Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Soliera, in un libro la storia dell’azienda Areilos, mezzo secolo di vita solierese

SOLIERA-  Domenica 18 ottobre, alle ore 15, i locali della Polisportiva solierese di piazzale Loschi 190 ospitano la presentazione di “AREILOS. Storie di uomini e donne a Soliera”, un libro curato dal Centro Studi Storici Solieresi che racconta, con l’ausilio di un corposo apparato fotografico, la vicenda di una delle più significative realtà produttive della provincia modenese nel secolo scorso. Sorta nei primi anni ’50, ancora nel contesto del dopoguerra, l’azienda ha accompagnato per mezzo secolo (fino al 2007) la vita di tantissimi solieresi. Persino a livello simbolico, tanto che il nome – Areilos – altro non è se non “Soliera” visto allo specchio.
La fabbrica è stata davvero lo specchio di quel che accadeva a Soliera, anche fuori dal suo perimetro aziendale. È stata per decenni il simbolo di una vitalità economica che ha accompagnato gli anni del miracolo economico dove l’intraprendenza degli imprenditori è sempre andata a braccetto con la coesione sociale e la distribuzione della ricchezza e delle opportunità, per i solieresi e per i nuovi arrivati.
La prima parte del volume comprende una narrazione di Guido Malagoli tra fantasia e realtà del periodo iniziale dell’azienda (anni 1949 -1954) e quattro schede storiche a cura di Azzurro Manicardi; sull’azienda, il proprietario Gianfranco Regnani, la storia societaria e la storia immobiliare. In più una cinquantina di foto storiche.
La seconda parte comprende invece le notizie, gli spunti e le suggestioni tratti dalla tesi di laurea di Irene Bitassi che durante il periodo universitario lavorò per quattro anni all’interno dell’azienda. La terza parte offre fotografie, articoli di giornale, aneddoti e documenti; la quarta prevede ben 19 interviste/testimonianze autobiografiche di dipendenti dell’azienda e altre persone che hanno avuto stretti rapporti, soprattutto di natura sociale, con la famiglia Regnani. Infine “Quel che resta oggi. Tracce di uomini e donne”, un racconto fotografico (circa 50 fotografie) a cura di Oscar Lolli e Lorenzo Teritti.

“Soliera”, spiega il sindaco Roberto Solomita, “usciva dalle macerie della seconda guerra mondiale con l’orgoglio di avere sconfitto la tirannide nazifascista, ma in un contesto economico arretrato e di miseria; pochi decenni dopo il borgo rurale si trasformava in una cittadina operaia e artigiana, in grado di garantire benessere diffuso, occupando e includendo anche tante donne e neosolieresi provenienti dal Sud e da altri paesi. Negli anni ’80 e ’90 questa storia di successo e riscatto ha toccato il suo apogeo ma, come tante situazioni aziendali analoghe, ha poi conosciuto le difficoltà di un contesto economico globalizzato e sempre più competitivo che hanno portato alla chiusura nel primo decennio degli anni 2000.”

La pubblicazione “AREILOS. Storie di uomini e donne a Soliera” è la sintesi di un progetto biennale intrapreso e condotto dal Centro Studi Storici Solieresi, in collaborazione con l’associazione Natalia Ginzburg (gruppo di Soliera), in particolare con il gruppo del progetto “Scrivere sull’Argine”; nel percorso sono state attivate ulteriori collaborazioni inedite e sinergiche che hanno contribuito ad avvicinare all’attività del Centro Studi nuovi soggetti e associazioni, valorizzando azioni e risorse del volontariato culturale.
Il progetto è finalizzato a “tenere memoria” dell’AREILOS Spa di Soliera, azienda per la progettazione, produzione e vendita di cucine a gas, è stata una delle più significative realtà produttive della provincia modenese, sia dal punto di vista industriale che umano. In Areilos infatti si sono sviluppate negli anni le più avanzate tecnologie produttive e gestionali, immerse in un ambiente relazionale di qualità, grazie anche alla schiettezza e alla giovialità della gente emiliana.
Fondata nel 1953 (nel pieno del boom economico che negli anni 50 ha visto protagonista l’Italia tutta) da Gianfranco Regnani e Marino Rossi (vedi nota 2), poi dal 1962 portata avanti dal solo Gianfranco Regnani, l’AREILOS negli anni ha dato lavoro a molti solieresi, fatto. Negli anni ’90 del secolo scorso erano impiegati mediamente 330 dipendenti, di cui circa il 40% donne. La ditta ha chiuso definitivamente i battenti nel 2007, dopo alcuni anni di travagliati passaggi di proprietà.
Se questo fatto ha avuto un forte impatto sociale su molte famiglie solieresi, non meno impattante è stata anche la perdita e/o riconversione dei luoghi fisici della fabbrica di via Primo Maggio, che nel tempo è stata ampliata fino ad occupare una superficie di circa 23.000 mq. È infatti imminente una riorganizzazione dell’area, che contempla anche la demolizione degli storici edifici che dagli anni ’70 del secolo scorso hanno costituito un forte segno connotativo dell’ingresso al paese per chi proviene da Modena.

Oltre alla presentazione di domenica 18 ottobre, “AREILOS. Storie di uomini e donne a Soliera” sarà al centro di un ulteriore incontro presso Habitat, la sera di mercoledì 28 ottobre, alle 21, dedicato al racconto per immagini.
Per partecipare è obbligatoria la prenotazione ai numeri 347.1144472 e 333.3762903.

Il Centro Studi Storici Solieresi
È un’associazione culturale senza fini di lucro costituita nel 1993 che persegue unicamente finalità di promozione e sviluppo culturale a favore dei propri Soci e della collettività tutta, con attenzione alle scuole. Tante sono state le iniziative, non solo culturali, organizzate in questi anni: convegni, incontri di studio, presentazioni delle sue pubblicazioni (ormai più di 30), illustrazioni di restauri di cui il Centro Studi è stato promotore, gite, visite guidate a mostre e/o luoghi, anche in collaborazione con altre associazioni. E non sono mancati momenti conviviali, che hanno contribuito a consolidare i rapporti interpersonali fra i Soci e le relazioni con altre Associazioni.
Relativamente al progetto AREILOS, gli obiettivi specifici perseguiti (in linea con gli obiettivi statutari) sono quello di “tenere memoria” degli eventi e dei fatti della Comunità e della città di Soliera, ripercorrerli anche attraverso la ricerca e la raccolta di documentazione.

Scrivere sull’argine
È un gruppo si è formato una decina di anni fa in seno all’Università della libera età Natalia Ginzburg Comitato di Soliera. Ha come scopo la promozione della scrittura attraverso l’offerta di percorsi di formazione  basati sulla scrittura autobiografica, narrativa e poetica.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    Al termine le riprese del documentario musicale, co-prodotto dal Centro Musica di Modena[...]
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    C'è San Prospero a X Factor, con la musica de "I trillici"
    Due chiacchiere surreali con la band indie rock in corsa per le selezioni del popolare reality show[...]
    Deturpano i cartelli coi limiti di velocità per farli diventare anti "5G"
    Deturpano i cartelli coi limiti di velocità per farli diventare anti "5G"
    Sono comparsi a Mirandola, tra Massa Finalese e Finale e nel Mantovano, verso Poggio Rusco, e tra Moglia e San Giovanni di Concordia, e andando verso il Ferrarese.[...]