Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Sisma, Bertani-Sensoli: “Flop verifiche antisismiche in regione a 13 anni dal primo input di Palazzo Chigi”

“Come è possibile che ad oggi, dopo ben 13 anni dall’ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri 3274/2003, che obbligava i proprietari, pubblici e privati, alla verifica sismica degli edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali, e soprattutto dopo il verificarsi di alcuni terremoti, tra cui quello del 2012 che ci ha toccati direttamente, le verifiche non siano state completate”.

Se lo chiedono i consiglieri regionali del movimento 5 stelle Andrea Bertani e Raffaella Sensoli (capogruppo), autori di una lunga interrogazione sullo stato dei controlli antisismici sugli edifici strategici in Emilia Romagna, corredata di dati ricavati da alcuni accessi agli atti. I pentastellati chiedono tra l’altro “come sia stato possibile escludere 419 edifici o aggregati strutturali dalla proposta della Regione inviata al Dipartimento di Protezione Civile, e quali siano state le motivazioni e i criteri che hanno portato all’esclusione”; inoltre, di 675 edifici da monitorare, in base anche al recepimento da parte della Regione di una ordinanza della Protezione civile del 2007, Sensoli e Bertani ritengono “inaccettabile, per la sicurezza dei cittadini, che dopo tanti anni e dopo gli eventi del terremoto del 2012, siano state trasmesse solamente 602 pratiche su 675” e domandano alla Giunta “come intenda attivarsi per sollecitare i proprietari degli edifici o aggregati strutturali che hanno avuto ‘esito negativo’ (4), ‘hanno inviato trasmissioni parziali mai completate’ (10), oppure ‘sono in fase di chiusura dell’iter amministrativo’ (95) affinché verifichino i loro edifici e trasmettano celermente i dati”;

L’attenzione dei due consiglieri si appunta poi sulle cosiddette “schede di livello 0 dei 7.100 edifici e 700 ponti, ricevute a seguito della circolare del Capo del Dipartimento della Protezione Civile del 21/04/2010”, per sapere se “corrispondano alla totalità degli edifici e ponti esistenti sul territorio regionale, e se siano state aggiornate a seguito degli eventi del terremoto del 2012”. Gli interroganti si mostrano poi poco convinti dal fatto che, “anche se non previsto dalla legge, la Regione Emilia Romagna non abbia controllato né validato i dati rilevati tramite le schede di livello 0, ma le inoltri semplicemente al Dipartimento di Protezione Civile, perdendo così importanti informazioni sullo stato di salute delle opere del proprio territorio” e invitano la Regione a “pubblicare i dati relativi alle schede di verifica e informare i cittadini sullo stato di sicurezza degli edifici e aggregati strutturali presenti sul territorio regionale”. 

La ricognizione dei due consiglieri era partita dagli obblighi previsti dall’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri (OPCM) 3274/2003, “Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica”, che prevedeva la ricognizione “da effettuarsi a cura dei rispettivi proprietari, pubblici e privati, sia degli edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile, sia degli edifici e delle opere infrastrutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso”. Le risorse finanziarie destinate all’Emilia Romagna ammontavano a oltre 5 milioni e 487 mila euro. Sensoli e Bertani ricordano infine che la circolare 2010 del Dipartimento di Protezione Civile confidava in una “fattiva collaborazione di tutte le Amministrazioni coinvolte”. “Si tratta di una ricognizione di grande importanza, finalizzata alla puntuale conoscenza dello stato di rischio delle opere più importanti in caso di terremoto”, citano la circolare Sensoli e Bertani, su infrastrutture “fondamentali per le operazioni di protezione civile (ospedali, Prefetture, centri di comando, caserme dei Vigili del fuoco, grandi arterie di collegamento) o perché suscettibili di creare grandi danni o molte vittime in caso di collasso (costruzioni con grandi affollamenti, industrie a rischio , monumenti…)”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]