Eletto lo scorso 26 maggio al primo turno con il 56,55% dei voti, venerdì 7 giugno il sindaco Roberto Solomita ha nominato i componenti della nuova giunta comunale di Soliera, la squadra di assessori che lo accompagneranno nel suo secondo mandato alla guida dell’amministrazione comunale. Gli assessori saranno cinque: tre donne e due uomini.

Cristina Zambelli (52 anni, professional counselor, impegnata da anni nello sport solierese), dopo cinque anni come consigliera comunale nelle fila del Partito Democratico, andrà a ricoprire le cariche di vicesindaca e di assessora a Servizi Sociali, Sanità, Politiche abitative, Sviluppo Economico, Eventi e Promozione del territorio, Immigrazione e Integrazione, Volontariato e Pari opportunità, Comunicazione e Innovazione e Sviluppo Economico, Eventi e Promozione del territorio.
Maddalena Grazia (47 anni, architetta) viene riconfermata assessora; dopo essere entrata in Giunta due anni fa come indipendente, questa volta ne fa parte come iscritta al Partito Democratico. Continuerà ad occuparsi di Lavori Pubblici, Patrimonio e Viabilità.
Conferma anche per Marco Baracchi (43 anni, impiegato, Partito Democratico), che sarà il responsabile di Organizzazione, Risorse umane e finanziarie, Società partecipate, Frazioni e Partecipazione, e per Andrea Selmi (41 anni, insegnante, Sinistra Ambientalista per Soliera), a cui vanno le deleghe di Politiche educative, Giovani, Sport e Memoria.
Entra in squadra Katia Mazzoni (48 anni, bibliotecaria, impegnata in Legambiente, in rappresentanza di ViviAmo Soliera), per occuparsi di Ambiente, Mobilità sostenibile, Riqualificazione energetica, Europa e Gemellaggi. Infine il consigliere delegato Claudio Frattini ha ricevuto la delega al progetto speciale su Territorio e Imprese.

Il sindaco Solomita trattiene per sé le deleghe riguardanti l’Urbanistica, la Sicurezza, la Protezione Civile e la Cultura.

“Sono felice di cominciare questo nuovo percorso – spiega Solomita – siamo pronti a fare squadra e a lavorare concretamente per Soliera. Accanto a me ho cinque persone valide, ognuna di loro porta con sé un bagaglio specifico di esperienze maturate nel tessuto sociale solierese e non solo. Ho apprezzato la loro disponibilità nel mettersi in gioco, al servizio della comunità solierese; sono persone motivate, generose, competenti, e insieme potremo fare del nostro meglio”.