SulPanaro Expo SulPanaro Expo

Lo shutdown più lungo della storia americana

di Andrea Lodi

Quanto sta accadendo da quasi un mese negli Stati Uniti, dovrebbe essere un messaggio ben chiaro agli americani, sia di simpatie democratiche che repubblicane, sulla inadeguatezza dell’attuale loro Presidente.

Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, che ricordiamo ha previsto l’allontanamento dal lavoro di ben 800.000 lavoratori di tutti gli uffici pubblici federali, senza retribuzione, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.

Una situazione assurda che sta creando forte malcontento e preoccupazione anche tra le file dei politici repubblicani, particolarmente preoccupati dello “sbandamento” del deficit pubblico americano, cresciuto del 17% in un anno.  Una situazione che vede il Presidente degli Stati Uniti d’America opporre un vero e proprio braccio di ferro con il Congresso americano, per ciò che ormai è considerato un “capriccio” del Presidente: il muro tra USA e Messico.

E mentre i dipendenti federali fanno causa al governo, la “Guardia costiera americana” cade nel ridicolo, consigliando ai propri 41mila dipendenti inattivi di darsi da fare con lavori alternativi, ovvero offrendosi come baby sitter, portando a spasso i cani, facendo lavori domestici od organizzando dei “garage sale”.

“Non c’è niente di strano – ha spiegato il portavoce dei guardacoste Scott McBride – vogliamo stare vicini ai nostri lavoratori durante questo momento di difficoltà”.

I problemi e le tensioni aumentano, giorno dopo giorno. La gente è stanca. Molti sono già scesi in piazza a protestare, sia nella capitale Washington che ad Atlanta e in altre città.

Risultati immagini per shutdown

Ma quali sono le conseguenze?

La SEC (Security and Exchange Commission), la Consob americana, ha bloccato gran parte delle attività.

Rischiano di saltare i “food stamps”, i buoni con cui fanno la spesa le persone a basso reddito, anziani e famiglie indigenti.

Rischiano di non arrivare a fine gennaio i rimborsi fiscali da parte dell’IRS (Internal Revenue Service), l’agenzia delle entrate americana, che a gennaio dell’anno precedente ha rimborsato 147 miliardi di dollari (pari al circa lo 0,8% del PIL) a 48 milioni di americani.

I tribunali verso fine gennaio bloccheranno le cause civili. Stessa sorte per gli agenti del FBI e la loro attività contro il terrorismo.

Sono chiusi i musei e gli zoo statali, i parchi nazionali.

Secondo un sondaggio di Bloomberg esiste un 25% di probabilità di una recessione nei prossimi 12 mesi, che avrà pesanti conseguenze anche nei Paesi dell’ Eurozona. Le agenzie di rating hanno già lanciato i loro “alert” sul rischio di perdita della tripla A per il debito USA.

Il blocco del governo impatterà sia sulla crescita del PIL che sull’occupazione nel primo trimestre.

Gli economisti temono il crollo degli indicatori di fiducia e dei consumi: gli analisti di Wells Fargo stimano 2 miliardi in meno di ricavi nel retail.

La risposta del Presidente

Donald Trump avrebbe dichiarato che non ha alcuna intenzione di negoziare lo stanziamento di poco più di 5 miliardi di dollari per realizzare la costruzione del muro. Pertanto prevede di rispondere al malcontento generale dichiarando lo “stato di emergenza nazionale”. Una misura che la dice lunga sul significato che il Presidente ha dato, ed intende continuare a dare, al suo mandato elettorale: bypassare gli organi democratici. Se ciò dovesse accadere, si creerebbe un precedente molto pericoloso per gli USA.

