Conosciamo i candidati sindaco con 5 domande sul programma che portano avanti con i loro candidati consiglieri. Ecco Roberto Garuti, candidato Sindaco per la lista Uniti per Bomporto.

Cosa propone per ridurre la criminalità e aumentare il senso di sicurezza tra i suoi concittadini?

La sicurezza è un tema tanto delicato quanto trascurato dalle precedenti amministrazioni, un problema che grava pesantemente sui cittadini, tutti siamo a conoscenza dei gravi fatti di criminalità a cui anche il nostro territorio non è stato indenne. La Lega da sempre si batte per arginare una delinquenza sempre più tutelata.
Proponiamo una rete di telecamere in grado di monitorare gli ingressi e le uscite dal territorio degli autoveicoli, collegate ad una centrale che possa fornire immediatamente dati sul veicolo, il possessore, se assicurato se revisionato ma soprattutto se rubato, in modo da poter intervenire immediatamente.
Puntiamo inoltre ad attivare una collaborazione tra le forze dell’ordine da garantire un servizio h24 anche con l’ausilio di volontari. Istituzione di sede stabile di vigilanza per il controllo del territorio anche privata. Promozione di progetti contro le truffe agli anziani. Revisione del controllo di vicinato, eventuale Daspo e Taser con applicazione dei Decreti Sicurezza.

Strade e traffico. Ha delle proposte di realizzazione immediata su questo tema?

La viabilità è un nodo cruciale per il nostro comune, ma trova aperta, una su tutte, la ferita dovuta all’incapacità e incompetenza: la tangenziale di Sorbara; progettata e riprogettata negli anni senza arrivare mai ad una conclusione ma anzi scegliendo in fine  un percorso a sud del paese devastante per la circolazione, per il territorio e per la sua fruibilità per i cittadini della frazione. Noi proponiamo un percorso a nord particolarmente utile anche per smaltire traffico di più lungo raggio verso e da nord.

Quali sono le sue idee per migliorare l’ambiente, dal contrasto agli abbandoni di spazzatura all’inquinamento industriale?

Che dire della spazzatura? I fossati ne sono pieni, i mezzi meccanici passano a rasare l’erba e i rifiuti si spargo in ampie zone e non sono più recuperabili, quindi utile istituire un protocollo per il recupero da un lato e il sanzionamento dall’altro. Anche se dovremo rivedere nel dettaglio le condizioni della raccolta differenziata.

Cosa ha imparato da questa campagna elettorale?

La campagna elettorale, non mi ha insegnato cose che non sapessi, ho semmai avuto conferma di quanto sia difficile  e di come per politica si possa perdere un amico e guadagnarne 100.

Quale sarà la prima ordinanza che varerà se diventa sindaco?

Ordinanze preconfezionate non ne abbiamo ma tanto c’è da fare per agevolare le nostre imprese del territorio…e siano certi gli elettori che faremo tutto il possibile.

Infine, quale appello al voto rivolge agli elettori? 

Agli elettori dico una sola cosa, pensate al meglio per voi stessi, non ascoltate le sirene che da oltre 70 cercano di mantenere il paese ingabbiato a falsi pregiudizi. La politica è come il commercio senza concorrenza non c’è correttezza. Infine chiedo, perché continuare a curare il malato con la stessa medicina quando vedi che il paziente muore? Cambiare si può.