Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Nidi. Dalla Regione assegnati ai Comuni oltre 18 milioni di euro per abbattere le rette

Oltre 18 milioni di euro ai Comuni dell’Emilia-Romagna per abbattere le rette dei nidi e di altri servizi educativi dedicati ai più piccoli. Per il secondo anno consecutivo, la Giunta regionale conferma il progetto“Al nido con la Regione” approvando il riparto dei fondi tra 220, tra Comuni e Unioni di Comunisede di servizi educativi per la prima infanzia. Col vincolo di utilizzarli esclusivamente per l’obiettivo individuato: tagliare le rette di frequenza al nido e ai servizi integrativi, sia pubblici che privati convenzionati. Alla provincia di  Modena arrivano quasi 3 milioni, di cui 235 mila all’Unione Comuni Area Nord

“Dopo il via libera ieri di Governo e Regioni in Conferenza unificata alle linee guida nazionali per la riapertura dei servizi 0-6 anni, a questo punto possibile da inizio settembre, alle quali abbiamo contribuito e che come Emilia-Romagna chiedevamo da tempo- sottolineano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e la vicepresidente con delega al Welfare, Elly Schlein– da subito non facciamo mancare il sostegno concreto ai genitori che stanno riprendendo a lavorare dopo il lockdown. Senza un supporto come quello offerto soprattutto dai servizi 0-3 anni si rischia che nelle famiglie il peso maggiore derivante da questa situazione ricada sulle donne, con un arretramento, in termini di conciliazione ed emancipazione, che non è possibile tollerare”.

“Ma anche i bambini devono poter contare sulla possibilità di socializzare e sull’opportunità di intraprendere il proprio percorso educativo- proseguono- usufruendo di un sistema, come quello della nostra regione, che molti ci invidiano per qualità e innovazione. Per il secondo anno consecutivo investiamo in questa direzione, per consentire a un numero sempre maggiore di bambini di accedere a tutti i servizi per la prima infanzia offerti dal sistema emiliano-romagnolo, senza che il costo delle rette determini la rinuncia da parte delle famiglie, molte delle quali in difficoltà economica dopo l’emergenza sanitaria”

Abbattimento rette, il riparto dei fondi

Per quanto riguarda i contributi ai Comuni sede di servizi, il budget viene assegnato sulla base del numero dei bambini iscritti nell’anno 2018-2019, quindi l’ultimo possibile.

Potranno usufruire delle risorse i Comuni che entro il 14 settembre 2020 faranno richiesta di finanziamento alla Regione, accompagnata da un impegno formale di utilizzo delle risorse esclusivamente per l’abbattimento delle rette di frequenza.

La riduzione delle rette interesserà i nuclei familiari con un Isee massimo di 26 mila euro, il cui risparmio annuo per ogni bambino iscritto sarà più consistente nel caso di un bambino con disabilità o residente in un Comune montano.

A stabilire come articolare concretamente l’abbattimento o l’azzeramento delle rette spetterà ai Comuni o alle Unioni.

Sulla base dei bambini iscritti in quest’ultimo anno, a livello provinciale le risorse ai Comuni sono così suddivise: a quelli dell’area metropolitana di Bologna 5,2 milioni di euro; a quelli della provincia di Modena 2,9 milioni; a quelli della provincia di Reggio Emilia 2,5 milioni; a quelli della provincia di Parma 1,9 milioni; a quelli della provincia di Ravenna 1,6 milioni; a quelli della provincia di Forlì-Cesena 1,4 milioni; a quelli della provincia di Ferrara poco più di 1 milione di euro; a quelli della provincia di Rimini 876 mila euro e a quelli della provincia di Piacenza 752 mila euro.

MO BASTIGLIA 14.361,89
MO BOMPORTO 38.731,35
MO CASTELFRANCO EMILIA 121.064,05
MO CAVEZZO 26.330,14
MO FANANO 12.133,15
MO FINALE EMILIA 44.798,19
MO FIORANO MODENESE 68.218,99
MO FORMIGINE 176.366,16
MO FRASSINORO 5.199,92
MO LAMA MOCOGNO 6.933,23
MO MARANELLO 104.824,20
MO MODENA 946.663,42
MO MONTEFIORINO 6.933,23
MO NONANTOLA 50.266,63
MO PAVULLO NEL FRIGNANO 97.312,66
MO PIEVEPELAGO 13.866,46
MO
PRIGNANO SULLA
SECCHIA 9.533,19
MO RAVARINO 21.460,12
MO
SAN CESARIO SUL
PANARO 20.944,43
MO SAN POSSIDONIO 18.550,78
MO SASSUOLO 138.418,01
MO SERRAMAZZONI 23.399,65
MO SESTOLA 13.866,46
MO
UNIONE COMUNI
MODENESI AREA NORD 235.526,25
MO
UNIONE DELLE TERRE
D’ARGINE 431.143,65
MO
UNIONE TERRE DI
CASTELLI 298.709,31
MO MODENA TOTALE 2.945.555,52

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    La maestosità e il pregio delle piante richiede di intervenire in arrampicata, così si può intervenire esclusivamente sui rami con problematiche mantenendo la naturale conformazione della chioma.[...]
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Da qualche giorno gli abitanti di Medolla, genitori e bambini soprattutto, si trovano riuniti con il naso all’insù a scrutare tra le chiome di alcuni alberi del centro. La biologa finalese Eleonora Tomasini ci spiega che cosa sta accadendo[...]
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]