Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
05 Luglio 2022

Proprietari che non stanno ricostruendo, la Regione ricorda ai Comuni: “Avete potere sostitutivo”

A dieci anni dal terremoto tantissimo è stato fatto, la ricostruzione è quasi completata: “Siamo al 95%, manca l’ultimo miglio“, ha tirato una linea il presidente della Regione Stefano Bonaccini presentando i dati, giovedì mattina, alla conferenza stampa per il decennale. E quell’ultimo miglio è composto dai casi complessi, 494 progetti pubblici per le grandi opere pubbliche come i teatri, i municipi o le rocche, ma anche dalla chiese, che sono rimaste talmente indietro che la Curia ha dovuto mandare a casa i vecchi tecnici e trovarne, a marzo di quest’anno, di nuovi per iniziare finalmente la ricostruzione di quanto manca ad esempio Gavello, Mortizzuolo, San Giacomo Roncole, San Marino Spino e San Martino Carano.

Ma soprattutto, tra quei 1.100 cantieri privati da terminare ci sono anche i casi di abitazioni privati in cui i proprietari non vogliono procedere alla ristrutturazione: non hanno proprio iniziato.

A lanciare l’allarme sono i sindaci, che una volta al mese da dieci anni a questa parte, si incontrano con la Regione per condividere, suggerire e correggere insieme la rotta della ricostruzione: ci sono cittadini che la loro proprietà terremotata non la vogliono rimettere a nuovo.
Non che manchino i soldi: a loro come a tante altre famiglie viene riconosciuto fino all’80% delle spese di ristrutturazione. I problemi possono essere vari: si può trattare di case e palazzine con molti proprietari che non si mettono d’accordo su cosa fare e come farlo, ci può essere un erede irraggiungibile all’estero, chi ritiene che l’indennizzo sia troppo basso e non ha intenzione – pur avendone la possibilità – di tirare fuori un centesimo di tasca propria e se ne frega perché tanto vive altrove.

Il problema diventa un grosso problema se questi immobili si trovano nelle piazze pubbliche o nei centri dei paesi che si stanno rimettendo a nuovo. Quelle case diroccate, abbandonante alle intemperie, sono un pugno nell’occhio per gli altri e diventano covo di topi, piccioni e ogni sorta di animali. Per non parlare dei rischi legati a strutture messe in sicurezza ben dieci anni fa.

E cosa si può fare? La Regione ha le idee chiare in proposito. Il 31 dicembre 2022 scadrà lo stato di emergenza e con esso tutta una serie di misure, come l’assegnazione di nuovi fondi per la ricostruzione. Se lo stato di emergenza verrà prorogato in forma diversa, sarà per agevolare i percorsi burocratici per portare a termine quanto iniziato, non per aprire pratiche nuove. Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato. E chi non ha voluto ricostruire, resterà al palo.

Possono anche intervenire i Comuni. Le leggi – hanno ricordato dalla Regione – sono chiare: quando un privato ha un bene e non vuole o non può recuperalo se l’immobile arreca danno ad altri esiste il tribunale civile, e se i sindaci valutano che ne sussistono le condizioni, si possono prevedere interventi come la confisca o l’esproprio.

Da dieci anni le amministrazioni sono in prima linea sui casi come questi, i sindaci con fatica provano a ricomporre le situazioni problematiche e provarci per dieci anni è ora considerato sufficiente. Bisogna prendere in mano la situazione per restituire decoro e bellezza alla nostra Bassa.

 

 

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“E adesso un libro: rubrica di libri”. Lezioni di chimica di Bonnie Garmus
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monari.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Tutta la stanchezza del mondo di Enrica Tesio
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere dell'albicocca
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del miele
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchDa Novi al Sudafrica: le macchine agricole di Andreoli Engineering fanno il giro del mondo
    • WatchTante e belle motociclette domenica a Mirandola.
    • WatchA spasso nel bosco di San Felice sul Panaro

    La buona notizia

    La rete veloce EmiliaRomagnaWiFi sbarca a Cervia-Milano Marittima
    Inaugurato il progetto realizzato da Lepida con un investimento della Regione di 350.000 mila euro, sui circa 3,5 milioni di euro a disposizione per coprire con il wi-fi l’intera riviera adriatica, da Cattolica ai lidi ferraresi.[...]
    Rimosse auto abbandonate a Bomporto e Nonantola
    Gli agenti di Polizia Locale Unione del Sorbara sabato hanno restituito decoro a due aree pubbliche[...]
    Tiroide ed eventuali nodi ora si vedono in 3 dimensioni in ospedale a Carpi
    Il software ad elevata tecnologia è stato donato dall’Associazione Pazienti Tiroidei Onlus [...]

    Curiosità

    Italia Gioca, San Prospero sbaraglia tutti e vince la sesta edizione
    Italia Gioca, San Prospero sbaraglia tutti e vince la sesta edizione
    Alla manifestazione hanno partecipato 14 squadre provenienti da 13 regioni Italiane[...]
    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    Su invito della sindaca il Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna ha effettuato una dimostrazione pratica che ha suscitato tanto entusiasmo e curiosità[...]
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Dottorandi ed aziende del biomedicale cercano il loro matching professionale[...]
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monari[...]
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    Il tema del 2023 sarà "Il tempo di prenderci cura"[...]
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense torna in centro storico dopo due anni di pandemia. L'allegria e l'entusiasmo dei ragazzi sfilano in corteo insieme alle cerchie[...]
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Eugenio Gagliardelli, a.d. della ceramica Opera di Camposanto, porta nella Bassa la frutta della sua azienda agricola di Maranello. Il ricavato va in beneficienza[...]
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.[...]
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    Almeno per un pomeriggio, un centinaio di sanfeliciani di tutte le età ha potuto riscoprilo: grazie all'accordo tra azienda agricola Mediplants e Comune, è stato reso di nuovo accessibile. [...]
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Prima il padre poi la madre oppure viceversa, lo decidono i genitori[...]
    • malaguti