Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Finale Emilia e San Zenone, storia di un santo e di una richiesta

FINALE EMILIA – Correva l’anno…  sono passati oltre duecento anni da quando San Zenone è stato dichiarato patrono della Città di Finale Emilia, eppure la sua storia si intreccia con quella della Nobil Terra da molto tempo prima.
Ma andiamo con l’ordine con cui don Ettore Rovatti racconta nel suo libro Finale Emilia – Mille anni di storia,  e cerchiamo di capire chi fosse questo personaggio raffigurato in due statue (la più conosciuta ed antica nella facciata del municipio della Città e la più recente sul lato est del Castello), in diverse raffigurazioni, alcune veramente pregevoli (come la tela di Stefano da Carpi dove il santo sostiene il castello di Finale) e addirittura su una campana della cella campanaria della torretta del municipio, almeno fino al sisma del 20 maggio 2012.

Dei diversi santi che portano lo stesso nome, Zenone (un paio di vescovi, un padre di famiglia, due ufficiali dell’esercito romano, quasi tutti dei primi secoli del cristianesimo), il nostro è il tribuno romano martirizzato a Roma sotto Diocleziano, presso Le Tre Fontane (luogo del martirio di San Paolo), insieme ai suoi 10.203 compagni, il 9 luglio, giorno nel quale viene anche festeggiato, secondo il martirologio romano.

Le sue reliquie giungono a Finale il 9 luglio 1567  – data ricordata nei festeggiamenti odierni – con bolla pontificia (bellissimo e prezioso documento conservato presso l’archivio parrocchiale) che attesta l’autenticità delle ossa prelevate presso il luogo del martirio. Zenone viene quindi dichiarato protettore dell’Accademia dei Fluttuanti, attiva in Finale in quegli anni; in tempi più recenti il nome verrà utilizzato per iniziative, premi, realtà commerciali e imprenditoriali del territorio.

Si arriva poi fino al 1715 quando la Comunità civile, cioè il Comune, chiede a Roma che San Zenone sia dichiarato protettore di Finale Emilia: la richiesta viene avvallata dai parroci del territorio e da vari ordini religiosi.
La proclamazione avverrà nel 1745 per opera del Papa Benedetto XIV, amico della Nobile Terra del Finale come riportato nel libro di Don Ettore.

Altre reliquie del Santo e dei compagni martiri arriveranno nel 1769 e saranno custodite fino al terremoto del 2012 nell’altare dedicato, il terzo nella navata sinistra del Duomo, in un reliquiario in legno oggi conservato nella canonica di Corso Cavour.

Come ogni santo che si rispetti anche san Zenone ha le sue leggende e, in particolare, da queste parti si ricorda il miracolo della nebbia durante la calata degli Unni.
A Massa dicono che fu opera di San Geminiano, patrono della parrocchia, ma non essendoci testimoni, ciascuno può attribuirlo a chi crede. Certo è che San Zenone è il patrono ‘civico’ quindi del Comune intero, mentre San Geminiano e, nel capoluogo, la Beata Vergine delle Grazie sono i protettori delle comunità parrocchiali di Massa e Finale.
Insomma: nessun sovraffollamento, piuttosto una saggia dislocazione.

Un  giornale del 1786 parla di triduo e festa in onore del santo e di ‘assiduo concorso di popolo’ alle celebrazioni e alle iniziative. Dal 2004, su felice intuizione di don Luca Fioratti, giovane sacerdote di origini finalesi, la festa di San Zenone viene ripristinata il 9 luglio con la celebrazione della S. Messa, una breve processione per le vie del centro, benedizione del paese con le reliquie alla presenza delle autorità civili e militari e con la partecipazione delle associazioni di volontariato.

di Antonella Diegoli

Preghiera a San Zenone tratta da un vecchio santino

O glorioso San Zenone, nostro patrono, volgi su di noi il tuo sguardo d’amore: proteggi ancora la Città  di Finale Emilia, in tutte le sue realtà, accompagnaci con la tua provvida intercessione e ottienici dal Signore di camminare sempre nella concordia e nella pace.

 

 

La celebrazione del patrono san Zenone a Finale Emilia il 9 luglio 2020.

San Zenone 9 luglio 2020 – Patrono della Città di Finale Emilia – saluto del Sindaco Sandro Palazzi

Pubblicato da Comune di Finale Emilia su Venerdì 10 luglio 2020

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]