Quei 3 eventi sismici nella Bassa di cui a gennaio nessuno si è accorto

terremoti_gennaioLa mappa è inequivocabile: quei tre puntini indicano proprio località della Bassa. I terremoti registrati dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV sono indicati in giallo, quando indicano terremoti di bassa intensità, tra 1.5 e 2.9 di magnitudo. Proprio quelli che si sono verificati dalle nostre parti a gennaio, ma di cui nessuno si è accorto.Meglio così, certo, ma mai dimenticare – nella programmazione urbanistica e nella progettazione edilizia – che siamo un’area sismica. La Terra ce lo ricorda continuamente.

La mappa realizzata sui dati dell’Ingv è consultabile per intero cliccando qui
Si aprirà una schermata con la mappa navigabile: cliccando

terremoti_gennaio_strade

sul + o sul – la mappa si ingrandisce o si rimpicciolisce.
Cliccando su “Cambia mappa di base”, la mappa si visualizza in modo diverso, ad esempio evidenziando le strade, come si vede nella mappa a destra.

Come si legge in una nota dell’Ingv “In tutta Italia nel primo mese del 2014 sono stati 2845 terremoti registrati dalla Rete Sismica Nazionaledell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologiauna media di quasi oltre 91 eventi al giorno, ancora in aumento rispetto agli ultimi mesi del 2013.
non ci sono stati eventi di magnitudo elevate sul territorio italiano: un terremoto di magnitudo maggiore di 4.0 e 18 eventi di magnitudo tra 3.0 e 3.9. Il più forte è stato il terremoto ML4.2 del 20 gennaio nell’area del Matese che si era attivata con l’evento di ML 4.9 (Mw 5.0) il 29 dicembre 2013″

Sul Panaro on air

    • WatchMorbillo, il medico dell'Ausl di Modena chiarisce i dubbi
    • WatchSimone di Masterchef
    • WatchDue colpi in due giorni per questo rapinatore di banche