sono già in uso in altri distretti con buona efficacia. Inoltre, proseguiremo sulla strada della sicurezza condivisa, che attraverso il controllo di vicinato (cdv) porta i cittadini a fare rete contro la criminalità. In tal senso, abbiamo previsto incentivi mirati ai gruppi del cdv che intendano dotarsi di sistemi di sicurezza. Infine, aumenteremo i contributi già presenti in Unione Terre d’Argine per installare sistemi di sicurezza passiva e al risarcimento dei danni da effrazione.
Strade e traffico. Ha delle proposte di realizzazione immediata su questo tema?

Il miglioramento della viabilità verso Modena è la promessa elettorale mai mantenuta dal Pd, pur se riproposta a ogni legislatura con modalità diverse. Così i finanziamenti erogati da Autobrennero per migliorare la viabilità in accesso al casello di Campogalliano sono stati utilizzati dalla provincia per altre opere, come la rotatoria sulla statale 12 Canaletto, che hanno addirittura peggiorato la fluidità del traffico diretto a Modena. In tal modo, il sindaco di Soliera ha dovuto richiedere la riapertura del vecchio svincolo di immissione. Noi abbiamo analizzato l’attuale progetto di riuso del ponte TAV, che valutiamo negativamente sul piano costi- benefici. Proponiamo invece una soluzione alternativa e a minor costo, realizzabile in due anni. Il piano prevede la posa di un nuovo ponte Bailey a doppia corsia percorribile nelle fasi di piena, senza modifiche della viabilità. Per la mobilità ferroviaria, presenteremo la richiesta di apertura della stazione di Appalto a Trenitalia. Inoltre, tramite una convenzione incentiveremo l’abbonamento “treno+bici”, offrendo il trasporto gratuito della bici ai cittadini di Soliera. Inoltre, abbiamo predisposto un piano delle ciclabili che attraversino il territorio comunale in sicurezza, collegandosi alle piste europee già esistenti.

Quali sono le sue idee per migliorare l’ambiente, dal contrasto agli abbandoni di spazzatura all’inquinamento industriale?

Il Comune di Soliera rientra nella linea rossa della ricaduta delle polveri prodotte dall’inceneritore di Modena. Pertanto, richiederemo l’installazione di una centralina di monitoraggio della qualità dell’aria ed applicheremo regole più stringenti agli impianti che producono emissioni olfattive moleste. Amplieremo la platea dei soggetti che potranno accedere agli incentivi comunali per la bonifica dell’amianto e richiederemo ad AIMAG di avviare il piano per la sostituzione delle condotte idriche in cemento-amianto della rete di Soliera. Attiveremo il controllo di vicinato anche verso la segnalazione degli sversamenti abusivi che inquinano ciclicamente i canali irrigui e dell’abbandono dei rifiuti. Inoltre, predisporremo un censimento degli utilizzatori professionali di prodotti tossico-nocivi, al fine di agevolare il corretto smaltimento dei residui. Infine, attiveremo il progetto “Borsa della Nonna”, che prevede una serie di azioni volte a ridurre il volume dei rifiuti incentivando il riuso e l’acquisto di prodotti a km zero.

Cosa ha imparato da questa campagna elettorale?

In questa campagna elettorale, ancor più che nella precedente, abbiamo visto il Pd nascondersi dietro ad una ammucchiata di liste civetta tentando di riciclare i loro sindaci agli occhi degli elettori delusi da quel partito. Abbiamo potuto notare con quanta ipocrisia i partiti storici veicolano le notizie, vantando risultati mai raggiunti, pubblicando video di “fanta-realtà” emozionali che dimostrano solo quanto siano scollegati dalla realtà. Niente di nuovo in verità, ma noi confidiamo nella capacità dei cittadini di vedere la realtà al di là della fiction.

Quale sarà il primo provvedimento che varerà se diventa sindaco?

Il nostro primo provvedimento sarà volto a ridare efficienza alla macchina comunale, attraverso la semplificazione delle procedure burocratiche, ponendo al centro un’armonizzazione dei regolamenti con gli altri Comuni dell’Unione. Con urgenza attiveremo lo “Sportello Finanziamenti Pubblici”, che supporti i cittadini e le imprese del nostro territorio nella richiesta di aiuti ed incentivi. Reperiremo gli alloggi per fronteggiare l’emergenza abitativa, ancora drammaticamente presente.

Infine, quale appello al voto rivolge agli elettori? 

Invito tutti i miei concittadini ad avere il coraggio di cambiare e a votare MoVimento 5 Stelle. Noi non abbiamo interessi di partito da anteporre agli interessi collettivi e il nostro faro sarà: “Migliorare la qualità della vita dei Solieresi per garantire un futuro migliore a chi verrà dopo di noi”.