Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

E’ la scrittrice italiana che ha venduto più ebook nel 2017. Ed è della Bassa: Felicia Kingsley

Quando siamo fermi in fila sulla Canaletto sono tanti i pensieri che affollano la mente. Ci distraiamo con la musica, diamo un’occhiata al cellulare. Ma c’è chi invece immagina un romanzo, un romanzo che ha talmente tanto successo da diventare il più venduto tra quelli italiani in ebook. E’ “Matrimonio di comvenienza”, romanzo d’amore irriverente e avventure divertenti del genere chick lit che ha scalato i vertici delle classifiche sotto la firma di Felicia Kingsley.
Il nom de plume nasconde una ragazza della Bassa di 30 anni che di mestiere fa l’archietto della ricostruzione post sisma. “Non rendo noto il nome vero perché essendo iscritta a un Ordine professionale non lo ritengo opportuno, ma la mia foto la pubblico volentieri perché è giusto che i lettori vedano chi ci mette la faccia e non pensino si tratti di un’operazione commerciale che nasconde chissà chi”, racconta lei.

 

L’intervista a Felicia Kingsley

Da cosa nasce la tua passione per questo genere di romanzi?

Nasce dai libri che avevo in casa, ho sempre letto molto e ho fatto il salto, da ragazzina, dai romanzi della collana Le Ragazzine o Il battello a vapore a  Rosamunde Pilcher.

Hai frequentato le biblioteche della Bassa? Che ne pensi?

Le ho frequentate molto, sono state partner fondamentali per i miei studi. E devo dire che la qualità delle biblioteche è migliorata tantissimo nella Bassa da quando è arrivato il prestito interbibliotecario: le biblioteche del territorio si sono organizzate bene tra di loro, così anche in piccoli comuni come San Possidonio o Soliera si ha a disposizione vasta scelta. Altra novità intelligente è l’archivio on line che si può consultare da casa.

Che scuola hai fatto?

Il liceo scientifico. Ho sempre letto molto, ho sperimentato un po’ di tutto, ho avuto il periodo “rosa”, il periodo di “gialli” e quello dei thriller con  Patricia Cornwell e Ken Follett di cui adoro il modo di narrare in contesti lontani a livello storico. Senza dimenticare i classici  come Dickens, Bronte e Jane Austen. Leggevo tanto all’epoca della scuola, non facevo sport.

E perché hai studiato Architettura e non Lettere?

Perché cercavo una professione, qualcosa di cui vivere e che mi piacesse allo stesso tempo. Ma la lettura è rimasta come passione, non ho mai abbandonato.

Come hai vissuto i giorni del terremoto del 2012?

Mi ero appena laureata e  stavo studiando per l’esame di stato per abilitazione alla pratica di architetto. Mentre ero sui libri è arrivata la prima scossa del 20 maggio: tremava tutto, ho avuto paura. Peggio il 29: stavo preparando il caffè per studiare e sono scappata in strada. Casa nostra ha avuto danni e siamo stati sfollati.

Poi hai affrontato la ricostruzione post sisma in prima linea, da architetto.

Iniziare a lavorare in un contesto del genere ti fa partire in quarta: non ci sono tempi morti, non si contempla il muro. Ancora oggi l’emergenza rimane, la ricostruzione non è finita finché l’ultima persona non è tornata in casa sua. Quello che è accaduto mi ha improntato su un modo di lavorare collegato a tempi stretti e a ritmo chiuso. Se si parla di far tornare persone nelle proprie case, bisogna fare in fretta e bene. Anche io avevo avuto danni, capivo i disagi.

Come mai non hai scritto un romanzo sul terremoto?

Un clima come quello ti dà modo di confrontarti con un vissuto da terremotato. Oguno ha il suo sisma, ognuno ha il suo terremoto e sono storie tutte diverse. Ma la scrittura per me è evasione e fantasia pura, distacco dalla quotidianità.

Come sei arrivata al successo?

Ho sempre scritto per me, per dar sfogo alla mia fantasia. Poi ho scoperto il self publishing e ho detto: “Perché no?”. Il mio libro, “Matrimonio di convenienza”, messo on line a giugno 2016 ha venduto moltissimo su Amazon, una casa editrice importante – la Newton Compton –    lo ha notato e ad aprile 2017 lo ha pubblicato con qualche modifica come ebook e su carta. Alla fine del 2017 era arrivato ad essere il libro italiano più venduto in ebook.

Come hai festeggato?

Niente festeggiamento da giubileo, l’ho detto agli amici e poi sono andata avanti, ma non sono tipa da godermi il successo, è un riconoscimento enorme e bellissimo, ma non voglio fermarmi.

Quando hai capito che stava arrivando la svolta?

Quando mi è arrivata la proposta della casa editrice. E quando hanno iniziato a contattarmi persone che leggevano il mio libro. Poi ovviamente vedevo le classifiche e capivo come stava andando.

Come nasce il romanzo?

Il grosso delle mie idee nasce guidando, non davanti a un computer. Mentre aspetto di prendere ponte dell’Uccellino, quando non è chiuso per le piogge, o ponte Motta… mentre sono lì mi ripeto le cose, me le registro in testa. E le buche nelle strade della Bassa… danno  un’utile scossa alle cellule cerebrali!
“Matrimonio di convenienza” ha una struttura semplice, la dinamica è amore-odio e due contesti sociali completemente diversi, e la differenza fondamentale di altri libri è che è lei che ha i soldi, il matrimonio di convenienza è quello del duca inglese che rischia la bancarotta..

Da brava emiliana, Felicia prepara le tagliatelle fatte in casa

Forse nel tuo romanzo un po’ di Bassa si trova nella nebbia inglese?

La nebbia accomuna le due zone, si. Per la nebbia ho sentimenti contrastanti: in estate sento la mancanza di quell’aura poetica a raso terra, il fascino della campagna. Poi ce l’hai per tutto l’inverno e a febbraio non ce la fai più, vuoi vedere i colori. Ma la nebbia fa parte del nostro, come le zanzare e le cocomere.

In “Matrimonio di convenienza” tracci con particolare efficacia vizi e virtù della nobiltà britannica

Ho studiato molto usanze, cerimonie e calendari sociali,  è stata molto divertente la fase di preparazione per il romanzo. Ho scoperto la differenza fra titoli ereditari e titoli a vita,  è un sistema molto complesso quello della Peerage, la Paria brittanica.

Ambientare un romanzo qui?

Se scegliessi di ambientare un romanzo in Italia lo farei in un periodo storico non contemporaneo, Rinascimento o magari l’Ottocento

Il prossimo libro?

E’ pronto. Esce in primavera.

 

Leggi anche

Dall’autopubblicazione alla casa editrice, i consigli di Felicia Kingsley

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]