SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click. SulPanaro Expo Ogni comune, tutte le attività, un solo click.

“Pensioni d’oro, la grande illusione” – Editoriale di Andrea Lodi

Foto Andrea 12-9-14di Andrea Lodi*

Il primo semestre del 2014 non è iniziato bene per i nostri parlamentari. Sono stati infatti chiamati a “legiferare” in materia di riforma delle pensioni, o meglio, ad affrontare il delicato tema delle cosiddette “pensioni d’oro”.

Innanzitutto chiariamo che nel nostro Paese pare che il 15,8% della popolazione abbia raggiunto lo status di “povero” e che una pensione su due non supera i 1.000 euro mensili. Precisiamo inoltre che pare ci siano più di 7 milioni di italiani che percepiscono una pensione da fame (attorno ai 500 euro mensili), a seguito del sistema cosiddetto contributivo, mentre altri privilegiati, la cui pensione viene erogata secondo il “vecchio” sistema retributivo, prelevano agli entri previdenziali somme ben superiori a quelle che hanno versato durante il periodo lavorativo, fino ad arrivare al caso limite del siciliano Felice Crosta, che dopo pochi mesi a capo dell’Agenzia per i rifiuti è andato in pensione alla modica cifra di 41 mila euro mensili, ovvero 1.400 euro al giorno (la Corte dei Conti ha deciso di “alleggerire” l’assegno annuale di Crosta ad “appena” 219 mila euro).

Sempre rimanendo in Sicilia, che più che un’isola sembra una grande voragine dove confluiscono fiumi di danaro in maniera assolutamente ingiustificabile, nel 2012 la Regione Sicilia ha sfornato ben 365 baby pensionati con assegni da quasi 7mila euro mensili, con l’aggiunta, oltretutto, che c’è chi, dopo la pensione, torna a lavorare come esperto o come assessore: tutto a spese dei contribuenti.

Tornando a Roma, che cosa è accaduto esattamente nel Parlamento italiano ?

E’ accaduto che la maggioranza dei parlamentari ha bocciato la proposta della “fratella d’Italia” Giorgia Meloni, di stabilire un tetto massimo, fissato sui 5.000 euro mensili, oltre il quale calcolare i contributi previdenziali versati e, qualora questi non fossero corrispondenti all’effettiva pensione erogata, di tagliare la parte eccedente il tetto dei 5.000 Euro. I soldi risparmiati sarebbero dovuti servire ad aumentare poi le pensioni minime e quelle di invalidità.

Ma chi sono i “pensionati d’oro” ?

Dal punto di vista numerico sono ben centomila i super-pensionati italiani, che costano al sistema ben 13 miliardi di euro all’anno. Dati che sono stati resi noti dal sottosegretario al Welfare, Carlo Dell’Aringa, rispondendo in commissione Lavoro della Camera a un’interrogazione di Deborah Bergamini (Pdl), che afferma: “I dati che ho ricevuto dal Ministero del Lavoro dimostrano quanto sia urgente un intervento sulle cosiddette pensioni d’oro. Questi numeri dimostrano tutta la portata distorsiva di quel criterio retributivo dal quale ci stiamo fortunatamente allontanando grazie alle riforme pensionistiche degli ultimi anni – che continua – è evidente che il tema coinvolge una questione di equità e di coesione sociale non più trascurabile dalle istituzioni, specialmente in un momento di grave crisi economica e di pesanti sacrifici per tutti”.

Ecco i nomi.

Al vertice della Top-Ten troviamo Mauro Sentinelli, ex dirigente Telecom, che percepisce una pensione mensile di euro 91.337,18. Dal 2° al 4° posto entriamo nella fascia 60.000-51.000 euro, dove troviamo, ad esempio, Alberto De Petris, ex dirigente Telecom. Dal 5° al 10° posto entriamo nella fascia dei 40.000 euro, dove troviamo, tra i più,Vito Gamberale, ex AD di F2i, Alberto Giordano, ex dirigente Cassa di Roma e Federico Imbert, ex dirigente JP Morgan.

Conclusione

Una equilibrata redistribuzione dei fondi pensionistici, permetterebbe al Paese, da un alto di aumentare le pensioni minime, portandole ad una soglia di “sostenibilità”, dall’altro di ridurre l’età pensionabile, il ché darebbe anche un consistente contributo all’occupazione. Maurizio Landini, segretario Fiom, ci ricorda che una delle strategie adottate dai tedeschi, a parziale risoluzione del problema della disoccupazione, è stata quella di “ridurre l’età pensionabile da 67 a 63 anni, mentre in Italia – continua – per trecentomila persone è aumentata l’età per andare in pensione e guarda caso quasi di trecento mila sono aumentati i livelli di disoccupazione”.

Ricordiamo che in Italia, secondo quanto disposto dalla Legge di Stabilità approvata poco prima di Natale, per i lavoratori dipendenti o autonomi e per le lavoratrici del settore pubblico, la quota è fissata a 66 anni e tre mesi; per le lavoratrici del settore privato la quota si abbassa a 63 anni e 9 mesi; infine, le lavoratrici autonome avranno come tetto 64 anni e 9 mesi.

 

 

* Andrea Lodi, originario di San Prospero (Mo)è aziendalista, specializzato in Pianificazione Strategica. Docente e consulente per conto di imprese private, enti di formazione, associazioni di categoria, organizzazioni NO PROFIT, società di consulenza ed università. Giornalista economico, dal gennaio 2009 curo “Economix“, la rubrica economica di PiacenzaSera.it.

www.andrealodi.it

 

Articolo tratto da Economix, rubrica economica di PiacenzaSera.it 

Rubriche

Glocal
Italia ed Europa: un rapporto difficile
L’Italia stenta ad attuare le riforme politico-economiche tanto agognate dalle istituzioni europee.leggi tutto
Glocal
Il nuovo male dell'Italia è il rancore
L’economia italiana ha ripreso a crescere abbastanza bene, trainata dall’industria manifatturiera, dall’export e dal turismo che hanno messo a segno risultati da record. Ripresa che non impedisce però ad una buona parte degli italiani a manifestare sentimenti di forte rancore.leggi tutto
Glocal
Economia inclusiva: Italia ultima tra le economie avanzate
Il World Economic Forum posiziona l’Italia al 27esimo posto su 29 nella classifica dell’inclusività nell’economia tra i Paesi ad economia avanzata.leggi tutto
Storia semiseria di un delirio elettorale
Caos e ritardi con lunghe cose ai seggi elettorali a causa dell'inserimento del bollino antifrode nelle schede elettorali.leggi tutto
Glocal
L’Italia detiene il primato europeo di “Stato più povero”
In Europa, su una popolazione di circa 510 milioni di abitanti, il 15% circa dei suoi abitanti vive in uno stato di “privazione sociale o materiale”.leggi tutto
Glocal
Bitcoin a picco sotto i 7mila dollari. Lloyds vieta ai clienti l’acquisto.
Il Bitcoin si è più che dimezzato arrivando sotto i 7.000 dollari (-200% rispetto a venerdì 2 febbraio).leggi tutto
Glocal
Cresce il mercato dell’ebook in Italia. L'opinione di Felicia Kingsley
Diminuiscono i lettori dei libri di carta (-3,1%) ma si registra un significativo aumento dei “lettori digitali” (+21% nel 2016 e +16,3% nel 2017).leggi tutto
Sanità, l'opinione di Fabrizio Locatelli
Editoriale del capogruppo FI a San Possidonio e consigliere FI Ucmanleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchFlavio Zanini presidente Banca Sanfelice
    • WatchOspedale di Mirandola, la donazione in ricordo di Giuseppe Della Croce
    • WatchMirandola, studente lancia cestino contro la professoressa

    Curiosità

    Il lupo vive solo in montagna? No, vive anche in pianura. Se ne parla a Mirandola
    Il lupo vive solo in montagna? No, vive anche in pianura. Se ne parla a Mirandola
    Ne parla Matteo Carletti, biologo con tesi di dottorato sul lupo in Appennino[...]
    Cenano e se ne vanno. Inseguiti dai Vigili alla fine pagano il conto
    Cenano e se ne vanno. Inseguiti dai Vigili alla fine pagano il conto
    Due giovani con la scusa di andare a fumare hanno provato a filarsela dal ristorante[...]
    Per essere infedeli non serve consumare, basta cercare incontri sexy. Lo dice il Tribunale
    Per essere infedeli non serve consumare, basta cercare incontri sexy. Lo dice il Tribunale
    E' la sentenza su un caso emiliano che vide una moglie sorprendere il marito a navigare sul web in cerca di relazioni con altre donne[...]
    Piccolo edema alle corde vocali, niente show di Jovanotti a Bologna
    Piccolo edema alle corde vocali, niente show di Jovanotti a Bologna
    Lo ha ufficializzato lo stesso cantante su Facebook[...]
    Il Bilancio di genere della Regione diventa una bussola per le politiche contro le discriminazioni
    Il Bilancio di genere della Regione diventa una bussola per le politiche contro le discriminazioni
    L’Emilia-Romagna registra un tasso di occupazione femminile tra i più alti del Paese: è del 66,2%[...]
    Tra i migliori chef in sfida Guidetti di Finale Emilia e Cuocci di Bomporto
    Tra i migliori chef in sfida Guidetti di Finale Emilia e Cuocci di Bomporto
    Partecipano a“Centomani di questa Terra”, l’evento annuale dell’Associazione culturaleCheftoChe[...]
    Torna in scena Nevruz: esce il nuovo album del cantante Cavezzo
    Torna in scena Nevruz: esce il nuovo album del cantante Cavezzo
    L'artista Daniel Bund l'ha già battezzato come "una favolosa opera d'arte" [...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: