C’è aria di crisi nel M5S modenese. Anche a Bomporto, come in altri comuni della provincia, i pentastellati non sono riusciti a presentare una lista e, quindi, non hanno un candidato che correrà per diventare primo cittadino.

A mettere nero su bianco la situazione una nota dei consiglieri uscenti Tiziana Cipriani, William Grosoli e Francesco Piro:

Il Movimento 5 stelle alla vigilia delle consultazioni amministrative si vede costretto, se pur a malincuore, a rinunciare alla presentazione di una propria lista. Questa sofferta decisione si è resa obbligatoria dal momento che i candidati a sindaco, per una serie di stringenti motivi, dal professionale al logistico, si sono resi indisponibili. La ormai cronica scarsa partecipazione dei cittadini, sommata al vano tentativo di costituire una lista civica fondata su un programma condiviso e non ultimo i tempi stringenti non ci consentono di proporre alternative valide – affermano i consiglieri -. Nel rispetto di un caposaldo del Movimento, vale a dire: “ qualora non sussistano le condizioni ottimali per testimoniare la nostra presenza è preferibile non presentare alcuna candidatura” non mancherà comunque la nostra incisiva e incalzante presenza sul territorio. Allo stesso tempo dopo aver ricordato che il nostro simbolo non sarà presente, diffidiamo chiunque a presentare liste con simboli subdolamente ammiccanti e millantare appartenenza al movimento 5 stelle.

A Bomporto la sfida sarà tra Angelo Giovannini che corre per il Pd e Roberto Garuti per il centrodestra.

LEGGI ANCHE:

Elezioni, a Bomporto Roberto Garuti è il candidato sindaco del centrodestra

Bomporto, il candidato sindaco per il centro sinistra è Angelo Giovannini

Solo un candidato a Bomporto, Bastiglia e Ravarino, Comuni a rischio Commissariamento