SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

Finale: la Giunta punta al rilancio del centro storico

sindaco finale emiliaUn orizzonte ancora incerto, ma che lascia intravvedere una prospettiva di speranza. È questo lo scenario economico che si presenta di fronte alla Finale Emilia del 2014, ferita ma non sconfitta dal terremoto del maggio 2012. Riceviamo dal Comune e volentieri pubblichiamo.

A delineare i tratti e a illustrare quali sono le linee di sviluppo per l’anno appena iniziato, sono il sindaco Fernando Ferioli e gli assessori competenti: Daniele Monari (Bilancio e Tributi), Angelo d’Aiello (Attività produttive) e Massimiliano Righini (Commercio e Promozione del Territorio).

“Siamo in piedi – è l’esordio del sindaco Ferioli – e, a distanza di oltre un anno e mezzo dal sisma, il nostro territorio mostra una sostanziale tenuta, pur tra mille problematiche, dal punto di vista economico. Anzi, siamo l’unico Comune del cratere sismico dove aumentano le attività economiche. Inoltre, nonostante le difficoltà di bilancio che ci impediscono libertà di movimento e di fronte a un Governo centrale assente su questi temi, siamo impegnati a mettere a punto una serie di misure di sgravio e incentivazione, alcune delle quali sono già operative, con cui speriamo di attrarre nel nostro Comune nuove attività commerciali, industriali, artigianali e di servizio”.

Su questo fronte i primi passi sono già stati fatti: intanto si sono esentati i cittadini dal pagamento della mini-Imu, non avendo aumentato nell’anno precedente l’aliquota rispetto a quella dibase. “Ma già dall’avvio del nostro mandato amministrativo – puntualizza il vicesindaco Monari – alle imprese è sempre stata applicata l’aliquota Imu di legge. Fino a oggi ci siamo impegnatiper aiutare la sopravvivenza delle nostre imprese e dei negozi, limando tutti i tributi e le tasse, per quanto possibile. Sulla Tosap (la tassa sull’occupazione del suolo pubblico), ad esempio,non solo stiamo restituendo alle attività delle ex zone rosse il 50 per cento di quanto pagato nel 2012 (lo riteniamo un atto di giustizia, visto quanto successo nella seconda metà di quell’anno), ma abbiamo introdotto anche una riduzione del 30 per cento per il 2014. Inoltre tutti i cantieri edilizi legati alla ricostruzione post terremoto, nel territorio comunale, sono esentati dalpagamento anche per quest’anno”.

Le linee guida che l’Amministrazione si è imposta di perseguire riguardano – oltre a agevolazioni e incentivi nei confronti di imprese e attività commerciali e di servizio – il rilancio del centrostorico, dove si vogliono riportare negozi, uffici e residenti.

“La nostra scelta iniziale – spiega l’assessore Righini – è stata quella di non voler disabituare i cittadini alla frequentazione del centro, individuando già per le prime delocalizzazioni areecontigue: largo Cavallotti, piazza Baccarini, piazza Garibaldi. Non abbiamo voluto creare centri commerciali esterni, puntando su quello che è un grande centro commerciale naturale: il nostrocentro storico. E sarà su quest’area che, dopo aver adottato semplificazioni riguardo una serie di impicci burocratici, quali insegne, vetrine, cartellonistica eccetera, puntiamo a introdurre, conil piano della ricostruzione, una serie di incentivi tali da renderlo più attrattivo”.

Un centro che, pur soffrendo di difficoltà oggettive – l’assenza del Municipio con il suo centinaio di dipendenti e le persone che vi si recavano per necessità e che quotidianamentefrequentavano la piazza, la mancanza della biblioteca con gli studenti che la bazzicavano, la presenza di numerosi cantieri che occupano spazi di passaggio – va via via ripopolandosi.

“Attualmente – precisa l’assessore d’Aiello – sono appena 12 le delocalizzazioni in essere, rispetto alle iniziali 56. Sono perciò rientrati quasi tutti o hanno scelto una nuova sede definitiva.Sono confortanti anche i dati che ci arrivano dalla Camera di Commercio per il 2013: registriamo un saldo positivo, e siamo l’unico Comune in tutta l’Area Nord, tra aperture e vessazioni sia per quanto riguarda le attività alimentari e non alimentari, sia per gli esercizi pubblici. Una vitalità delle imprese finalesi che è confermata anche dalle graduatorie del Bando della Regione, da noi promosso, ‘Investimenti produttivi delle imprese nell’area colpita dal sisma’: sono ben 27 quelle che vedranno finanziati i loro investimenti con un contributo del 35 per cento a fondo perduto. Il nostro obiettivo poi, oltre a salvaguardare l’esistente, è anche quello di creare nuove opportunità di lavoro. Così per chi vuole investire ex novo, ristrutturare o ampliare i propri stabilimenti, abbiamo adottato anche per il 2014 una delibera che abbatte gli oneri di urbanizzazione”.

