Conosciamo i candidati sindaco con 5 domande sul programma che portano avanti con i loro candidati consiglieri. Ecco Marco Bergamini, che a Medolla corre con la lista civica Indipendente Medolla

Cosa propone per ridurre la criminalità e aumentare il senso di sicurezza tra i suoi concittadini?

Risposte precise, ai cittadini, in tema di sicurezza non sono più rinviabili. Ai proclami è necessario fare seguire azioni forti che facciano sentire la presenza delle istituzioni, specialmente dopo i dati presentati dal Viminale che vedono i crimini predatori in aumento del 5,6% in provincia di Modena. Fina dalla campagna elettorale del 2009, abbiamo rilevato la necessità di una caserma nuova dei carabinieri per assicurarci che la stazione di Medolla non venisse soppressa e per dare un’immagine di efficienza e consentire agli operatori di lavorare in modo proficuo. Coordinamento vero con le altre forze dell’ordine in special con il corpo di polizia locale che deve incrementare la presenza sul territorio con azioni specifiche di controllo e prevenzione. Supportare e favorire lo sviluppo del controllo di vicinato integrato dall’applicazioni di dispositivi di allontanamento dal territorio comunale per le persone indesiderate (DASPO) Videosorveglianza reale con installazione di varchi elettronici di accesso al territorio comunale.

Strade e traffico. Ha delle proposte di realizzazione immediata su questo tema?

Relativamente al trasporto locale, il tema deve essere affrontato su due livelli separati. La prospettiva di medio lungo termine che deve vedere la realizzazione della Cispadana, arteria a scorrimento veloce che garantisce il collegamento EST-OVEST e la sistemazione della Statale 12 per il collegamento SUD-NORD compreso il prolungamento della tangenziale di Medolla-Mirandola sino alla località Santa Giustina. Per la provinciale 468 sin dal 2009 proponiamo l’apertura di una tangenziale che dalla località Ramadini, attraversando via ponte Bianco sbuchi sulla via Sparato per deviare il traffico pesante dal centro di Medolla In attesa di un’opera da concertare con gli altri comuni, si rende necessario sfavorire il transito ai mezzi pesanti, tramite l’apposizione di idonea cartellonistica. Il secondo versante è quello delle strade locali che non vedono una manutenzione integrale da almeno 15 anni. Strade pensate per birocci a trazione animale, sopportano il transito di mezzi pesanti ed agricoli di dimensioni e tonnellaggio imponenti. Il bordo stradale deve essere allargato e sostenuta la riva per consentire da subito l’incrocio in sicurezza tra mezzi che transitano in senso contrario. Asfaltatura completa delle strade comunali di accesso da sviluppare in cinque anni

Quali sono le sue idee per migliorare l’ambiente, dal contrasto agli abbandoni di spazzatura all’inquinamento industriale?

Implementazione di tutti i sistemi Green oggi conosciuti, dall’uso di energia rinnovabile anche per le attività pubbliche, riduzione dell’inquinamento luminoso e controllo (coinvolgimento UCMAN) sull’impatto di nuovi e vecchi impianti produttivi, alla effettiva implementazione di aree boschive urbane per la cui manutenzione è necessario attivare la collaborazione della cittadinanza. La politica generale sui rifiuti deve vedere un cambio di strategia complessivo che, nel rispetto degli obiettivi di differenziazione della raccolta, preveda in ritorno ad un modello meno costoso come la raccolta da cassonetto stradale attivato da tessera magnetica. Sfalci e potature raccolte da cassone stradale, incremento dei controlli sull’abbandono dei rifiuti nelle campagne con incremento delle sanzioni.

Cosa ha imparato da questa campagna elettorale?

La cosa che mi ha favorevolmente impressionato è stata la partecipazione dei cittadini alle iniziative elettorali, mai nelle precedenti tornate amministrative si era vista una presenza attiva come quella di queste settimane e culminata nella serata del confronto a tre di lunedì sera. Voglia di partecipare e di capire i meccanismi amministrati che portano alle scelte politiche, in un clima assolutamente disteso e lontano dalle faziosità degli anni passati.

Quale sarà la prima ordinanza che varerà se diventa sindaco?

Applicazione di norme per l’allontanamento dal territorio delle persone non desiderate (DASPO) perché dobbiamo dare un segnale forte ed immediato di legalità e vicinanza ai cittadini.

Infine, quale appello al voto rivolge agli elettori? 

Negli ultimi 5 anni abbiamo lavorato sodo, come opposizione, per preparare il cambiamento del governo di Medolla, siamo convinti di avere svolto un buon lavoro. Per non disperdere questo patrimonio di conoscenza della macchina amministrativa, di impegno fattivo verso i cittadini e la possibilità di mandare il PD all’opposizione, facciamo appello ai cittadini per un voto utile. L’unica alternativa al PD a Medolla è Marco Bergamini Sindaco.