Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
29 Novembre 2022

Finale Emilia e San Zenone, storia di un santo e di una richiesta

FINALE EMILIA – Correva l’anno…  sono passati oltre duecento anni da quando San Zenone è stato dichiarato patrono della Città di Finale Emilia, eppure la sua storia si intreccia con quella della Nobil Terra da molto tempo prima.
Ma andiamo con l’ordine con cui don Ettore Rovatti racconta nel suo libro Finale Emilia – Mille anni di storia,  e cerchiamo di capire chi fosse questo personaggio raffigurato in due statue (la più conosciuta ed antica nella facciata del municipio della Città e la più recente sul lato est del Castello), in diverse raffigurazioni, alcune veramente pregevoli (come la tela di Stefano da Carpi dove il santo sostiene il castello di Finale) e addirittura su una campana della cella campanaria della torretta del municipio, almeno fino al sisma del 20 maggio 2012.

Dei diversi santi che portano lo stesso nome, Zenone (un paio di vescovi, un padre di famiglia, due ufficiali dell’esercito romano, quasi tutti dei primi secoli del cristianesimo), il nostro è il tribuno romano martirizzato a Roma sotto Diocleziano, presso Le Tre Fontane (luogo del martirio di San Paolo), insieme ai suoi 10.203 compagni, il 9 luglio, giorno nel quale viene anche festeggiato, secondo il martirologio romano.

Le sue reliquie giungono a Finale il 9 luglio 1567  – data ricordata nei festeggiamenti odierni – con bolla pontificia (bellissimo e prezioso documento conservato presso l’archivio parrocchiale) che attesta l’autenticità delle ossa prelevate presso il luogo del martirio. Zenone viene quindi dichiarato protettore dell’Accademia dei Fluttuanti, attiva in Finale in quegli anni; in tempi più recenti il nome verrà utilizzato per iniziative, premi, realtà commerciali e imprenditoriali del territorio.

Si arriva poi fino al 1715 quando la Comunità civile, cioè il Comune, chiede a Roma che San Zenone sia dichiarato protettore di Finale Emilia: la richiesta viene avvallata dai parroci del territorio e da vari ordini religiosi.
La proclamazione avverrà nel 1745 per opera del Papa Benedetto XIV, amico della Nobile Terra del Finale come riportato nel libro di Don Ettore.

Altre reliquie del Santo e dei compagni martiri arriveranno nel 1769 e saranno custodite fino al terremoto del 2012 nell’altare dedicato, il terzo nella navata sinistra del Duomo, in un reliquiario in legno oggi conservato nella canonica di Corso Cavour.

Come ogni santo che si rispetti anche san Zenone ha le sue leggende e, in particolare, da queste parti si ricorda il miracolo della nebbia durante la calata degli Unni.
A Massa dicono che fu opera di San Geminiano, patrono della parrocchia, ma non essendoci testimoni, ciascuno può attribuirlo a chi crede. Certo è che San Zenone è il patrono ‘civico’ quindi del Comune intero, mentre San Geminiano e, nel capoluogo, la Beata Vergine delle Grazie sono i protettori delle comunità parrocchiali di Massa e Finale.
Insomma: nessun sovraffollamento, piuttosto una saggia dislocazione.

Un  giornale del 1786 parla di triduo e festa in onore del santo e di ‘assiduo concorso di popolo’ alle celebrazioni e alle iniziative. Dal 2004, su felice intuizione di don Luca Fioratti, giovane sacerdote di origini finalesi, la festa di San Zenone viene ripristinata il 9 luglio con la celebrazione della S. Messa, una breve processione per le vie del centro, benedizione del paese con le reliquie alla presenza delle autorità civili e militari e con la partecipazione delle associazioni di volontariato.

di Antonella Diegoli

Preghiera a San Zenone tratta da un vecchio santino

O glorioso San Zenone, nostro patrono, volgi su di noi il tuo sguardo d’amore: proteggi ancora la Città  di Finale Emilia, in tutte le sue realtà, accompagnaci con la tua provvida intercessione e ottienici dal Signore di camminare sempre nella concordia e nella pace.