 

Rubriche

Glocal
Il difficile rapporto tra l'Italia e le start-up
Secondo i dati del Ministero dello sviluppo economico (con la collaborazione di Infocamere e Unioncamere), il numero delle società innovative in Italia ha raggiunto la quota di quasi 9.000 imprese.leggi tutto
Glocal
Ocse: "Italia terza per disoccupazione, scendono i salari reali"
LʼOcse segnala un alto livello di insicurezza per quanto riguarda il mercato del lavoro in Italia, la cui situazione è "migliorata negli ultimi anni, ma più lentamente che in altri Paesi"leggi tutto
Glocal
Quando le imprese americane investono in Italia
“Eon Reality”, azienda californiana, ha investito 24 milioni di euro in Emilia Romagna a Casalecchio di Reno, grazie alla legge sull'attrattività, con in programma centosessanta nuove assunzioni.leggi tutto
Glocal
Sergio Marchionne: innovatore o visionario?
Sergio Marchionne è stato un innovatore in quanto visionario, nell’accezione imprenditoriale del termine, inteso come colui che è in grado di avere una “vision”, ovvero di sapere guardare avanti, al futuro.leggi tutto
Glocal
Londra: soft o hard Brexit?
Da due anni la Premier inglese Theresa May sta cercando di adottare una linea accomodante con l’Unione Europea (la cosiddetta Soft Brexit), allo scopo di contenere i danni che ne deriverebbero da una totale uscita dall’Europa unita.leggi tutto
Glocal
Industria 4.0 vale 2,4 miliardi di euro
Il programma del Governo per incentivare gli investimenti hi-tech delle aziende italiane sta avendo successo. Si stima che le tecnologie di connessione e sviluppo abilitanti (macchinari esclusi) sommano investimenti pari a 2,4 miliardi di euro.leggi tutto
Glocal
Come e dove si produce energia elettrica in Europa
L’Italia produce circa l’86% del proprio fabbisogno energetico. Più di due terzi provengono da centrali termoelettriche che bruciano combustibile in gran parte importato da Russia, Algeria e Libia, mentre meno di un terzo proviene da fonti rinnovabili.leggi tutto
Glocal
Le imprese italiane cercano 150.000 tecnici, ma non ci sono
I novantacinque ITS presenti in Italia attualmente contano poco più di diecimila iscritti, contro una domanda di lavoro da parte delle imprese, stimata nei prossimi cinque anni, di oltre 150 mila tecnici.leggi tutto
Glocal
Imprese emiliane in Silicon Valley un mese dopo
Nella Silicon Valley c'è la più grande concentrazione di menti, volontà politica, aziende, capitali e visione, che lavorano in sinergia verso un obiettivo comune: costruire grandi aziende su scala globale.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • Watch"Il meteorite è caduto qui", tra Mirandola e San Felice
    • WatchL'arrivo del Papa a San Giacomo Roncole con la musica dei Rulli Frulli
    • WatchBomporto, presentate le barriere antinondazione

    Curiosità

    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    Lancia il sacco di spazzatura dall'auto, il sindaco gliela riporta a casa
    "Sono venuto a restituirle quello che ha perso per strada", le ha detto[...]
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    49 anni dopo i ragazzi della 1B del Luosi del 1969 si ritrovano a cena
    Rinnovata l'antica amicizia, con abbracci calorosi è arrivata la promessa di rivedersi l'anno prossimo per le nozze d'oro. [...]
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    Auto lasciata sulle scale a San Felice
    L'immagine fa pensare a qualche parcheggio selvaggio, di quelli che si vedono a volte nelle grandi città dove proprio posto non se ne trova [...]
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    "Clamoroso al Cibali", addio al calciatore finalese Mario Castellazzi
    Fu autore dello spettacolare gol che il cronista Sandro Ciotti marchiò per sempre con la celebre espressione durante un Catania-Inter d'antan[...]
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Due cagnolini abbandonati e quel latte che sa di miracolo - LA STORIA
    Vengono allattati da una cagnolina sterillizzata che anni fa venne anch'essa trovata per strada[...]
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Perchè suona la sirena a San Felice
    Molti ne riconoscono il suono[...]
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    San Prospero Fantasy, da 8 anni la magia delle fiabe nel cuore della Bassa
    "Il teatro era la loro passione, la fantasia il loro obiettivo. Portare un pizzico di magia, fantasia, storie per affascinare i bambini, trame per intrigare gli adulti"[...]
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    Più si diventa vecchi più aumentano le paure, uno studio dell'Università
    La paura è collegata alla memoria: uno stimolo associato a un evento negativo del passato può attivare una reazione di allarme.[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: