Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

“Pensioni d’oro, la grande illusione” – Editoriale di Andrea Lodi

Foto Andrea 12-9-14di Andrea Lodi*

Il primo semestre del 2014 non è iniziato bene per i nostri parlamentari. Sono stati infatti chiamati a “legiferare” in materia di riforma delle pensioni, o meglio, ad affrontare il delicato tema delle cosiddette “pensioni d’oro”.

Innanzitutto chiariamo che nel nostro Paese pare che il 15,8% della popolazione abbia raggiunto lo status di “povero” e che una pensione su due non supera i 1.000 euro mensili. Precisiamo inoltre che pare ci siano più di 7 milioni di italiani che percepiscono una pensione da fame (attorno ai 500 euro mensili), a seguito del sistema cosiddetto contributivo, mentre altri privilegiati, la cui pensione viene erogata secondo il “vecchio” sistema retributivo, prelevano agli entri previdenziali somme ben superiori a quelle che hanno versato durante il periodo lavorativo, fino ad arrivare al caso limite del siciliano Felice Crosta, che dopo pochi mesi a capo dell’Agenzia per i rifiuti è andato in pensione alla modica cifra di 41 mila euro mensili, ovvero 1.400 euro al giorno (la Corte dei Conti ha deciso di “alleggerire” l’assegno annuale di Crosta ad “appena” 219 mila euro).

Sempre rimanendo in Sicilia, che più che un’isola sembra una grande voragine dove confluiscono fiumi di danaro in maniera assolutamente ingiustificabile, nel 2012 la Regione Sicilia ha sfornato ben 365 baby pensionati con assegni da quasi 7mila euro mensili, con l’aggiunta, oltretutto, che c’è chi, dopo la pensione, torna a lavorare come esperto o come assessore: tutto a spese dei contribuenti.

Tornando a Roma, che cosa è accaduto esattamente nel Parlamento italiano ?

E’ accaduto che la maggioranza dei parlamentari ha bocciato la proposta della “fratella d’Italia” Giorgia Meloni, di stabilire un tetto massimo, fissato sui 5.000 euro mensili, oltre il quale calcolare i contributi previdenziali versati e, qualora questi non fossero corrispondenti all’effettiva pensione erogata, di tagliare la parte eccedente il tetto dei 5.000 Euro. I soldi risparmiati sarebbero dovuti servire ad aumentare poi le pensioni minime e quelle di invalidità.

Ma chi sono i “pensionati d’oro” ?

Dal punto di vista numerico sono ben centomila i super-pensionati italiani, che costano al sistema ben 13 miliardi di euro all’anno. Dati che sono stati resi noti dal sottosegretario al Welfare, Carlo Dell’Aringa, rispondendo in commissione Lavoro della Camera a un’interrogazione di Deborah Bergamini (Pdl), che afferma: “I dati che ho ricevuto dal Ministero del Lavoro dimostrano quanto sia urgente un intervento sulle cosiddette pensioni d’oro. Questi numeri dimostrano tutta la portata distorsiva di quel criterio retributivo dal quale ci stiamo fortunatamente allontanando grazie alle riforme pensionistiche degli ultimi anni – che continua – è evidente che il tema coinvolge una questione di equità e di coesione sociale non più trascurabile dalle istituzioni, specialmente in un momento di grave crisi economica e di pesanti sacrifici per tutti”.

Ecco i nomi.

Al vertice della Top-Ten troviamo Mauro Sentinelli, ex dirigente Telecom, che percepisce una pensione mensile di euro 91.337,18. Dal 2° al 4° posto entriamo nella fascia 60.000-51.000 euro, dove troviamo, ad esempio, Alberto De Petris, ex dirigente Telecom. Dal 5° al 10° posto entriamo nella fascia dei 40.000 euro, dove troviamo, tra i più,Vito Gamberale, ex AD di F2i, Alberto Giordano, ex dirigente Cassa di Roma e Federico Imbert, ex dirigente JP Morgan.

Conclusione

Una equilibrata redistribuzione dei fondi pensionistici, permetterebbe al Paese, da un alto di aumentare le pensioni minime, portandole ad una soglia di “sostenibilità”, dall’altro di ridurre l’età pensionabile, il ché darebbe anche un consistente contributo all’occupazione. Maurizio Landini, segretario Fiom, ci ricorda che una delle strategie adottate dai tedeschi, a parziale risoluzione del problema della disoccupazione, è stata quella di “ridurre l’età pensionabile da 67 a 63 anni, mentre in Italia – continua – per trecentomila persone è aumentata l’età per andare in pensione e guarda caso quasi di trecento mila sono aumentati i livelli di disoccupazione”.

Ricordiamo che in Italia, secondo quanto disposto dalla Legge di Stabilità approvata poco prima di Natale, per i lavoratori dipendenti o autonomi e per le lavoratrici del settore pubblico, la quota è fissata a 66 anni e tre mesi; per le lavoratrici del settore privato la quota si abbassa a 63 anni e 9 mesi; infine, le lavoratrici autonome avranno come tetto 64 anni e 9 mesi.

 

 

* Andrea Lodi, originario di San Prospero (Mo)è aziendalista, specializzato in Pianificazione Strategica. Docente e consulente per conto di imprese private, enti di formazione, associazioni di categoria, organizzazioni NO PROFIT, società di consulenza ed università. Giornalista economico, dal gennaio 2009 curo “Economix“, la rubrica economica di PiacenzaSera.it.

www.andrealodi.it

 

Articolo tratto da Economix, rubrica economica di PiacenzaSera.it 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Danneggiato il grande faggio di Pratignana: i forestali valutano i danni
    Una grossa branca della chioma si è troncata, probabilmente a seguito del peso della neve caduta durante l’inverno [...]
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    Mirandola, in attesa di tempi migliori, l'arrivederci dello storico circolo Aquaragia
    L'emergenza sanitaria mette in crisi Aquaragia, storica realtà associativa mirandolese. Quale futuro per il circolo? Ne discutiamo con Roberto Ganzerli. [...]
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Concordia, i bambini della Gasparini trasformano un parco in una galleria d’arte naturale
    Nota di Irene Salvaterra sul progetto “A scuola in natura” a cura del CEAS La Raganella[...]
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    Mirandola, Letizia Borella racconta la magia del body painting: "Sono una tela viva, indosso l'arte"
    "Body painting significa essenzialmente vestirsi di emozioni diverse, le quali, trasposte cromaticamente sul corpo dell'interprete, si trasformano in arte": è così che Letizia Borella, mirandolese classe 1985, ci introduce ai segreti di quella che lei definisce "un'arte effimera".[...]
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Cavezzo, tutti pazzi per il Carnevale con la Pro Loco Cavezzese
    Sui loro social hanno mostrato in una gallery i travestimenti dei cittadini[...]
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie svela la nuova linea di bambole Fashionistas 2021
    Barbie viene nominata Property n.1 al Mondo del mercato del giocattolo per il 2020 [...]
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Good Morning Secchia, i problemi del fiume affrontati attraverso un format ironico
    Il Pool Comitati, che raggruppa diverse organizzazioni attente alle tematiche legate all'ambiente e in particolare, relative al fiume Secchia ha diffuso un nuovo episodio di Good Morning Secchia[...]
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    Alle Tattoo, opere d'arte su tela per raccontare la storia del tatuaggio
    "Factory MAT75 è un progetto che coinvolge giovani artisti che vogliono rappresentare la storia di questo mondo", spiega Alessandro Bonacorsi[...]
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Meteo, gennaio freddo, ma non da record. In linea con la media 1991-2020
    Il giorno più freddo del mese è stato il giorno 19 con una temperatura pari a -1.7°C, non particolarmente rigido se paragonato al 28 febbraio 2018 con i suoi -5.2°C o al 7 gennaio 2017 con -4.2°C[...]
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    Tortellini, Lambrusco e Duomo di Modena, una moneta celebra l'Emilia-Romagna e la modenesità
    La Zecca dello Stato ha presentano la nuova Collezione Numismatica 2021[...]