FINALE EMILIA, MIRANDOLA, MEDOLLA E SAN FELICE – Si scaldano i motori della campagna elettorale per le elezioni europee, che si tengono in contemporanea alle amministrative il 26 maggio. Non sembrano esserci particolari investimeni dei candidati in questa campagna elettorale, almeno a vedere i pochi manifesti pubblicitari per le Europee vengono attaccati nelle nostre città. Un esempio a Mirandola, dove campeggia solitario il manifesto de La Sinistra.

Ma anche nella Bassa fanno tappa i tour dei candidati: sono previsti quattro appuntamenti, in particolare, nei prossimi giorni.

La Sinistra si presenta a Finale Emilia giovedì 16 maggio e a Mirandola lunedì 21 maggio

Giovedì 16 maggio alle ore 21.00 si terrà presso la sala della autostazione di Finale Emilia, in via stazione, un incontro pubblico di presentazione della lista La Sinistra e del programma che propone per l’Europa con alcuni dei candidati nel collegio Nord Est alle elezioni europee del 26 maggio 2019. Analogo incontro, con Mauro Collina e Chiara Mancini è previsto lunedì 21 maggio alle ore 21 in sala consiliare a Mirandola.
La Sinistra  – si legge in una nota – è l’unica lista di sinistra che si presenta alle elezioni europee e aderisce al programma comune che il Partito della Sinistra Europea presenta in tutti i paesi dell’Unione.
Dopo un’introduzione di Stefano Lugli, consigliere comunale per la lista Sinistra Civica per Finale Emilia, interverranno i candidati Adelmo Cervi, Chiara Mancini e Mauro Collina.
Adelmo Cervi è il terzogenito dei sette fratelli Cervi fucilati dai fascisti al poligono di tiro di Reggio Emilia il 28 dicembre 1943 e attraverso l’impegno politico e sociale a favore della Costituzione Antifascista porta avanti la memoria della sua famiglia e della Resistenza italiana. La sua presenza a Finale Emilia è particolarmente significativa dopo i ripetuti interventi revisionisti del sindaco Palazzi.
Chiara Mancini con i suoi 25 anni appena compiuti è la più giovane candidata d’Italia alle elezioni europee. Forlivese, si è laureata in Economia e Commercio con una tesi che approfondisce le ragioni della contrarietà agli accordi commerciali CETA e TTIP e attualmente è laureanda al corso di laurea magistrale “Management dell’Economia Sociale” a Forlì. Segue e organizza doposcuola popolari per studenti di scuole medie e superiori e corsi di italiano rivolti a donne straniere nel comune di Meldola.
Mauro Collina, bolognese di 64 anni, fa il barista in uno storico bar in pieno centro a Bologna. Ha collaborando alla nascita del Dipartimento Nazionale Antifascismo di Rifondazione Comunista, è vice presidente della Sezione Bolognina dell’ANPI e da sempre è attivo nel campo della solidarietà internazionale interessandosi ai problemi dell’immigrazione e dei diritti umani.

A Finale Emilia Massimo Santini (Pd)

Gran parte dell’attenzione politica è concentrata sulle elezioni amministrative, il 26 maggio, però, tra le schede troveremo anche quella per il rinnovo del Parlamento Europeo. Una consultazione elettorale estremamente importante, questa, perché cade in un momento di grande difficoltà per l’Unione Europea, al centro di critiche ed attacchi da parte dei movimenti cosiddetti sovranisti.

Per capire come sia possibile “svegliare” l’Europa e sfruttarne le opportunità, ad esempio attivando i fondi europei e spenderli per creare opportunità di lavoro, CNA si confronterà  giovedì 16 maggio, alle 18, presso CIGA Impianti (a Finale Emilia, in via Miari, 23), con uno dei candidati, Massimo Santini, che si presenterà nelle liste del Partito Democratico.

Quarantasei anni, reggiano di nascita ma modenese di adozione (nella nostra città di è anche laureato), Massimiliano Santini ha lasciato il suo lavoro alla Banca Mondiale, l’istituto di credito internazionale che finanzia gli investimenti nei Paesi in via di sviluppo, per affrontare la campagna elettorale. I suoi precedenti professionali – oltre alla Banca Mondiale, 18 anni in diversi istituti privati e pubblici ed esperienze di lavoro in venti Paesi – fanno dell’economista modenese un esperto di temi politici ed economici su vasta scala.

Le candidate dei Cinque Stelle alle Europee domenica a Finale Emilia

Con l’avvicinarsi delle elezioni europee, importantissime per il futuro del nostro paese e della nostra comunità è necessario mettere al centro le persone, i temi, i programmi ed il territorio. Per questo motivo, domenica 19 maggio, vi invitiamo tutti a partecipare ad un aperitivo presso il bar pub Agorà di Finale Emilia, dove conoscere Sabrina PignedoliElena Mazzoni – Candidata Parlamento Europeo Circoscrizione Nord-Est e Nadia Piseddu – Candidata Elezioni Europee 2019 per il Nord Estcandidate al parlamento europeo.
Dalle ore 18 parleremo di diversi importanti temi, che ci coinvolgono ogni giorno. Parleremo anche di politiche nazionali con Maria Edera Spadoni vice presidente della Camera, e di come sia importante per l’Italia, portare il cambiamento anche in Europa, è importantissimo informarsi e soprattutto andare a votare, portate con voi un indeciso, o una persona che non vuole andare a votate. Continuiamo il cambiamento insieme.

Elisabetta Gualmini a Medolla e a San Felice

Lunedì è arrivata nella Bassa Elisabetta Gualmini, la vice presidente della Regione che corre capolista per i Pd nella nostra circoscrizione Nord Est. La Gualmini è stata a San Felice sul Panaro e a Medolla. Commenta lei su Facebook16:

Due bellissimi incontri, pieni di giovani, in due luoghi a me molto cari. Luoghi che abbiamo visto soffrire e con cui abbiamo sofferto per il terremoto, nel 2012. Una ferita che noi emiliani non dimenticheremo mai, non solo per gli aspetti drammatici, ma anche per il modo in cui ci siamo rialzati, subito, con grinta, coraggio, determinazione. Siamo fatti di questa pasta, noi emiliani. Noi “teniamo botta”, sempre. Il “modello Emilia” merita di essere portato in Europa. Con me