La ricetta del pusher mirandolese? Peperoni… alla cocaina

Gli inviti a cena a casa sua dovevano essere decisamente illegali visto che nei peperoni… ci teneva la cocaina. È la scoperta fatta dai Carabinieri di San Martino Spino ieri sera a casa di uno spacciatore, un 46enne di origine campana che vive a Cividale.

L’uomo è stato visto comportarsi in modo sospetto ieri sera a Mirandola, dove probabilmente doveva incontrare clienti, visto che aveva della cocaina, due dosi, nascosta nella mutande. A casa c’era altra cocaina, 50 grammi di droga nascosta dentro in peperone, tagliato, imbottito e rinchiuso esattamente come si fa con il normale ripieno culinario. Solo che, al posto della carne o della mollica, c’era cocaina.

Per l’uomo, che aveva con sè 770 euro ritenuti fonte dell’attività di vendita della droga si sono aperte le porte del carcere con l’accusa di spaccio.

Sul Panaro on air

    • WatchMorbillo, il medico dell'Ausl di Modena chiarisce i dubbi
    • WatchSimone di Masterchef
    • WatchDue colpi in due giorni per questo rapinatore di banche