17 anni per ricostruire Foligno dopo il terremoto, quanto si impiegherà nella Bassa?

folignoE’ una domanda che ci si pone spesso: quando tornerà tutto come prima? quando sarà ricostruito tutto? O, almeno, quando non vedremo più gli sfregi del terremoto nei nostri paesi? Una idea verosimile ce la può forse dare caso di Foligno, dove a 17 anni dal sisma del 1997 che colpì duramente l’Umbria, oggi sono terminati tutti i lavori.
Diciassette anni per una ricostruzione fatta 3.500 interventi su edifici pubblici e privati, 685 dei quali nel centro storico e 26 interventi di recupero dei beni culturali, per una spesa complessiva di 1 miliardo di euro.

«L’obiettivo – spiega il sindaco Nando Mismetti al Sole24Ore.com – è stato quello di ricostruire presto e bene, dove era e come era, con lo sguardo proiettato al futuro». Con il processo di ricostruzione non sono stati soltanto riparati edifici danneggiati, ma è stato possibile realizzare e completare opere strategiche a servizio del territorio, come il nuovo ospedale e il Centro regionale di protezione civile, una struttura moderna attraverso la quale Foligno e l’Umbria rappresentano una realtà strategica nella rete della protezione civile nazionale.

La riqualificazione del centro storico cittadino ha visto un investimento complessivo di 350 milioni di euro tra la ricostruzione post terremoto (edilizia privata, edilizia pubblica, beni culturali), la realizzazione di nuove infrastrutture e pavimentazioni e il rifacimento di tutte le reti (acqua, luce, gas, telefono, cablaggio). I lavori di pavimentazione hanno riguardato tutte le vie, i vicoli e piazze del centro storico per una superficie di 150mila metri quadrati. Questi alcuni dati: 107 km di fognature, 65 km di condutture per il gas metano, 65 km di condutture posate per l’acqua, 181 km di cavidotti per le linee elettriche interrate e 218 km per le linee telefoniche interrate.

«La scelta di mantenere nel cuore della città tutti i principali servizi pubblici – conclude Mismetti -, investendo molto nella riqualificazione degli spazi, è stata premiata. Il nostro centro storico è vivo, ricco di opportunità, facilmente accessibile e vivibile con Ztl a fasce orarie e numerosi parcheggi dentro e fuori le mura. I residenti sono in aumento e il tessuto commerciale tiene bene, nonostante i problemi legati alla generale crisi economica».

Leggi l’articolo intero dal sito del Sole24Ore.com

 

Sul Panaro on air

    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parlano i Carabinieri
    • WatchSospetto omicidio a Finale Emilia, parla la vicina di casa
    • WatchRis al lavoro a Finale Emilia per sospetto omicidio di una anziana

    Curiosità

    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    Osservatorio del traffico, riprendono quota i veicoli pesanti dopo il calo estivo
    A settembre flessione del 7% dei veicoli totali, tranne al Nord + 3%[...]
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Un corso gratuito per barman... al Vivaio Morselli
    Come fare un prelibato cocktail con le erbe aromatiche[...]
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    Gli spaghetti al ragù in formato liquido per i bebè
    La nostra galleria di errori ed orrori sulla cucina emiliana nel mondo[...]
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    Una nuova autostrada per la Val Padana? Tutta d'acqua: sarà il Po
    E' il progetto della Regione che punta su una alternativa all'asfalto per il traffico merci[...]
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Era ubriaco alla guida, ma il test fu fatto tardi: assolto
    Fu bloccato visibilmente alticcio alle 4 del mattino, ma la pattuglia non aveva l'etilometro e quindi si dovette attendere l'arrivo di un'altra macchina.[...]
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    I bimbi delle elementari di Finale Emilia in visita alla Compagnia dei Carabinieri di Carpi
    Tour assieme alle maestre Rita Cervellati, Maria Giacco, Antonella Diegoli e Barbara Petazzoni. A fare gli onori di casa, il comandante Alessandro Iacovelli.[...]
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    I biscotti Africanetti puntano in alto grazie agli studenti dell'Archimede
    Nasce il progetto “Africanetti&Co” per valorizzare i deliziosi biscottini allo zabaione tipici di San Giovanni in Persiceto[...]
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    A Mirandola i palazzi si colorano di rosa per la prevenzione del tumore
    Saranno illuminat il Comune in via Giolitti, il palazzo municipale di piazza Costituente, la scuola “Montanari” e la torre di Radio Pico.[...]
    Cavallo a spasso in tangenziale, lo fermano i Vigili
    Cavallo a spasso in tangenziale, lo fermano i Vigili
    Nel bel mezzo dei caos dei lavori, è stato scoperto poco dopo mezzogiorno[...]
    E in Perù spuntano le figurine... Banini
    E in Perù spuntano le figurine... Banini
    L'ennesima contraffazione per un prodotto della storica azienda modenese in album peruviano. Sulle bustine compare il logo con il nome... taroccato[...]