Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Coronavirus, nel modenese sempre meno contagi, meno polmoniti e meno ricoveri in Terapia Intensiva

Prosegue il calo dei casi positivi e il trend in cui il numero di tamponi negativi è sensibilmente superiore al numero dei nuovi casi. Ieri, sabato 2 maggio, sono stati refertati 697 tamponi, di questi 635 sono risultati negativi e 62 positivi, di cui 26 nuovi casi (gli altri erano ricontrolli); rimane costante sulla nostra provincia un numero di circa 600 tamponi refertati al giorno.

Questa riduzione complessiva è ancora più rilevante in rapporto all’aumento costante del numero di tamponi giornalieri eseguiti. Anche la percentuale di tamponi positivi refertati giornalmente è in continuo calo a partire dal 20-21 marzo, passando da valori intorno al 40/50% ai valori attuali, intorno al 9%. A questa riduzione ha contribuito in parte, sicuramente, anche l’allargamento della platea dei soggetti sottoposti a tamponi, con l’estensione a gruppi meno a rischio di positività rispetto ai periodi precedenti, come ad esempio i controlli fine isolamento.

La diminuzione delle positività in generale è legata non solo all’impatto delle misure di prevenzione e contenimento previste a livello nazionale, ma anche dall’evoluzione delle condizioni cliniche dei pazienti, che stanno progressivamente migliorando fino alla completa guarigione (identificata dal doppio tampone negativo).

La crescita dei contagi

Nel video in allegato è stato ricostruito il dinamismo di crescita dei contagi sul territorio provinciale, fino ai giorni del picco, a conclusione del quale il numero dei nuovi casi positivi si è ridotto progressivamente e dunque l’incremento risulta meno rilevante. I cerchi più grandi rappresentano i comuni dove è maggiore il numero dei contagiati. La progressiva crescita dei cerchi è influenzata dal numero di tamponi effettuati su ciascun territorio in relazione alla presenza di precedenti casi positivi: si nota infatti come sia da Carpi che prende il via l’epidemia, che poi però viene rilevata su tutti gli altri territori. Ad oggi l’unico comune in cui non è stato rilevato nessun caso è Fiumalbo. In generale sulla zona appenninica si evidenzia un’incidenza minore dell’infezione.

Accessi per polmonite ai Pronto soccorso della provincia

In linea con i grafici presentati la scorsa settimana, anche la curva (figura A) che rileva gli accessi per polmonite ai PS della provincia evidenzia un calo progressivo, seppur altalenante. Non solo calano gli accessi, ma anche i ricoveri rispetto agli accessi registrano una rilevante diminuzione. Tale andamento è da attribuire alle misure di distanziamento sociale adottate a inizio marzo e al rispetto delle norme di prevenzione del contagio da parte dei cittadini, comportamenti virtuosi che devono essere perseguiti con continuità e sui quali è opportuno mantenere la dovuta attenzione anche in questa nuova fase.

Ricoveri

Prosegue il buon andamento dei dati relativi alle persone presenti (figura 1) all’interno degli ospedali della rete modenese (Ospedali AUSL, dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria e Ospedale di Sassuolo) confermando il calo progressivo già rilevato la scorsa settimana. Come è già stato ricordato, il picco è stato raggiunto nella settimana tra il 24 marzo e il 1 aprile – erano presenti più di 500 pazienti covid positivi di cui circa 100 in terapia intensiva – mentre i dati attuali riportano valori tipici della fase decrescente.

 

Interessante la curva dei volumi di ammissione e dimissione descritti dalle curve di figura 2. Le curve evidenziano un rilevante calo delle ammissioni (arancione) e un aumento delle dimissioni (verde).

Oltre al distanziamento sociale e alle misure di contenimento del contagio la riduzione dei ricoveri e della presenza di pazienti ricoverati in ospedale è inoltre legata ad altri fattori positivi: la gestione sul territorio della casistica a rischio di ospedalizzazione attraverso i progetti di teleconsulto tra Medici di medicina generale (e Pediatri di libera scelta) e Pronto soccorso della provincia, con possibilità di attivazione di specifici percorsi di approfondimento diagnostico; le visite al domicilio garantite dalle Unità speciali di continuità assistenziale (USCA) in sinergia con i medici di famiglia; l’adozione di trattamenti terapeutici che risultano efficaci nella risoluzione del quadro clinico (impiego precoce di alti flussi di ossigeno, ventilazione con maschera, casco e ventilatore come pure l’impiego di farmaci quali ad esempio l’idrossicolorochina e il tocilizumab) che hanno consentito il contenimento dei ricoveri; l’appropriata gestione della fase di malattia sul territorio e in ospedale.

Esiti della malattia

Nella figura 3 è possibile rilevare la distribuzione dei casi in funzione degli esiti della malattia che sono suddivisi in malattia in corso (nei regimi di trattamento ospedaliero e domiciliare), guarigione o decesso, che prosegue nel trend positivo sui guaritiI canali dei nuovi contagi risultano i contatti famigliari e su questo l’Azienda sta agendo con una strategia articolata di raccomandazioni per il corretto isolamento al domicilio o in strutture alberghiere individuate laddove non sussistano idonee condizioni al domicilio.

L’andamento giornaliero dei cittadini con malattia in corso (figura 4) evidenzia una graduale riduzione, dopo il picco registrato nei primi giorni di aprile, sia per quanto riguarda i ricoverati – con particolare riferimento ai pazienti in terapia intensiva – sia rispetto a coloro che trascorrono la malattia in isolamento sul territorio (persone mai ricoverate o persone uscite dall’ospedale per ultimare la quarantena presso il domicilio o in hotel).

Rispetto ai decessi l’età media (al 29 aprile) è 81 anni, per il 62% sono uomini e per il 38% donne. Il tasso di mortalità in provincia per 10.000 abitanti è del 5,5, vale a dire che si riscontrano poco più di 5 decessi ogni diecimila abitanti.

 

ttps://youtu.be/_WqDX43xR5c

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    Alcune scene del video sono state registrate prima del DPCM dell'8 marzo 2020[...]