 

 

La celebrazione del patrono san Zenone a Finale Emilia il 9 luglio 2020.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto| Tutto quello che c’è da sapere del cachi
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Prevenire la carie nei molari dei bambini? Si può
Attraverso la sigillatura dei solchi, una procedura assolutamente non invasiva ma in grado di limitare il rischio carie.leggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere dell’africanetto
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
E adesso un libro, rubrica di libri. Sei titoli che dicono: "Leggimi!"
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della Tenerina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Luca Bnà, da Mirandola in Lussemburgo per giocarsi la coppa del Mondo dei pasticceri
    Mentre gli azzurri di Mancini non ce l'hanno fatta ad accedere ai Mondiali di calcio, le eccellenze della cucina nazionale - con Luca capofila per i dolci - portano i nostri colori all'analoga competizione riservata ai cuochi di tutto il mondo[...]
    Il supercalcolatore Leonardo entra in funzione a Bologna: garantirà l’80% della potenza di calcolo italiana e oltre il 20% di quella europea
    Aiuterà in vari settori: Il supercalcdall’osservazione del cosmo alla scienza dei materiali, dalla space economy ai cambiamenti climatici, dalla genomica ai gemelli digitali di città e della Terra, dalla previsione di eventi naturali estremi alla medicina personalizzata, dalle energie rinnovabili alla cybersecurity, dall’agrifood al patrimonio culturale, al contrasto alle frodi.[...]
    A Finale Emilia nuovi alberi in zona coop per la sede dei Rulli Frulli
    Si chiamano Gedeone, Francesco, Leccino, Giampiero e Diona: i loro nomi li hanno scelti i bambini e le bambine della scuola elementare[...]

    Curiosità

    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Esercitazione anti incendio nella Galleria dell'Alta velocità di Bologna- LE FOTO
    Lo scenario ipotizzato è stato quello di un principio di incendio su un mezzo utilizzato per la manutenzione dell’infrastruttura, in quel momento in corso di trasferimento con tre tecnici a bordo e la conseguente fermata di emergenza nella stazione sotterranea di Bologna Centrale.[...]
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Aironi guardabuoi, con il riscaldamento globale non partono per l'Africa e restano qui: salvati in 4 a Modena
    Destabilizzati dal meteo ritardano la partenza per poi trovarsi, col calare delle temperature, con difficoltà respiratorie. Quattro esemplari in difficoltà sono stati salvati in questi giorni dal Pettirosso. [...]
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    Sequestrata una falsa Ferrari: era una Toyota trasformata artigianalmente
    L'auto era stata trasformata nella carrozzeria e negli accessori esterni per renderla del tutto somigliante a una Ferrari F430[...]
    Mondiali, foto con la bocca tappata per i giocatori tedeschi: "Diritti umani non negoziabili"
    Mondiali, foto con la bocca tappata per i giocatori tedeschi: "Diritti umani non negoziabili"
    Protesta dei giocatori della Germania contro la decisione della Fifa di vietare la fascia arcobaleno con la scritta 'One love'[...]
    Colpa degli altri e autopromozione, i risultati della ricerca sugli stili di guida degli automobilisti
    Colpa degli altri e autopromozione, i risultati della ricerca sugli stili di guida degli automobilisti
    Seconda edizione della ricerca sugli stili di guida, commissionata da Anas e condotta da CSA Research - Centro Statistica Aziendale[...]
    Mondiali Qatar 2022, Argentina eletta la Nazionale del cuore degli italiani
    Mondiali Qatar 2022, Argentina eletta la Nazionale del cuore degli italiani
    Superscommesse e Supernews hanno lanciato un sondaggio che ha permesso a migliaia di appassionati di votare per la propria Nazionale del cuore in questo Mondiale 2022.[...]
    Nonantola, l'Osteria di Rubbiara compie 160 anni
    Nonantola, l'Osteria di Rubbiara compie 160 anni
    La famiglia Pedroni dai sei generazioni gestisce lo storico locale nella campagna di Nonantola[...]
    Aemilia 240: concluse le riprese della docufiction sul maxi-processo per infiltrazione della 'ndrangheta
    Aemilia 240: concluse le riprese della docufiction sul maxi-processo per infiltrazione della 'ndrangheta
    La docufiction andrà in onda sulla Rai dopo il lavoro di montaggio e post-produzione.[...]
    "Tour music fest", con i big della musica italiana 36 artisti dell'Emilia-Romagna
    "Tour music fest", con i big della musica italiana 36 artisti dell'Emilia-Romagna
    Le giovani eccellenze emiliane e romagnole protagoniste dell’edizione speciale per i 15 anni TMF con Kara DioGuardi, ex giudice di American Idol, Paola Folli, Mazay DJ, Giuseppe Barbera, Massimo Satta, i coach di Berklee College of Music[...]
    • malaguti