Conosciamo i candidati sindaco con 5 domande sul programma che portano avanti con i loro candidati consiglieri. Ecco Luca Prandini che è sostenuto dalla lista civica Insieme per Concordia.

Cosa propone per ridurre la criminalità e aumentare il senso di sicurezza tra i suoi concittadini?

Il primo pensiero oggi è per le vittime dell’incendio appiccato alle Sede dei Vigili Urbani di Mirandola e dell’Unione dei Comuni. Vivere sicuri è diritto di ogni cittadino. Oltre alle tante cose fatte in questi 5 anni grazie al Corpo Unico intercomunale di Polizia Municipale, sono molti i punti dedicati alla sicurezza nel programma della nostra Lista “Insieme per Concordia”, punti che sono frutto anche del confronto coi concordiesi. Penso al nuovo progetto denominato “3×6″ che realizzeremo: si individuano 3 priorità, selezionate tra le richieste e le segnalazioni dei concordiesi, e l’Amministrazione si impegna ad individuare una soluzione in 6 mesi e darne conto ai cittadini per avere un riscontro. Penso al potenziando l’organico della polizia municipale per rafforzare ulteriormente la presenza, con particolare attenzione alle frazioni. Penso alla richiesta di più personale sul territorio anche da parte delle altre forze dell’Ordine. Completeremo l’installazione del sistema di videosorveglianza nel capoluogo e nelle frazioni e introdurremo un nuovo sistema di controllo dei varchi di entrata nel territorio di Concordia. La videosorveglianza sarà estesa al centro sportivo e ai parchi pubblici, sosterremo economicamente l’installazione di sistemi antintrusione nelle abitazioni e rafforzeremo il “Controllo di vicinato”. Intendiamo poi attivare un programma di presenza regolare nelle frazioni della Polizia Municipale. La riapertura, i lavori sono in corso, della caserma dei carabinieri in centro sarà un altro passo importante.

Strade e traffico. Ha delle proposte di realizzazione immediata su questo tema?

I nostri progetti sulla viabilità sono molti e strettamente connessi alle opere pubbliche già realizzate e che verranno realizzate a breve. In campo di viabilità i lavori in corso riguardano e riguarderanno il completamento della rotatoria Via Martiri della Libertà, il completamento della pista ciclabile di Via Martiri della Libertà, la realizzazione della nuova piazza in Via Garibaldi e relativa rete dei sottoservizi, nonché l’esecuzione delle opere per il collegamento della nuova “Piazza Marconi” di cui cominceranno a breve i lavori, con la viabilità esistente. I nostri programmi futuri riguarderanno la riqualificazione della viabilità adiacente la zona dell’edificio della nuova scuola media e della pista ciclabile di Via Martiri della Libertà dal canale Sabbioncello verso Via Paglierine con passerella sul canale, già autorizzata da ente Burana e compresa nelle opere di urbanizzazione del “Polo della Meccatronica”. Abbiamo in programma la pista ciclabile di Via Martiri della Libertà verso frazione di Fossa, incrocio Via Mazzalupi, unitamente all’adozione e la  realizzazione del Piano delle ciclabili per il collegamento con il capoluogo delle frazioni di Santa Caterina, San Giovanni e Vallalta e comuni confinanti, come San Possidonio). Chiameremo la Provincia di Modena ad intervenire prioritariamente nella manutenzione e rifacimento delle strade provinciali di sua competenza, come la viabilità Concordia/Mirandola, Concordia/San Giacomo delle Segnate, Concordia/Quarantoli.

Quali sono le sue idee per migliorare l’ambiente, dal contrasto agli abbandoni di spazzatura all’inquinamento industriale?

La vivibilità di un territorio si misura anche dalla sua qualità ambientale e tecnologica e dal rispetto verso l’ambiente, aspetto sul quale sono tante le azioni che proponiamo.
Come prima cosa, però, vogliamo ribadire ancora una volta il nostro NO all’impianto di biometano e pertanto è nostro impegno tenere alta l’attenzione e mettere in atto tutte le azioni necessarie per la salvaguardia e tutela dei cittadini e del territorio in relazione all’impatto di questo impianto che giudichiamo non sostenibile. Sempre in campo ambientale adotteremo il nuovo Patto dei Sindaci, il Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima, in concerto con i nove comuni dell’U.C.M.A. Favoriemo la mobilità elettrica e ibrida, attraverso l’installazione di colonnine di ricarica per auto e biciclette elettriche. Continueremo attraverso il Centro di educazione ambientale  la Raganella le attività di promozione nelle scuole, per la salvaguardia e sostenibilità ambientale, come la raccolta differenziata dei rifiuti, il rispetto ambientale della natura e l’adozione di sani stili di vita. Promuoveremo la gestione dell’Oasi Val di Sole da parte di associazioni ambientaliste, con l’obiettivo di mantenere curata l’area e permettere visite da parte delle scuole e iniziative legate alla promozione del territorio. Intendiamo mantenere agli  attuali livelli record di percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti e il monitoraggio del modello unico di raccolta gestito da AIMAG sul territorio dell’Unione, che ha in essere la tariffazione puntuale a corrispettivo. Avvieremo il progetto di raccolta domiciliare di plastica e vetro, nonché  di riduzione dell’uso della plastica nei servizi comunali. Sosterremo le guardie ecologiche volontarie GEV per attività di contrasto all’abbandono dei rifiuti, il presidio dei parchi e per l’organizzazione di giornate di sensibilizzazione e di pulizia del territorio. Promuovere l’apertura di un emporio di materiali e oggetti destinati al riuso, che ancora possano trovare un’utilità, gestito dalle associazioni locali.

Cosa ha imparato da questa campagna elettorale?

Ho imparato innanzitutto che la squadra fa la differenza: con i tanti nuovi nomi della lista, come con le positive riconferme, abbiamo fatto una campagna elettorale all’insegna delle proposte costruttive e dell’investimento  positivo sul futuro di Concordia.
Le nostre idee e proposte e l’ascolto delle persone sono state la nostra unica bussola. Abbiamo incontrato ed ascoltato tantissime persone, e continuiamo a farlo, in tutte le frazioni e nel capoluogo, con tante iniziative ed incontri tematici. Non abbiamo lasciato indietro nessuno: la partecipazione ed il confronto sono l’unica strada per noi possibile se si vuole amministrare bene una comunità. E per noi proprio la comunità ha un valore inestimabile, come dice lo slogan che abbiamo scelto “Il valore della comunità”.

Quale sarà la prima ordinanza che varerà se diventa sindaco?

Veramente penso che i primi provvedimenti che adotterò, se sarò rieletto sindaco, riguardino la cultura e i giovani. Perché sono loro la più grande ricchezza della comunità. La cultura, assieme alla Scuola, rappresenta nello stesso tempo la storia e il futuro della nostra comunità. E i nostri ragazzi ne sono gli attori principali e devono essere messi in condizione da una amministrazione di essere protagonisti della vita civile. Quindi, ad esempio, vogliamo cominciare a lavorare  al progetto culturale in vista della riapertura del rinnovato Teatro del Popolo La riapertura del Teatro dovrà essere accuratamente preparata ed accompagnata da un progetto culturale radicato e sentito dalla comunità e al tempo stesso capace di attrarre in permanenza creazioni e residenzialità artistica a Concordia. Per i giovani invece vogliamo costituire il Forum permanente dei giovani di Concordia per renderli parte attiva delle scelte amministrative della nostra comunità.

Infine, quale appello al voto rivolge agli elettori? 
L’appello che rivolgo ai concordiesi è un appello racchiuso in questi 3 minuti di video, in cui ci siamo noi, la nostra squadra di “Insieme per Concordia”, i nostri cuori e i nostri pensieri per la comunità di Concordia che abbiamo in testa. Prendetevi 3 minuti e guardatelo, vale molto più di mille parole. Buona visione e buon voto!