Il blocco del governo costa 1,2 miliardi alla settimana all’economia americana. Tra pochi giorni il conto arriverà a superare la somma richiesta per il muro. La popolarità di Trump è scesa ai minimi, al 42 per cento. Dai sondaggi emerge che la maggioranza degli elettori repubblicani ritiene scandaloso il protrarsi dello shutdown. Un Presidente che ritiene di continuare a governare usando l’unico strumento che conosce: la prepotenza. La domanda da porsi è: riusciranno gli americani a sopportarlo ancora fino al 20 gennaio 2021, giorno di scadenza del suo mandato?

Rubriche

Glocal
La disuguaglianza tra ricchi e poveri alimenta la rabbia sociale
L’1% della popolazione mondiale detiene quasi la metà della ricchezza aggregata netta totale.leggi tutto
Glocal
Esondazione Secchia del 2014: una sentenza da rivedere
Alluvione 2014, per la Procura non ci sono responsabili: archiviata l’inchiesta.leggi tutto
Glocal
Lo shutdown più lungo della storia americana
Lo shutdown americano, il più lungo della storia americana, sta avendo conseguenze negative che non riguardano soltanto il presente della più grande democrazia del pianeta, ma anche il futuro.leggi tutto
Glocal
I costi dello shutdown americano
Il Presidente americano vuole assolutamente il muro ai confini con il Messico: “farò tutto il necessario”, avrebbe dichiarato nei giorni scorsi, “il pubblico americano chiede il muro”.leggi tutto
Glocal
America in shutdown
Blocco di un quarto delle attività federali per mancanza di fondi. Trump: "Speriamo non duri a lungo". E rinuncia alle vacanze di Natale.leggi tutto
Glocal
Qualità della vita in Italia 2018
Italia Oggi, in collaborazione con l’Università “La Sapienza” di Roma, ha realizzato anche quest’anno l’indagine sulla qualità della vita in Italia. La classifica vede le province del Nord –Est fare la parte del leone, con Bolzano e Trento rispettivamente al 1° e 2° posto, seguite da alcune province del Nord-Est quali Belluno, Pordenone e Treviso rispettivamente al 3°, 5° e 9° posto.leggi tutto
Glocal
IL GOVERNO DEL CAMBIAMENTO
In conclusione abbiamo un’emergenza chiamata debito pubblico. Dobbiamo cominciare a pensare che sia il caso di smettere di spendere più soldi di quelli che abbiamo. Dobbiamo cominciare a pensare di smettere di promettere sogni che non si possono realizzare, e che occorre disinnescare l’incubo di una spirale di sfiducia nei confronti dell’Italia che manderebbe all’aria la nostra credibilità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchPiantagione di marijuana, la scoperta dei Carabinieri a Cavezzo
    • WatchNuova vita per le tartarughe abbandonate grazie alla Fattoria Bosco Saliceta
    • WatchL'esplosione della bomba di San Felice ripresa da terra

    Curiosità

    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Finale Emilia si riempie di cuori nei negozi
    Si ricorda così come la città abbia un cuore pulsante e una offerta che non ha nulla da invidiare ai centri commerciali e allo shopping su Internet[...]
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Cane scappa di casa e provoca incidente stradale, condannato il padrone
    Per omicidio colposo legato all'omessa custodia dell'animale[...]
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    Si ferma il viaggio di Cherif intorno al mondo: è innamorato
    "Il mio cuore ormai si è perso per lei", spiega il giovane che era stato con la Croce Rossa a San Felice a prestare aiuto durante il sisma[...]
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Fabbrica ticket falsi per non pagare il parcheggio
    Nei guai un professionista di 30 anni apparentemente insospettabile[...]
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Concordia, c'è una storia d'amore dietro la maxi rissa tra ragazzi
    Più di 40 ragazzini si erano dati appuntamento per picchiarsi[...]
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    "Il Panaro ha rotto gli argini a Nonantola" è una bufala. La sindaca minaccia denunce
    Allo stato attuale il livello del fiume è stazionario in lenta diminuzione[...]
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Paga per un appartamento a Tenerife ma è una truffa da più di mille euro
    Un pensionato carpigiano aveva visto un annuncio su internet[...]
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: