Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

A Mirandola è tempo di Pro-Memoria Festival. Tema: “Cambiare vita”

di Alessia Bolzoni

MIRANDOLA – Il programma e la nuova veste del Pro-Memoria Festival sono stati presentati presso l’Aula Magna Rita Levi Montalcini tramite le parole di Marina Marchi, assessora alla Cultura  del Comune di Mirandola, di Giuliano Albarani, presidente del Consorzio per il Festival della Memoria e Giampaolo Ziroldi, direttore del Memoria e Pro-Memoria Festival.

La manifestazione si terrà dal 16 al 18 Ottobre 2020 presso l’Aula Magna Rita Levi Montalcini a Mirandola. I due grandi cambiamenti relativi alle date ed al luogo sono ovviamente riconducibili alla vigente situazione sanitaria: infatti, posticipandone lo svolgimento e scegliendo un sito adatto alla stagione autunnale, è stato possibile garantirne l’organizzazione, hanno spiegato l’assessore Marina Marchi e il Presidente del Consorzio Giuliano Albarani.

L’auditorium ospita abitualmente 400 persone, che saranno limitate a 200 in rispetto alle normative anti-covid. Sono previsti, ma ancora in fase di perfezionamento, sistemi di prenotazione online e telefonica per partecipare in presenza al palinsesto i cui appuntamenti, di norma contemporanei in un festival, si susseguiranno in questa edizione.

Novità importante di quest’anno rivelata dalla voce dell’assessora Marina Marchi è l’installazione di un sistema di streaming per trasmettere nelle classi le conferenze del venerdì e sabato mattina, di particolare interesse scolastico, permettendo quindi agli studenti di partecipare ovviando al problema della limitata disponibilità di posti in presenza.

Inoltre, ha continua l’assessora, verranno filmati alcuni interventi per essere messi a disposizione del pubblico nell’archivio del Memoria Festival.

In linea con gli eventi storici dell’anno in corso, il tema di Pro-Memoria Festival  è “Cambiare vita”: il programma si snoda in 12 appuntamenti tra scienza, letteratura, spettacolo, cinema e musica; gli ospiti sono illustri ed intervengono tutti a titolo gratuito.

Giuliano Albarani ha spiegato  la ragione che governa questa edizione: cambiare vita può avvenire in due modi. Il primo: diventando ciò che si è realizzando, quindi, una memoria profonda; il secondo: essere ciò che si diventa, obliando il passato si crea una nuova identità tramite il cambiamento.

Giampaolo Ziroldi, direttore del Festival, ha illustra  il palinsesto in un excursus, eccolo.

Si comincia in anteprima giovedì 15 ottobre con l’intervento “Volevo Vivere”: un dialogo tra il regista Giorgio Diritti e Gian Piero Brunetto, storico e critico del cinema.

VENERDÌ 16 OTTOBRE

La mattina ospita un appuntamento di interesse scolastico: “Calcolando presente e passato. Memoria e matematica” con Chiara Valerio scrittrice e traduttrice, ex insegnante di matematica, lavora per Rai Radio 3 ed è responsabile della narrativa italiana per la casa editrice Marsilio. Valerio ci mostra come una disciplina come la matematica possa accostarsi ad altri ambiti.

Nel pomeriggio si entra nella psicoanalisi con lo psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi, professore di Psicologia dinamica alla Sapienza Università di Roma: il suo intervento è “Come si diventa i narcisi che siamo”.

La prima giornata si conclude uno spettacolo musicale serale interpretato dall’orchestra La Toscanini Next (musicisti under 35 che uniscono gli stili più diversi alla ricerca di nuovi repertori) che omaggia alcuni dei brani più celebri di maestri e film da Oscar: Nicola Piovani per La vita è bella, Nino Rota per Il Padrino e Luis Bakalov per Il postino.

SABATO 17 OTTOBRE

(consigliato) Si apre il palinsesto con il secondo appuntamento di interesse scolastico: “Babbage e Ada. Calcoli e poesia”. La lezione semi-teatrale è condotta dall’epistemologo e divulgatore scientifico Giuseppe O. Longo, Professore emerito di Teoria dell’informazione all’Università di Trieste – attualmente si occupa di roboetica – che discute con l’attrice Paola Bonesi, che dal 1998 tiene seminari di lettura espressiva e analisi del testo per l’Accademia Nico Pepe di Udine. I due dialogheranno di Charles Babbage, inventore dell’antenato dei moderni computer e Ada Byron Lovelace che elaborò calcoli e algoritmi per programmarlo, diventando la prima programmatrice informatica.

(consigliati) Il pomeriggio si articola in due interventi: alle ore 16 in “Dobbiamo cambiar vita?” Eliana Lotta, giornalista vincitrice del Premiolino (2017) e scrittrice de “La rivolta della Natura” pubblicato per La nave di Teseo, dialoga della correlazione tra i disastri climatici e disuguaglianze sociali con Filippo Pederzini, giornalista e responsabile ufficio stampa del Comune di Mirandola. Pederzini è stato anche corrispondente in Kosovo per la Gazzetta di Modena; alle ore 18 Ernesto Franco, direttore editoriale Einaudi e membro del comitato scientifico del Festival, si confronta con Lina Bolzoni, Professore emerito alla Normale di Pisa e membro del comitato scientifico del Festival, circa cosa si perde allontanandosi dalla lettura in “Come si diventa lettori, ovvero la lettura come patto col diavolo”.

(consigliato) Lo spettacolo serale “Come Beethoven è diventato Beethoven” spiega come il celebre compositore abbia potuto diventare tale componendo i maggiori successi in condizioni di sordità. Intervengono Sandro Cappelletto, critico e storico musicale; Marco Scolastra, pianista di spicco nei Teatri d’Italia tra cui Roma, Parma e Milano, e Vincenzo Vincenti, professore di Otorinolaringoiatria e Audiologia dell’Università di Parma.

 

DOMENICA 18 OTTOBRE

(consigliato) Diego De Silva, autore de “Arrangiati, Malinconico”, è la penna che ha creato l’avvocato Malinconico, personaggio brillante e depresso allo stesso tempo. Alle ore 11 De Silva dialogherà con il pubblico del Festival circa le turbolenze della vita che ci spingono ad apportare cambiamenti.

(consigliato) Il primo degli appuntamenti pomeridiani è “Paolina Leopardi racconta Mozart”: uno spettacolo interpretato dall’attrice, regista, musicista e poetessa Sonia Bergamasco accompagnata al pianoforte da Marco Scolastra. Paolina, sorella di Giacomo Leopardi, scrisse la biografia sul musicista di Salisburgo che viene portata in scena per la seconda esecuzione mondiale sul palco del Festival: la prima mondiale fu a Recanati nei pressi del colle de L’Infinito!

Alle ore 18 si terrà “Vita nuova”, intervento a cura di Ernesto Franco che dialoga con Roberto Vecchioni, uno dei padri storici della canzone d’autore italiana, da insegnante di greco e latino diventò cantautore realizzando un grande cambiamento di vita.

(consigliato) Il Festival chiude il suo palinsesto omaggiando un grande compositore da poco scomparso: Ennio Morricone. Interpretano Andrea Camilleri, flautista di prestigio internazionale, ha collaborato anche con Luciano Pavarotti, e Stefano Nanni, noto pianista e compositore che vanta collaborazioni illustri, tra gli altri Luciano Pavarotti stesso e Vinicio Capossela.

 

“Una volta che prendiamo atto che siamo ospiti di questo pianeta e che quindi queste cose (terremoti e pandemie, Ndr) possono succedere, è bello e deve essere motivo di orgoglio, avere questo strumento (il Festival, ndr), che serve nei momenti di difficoltà a suonare la carica e a ritrovarsi tutti assieme” ha riflettuto Giuliano Albarani. Marina Marchi ha salutato l’assemblea ricordando che per la buona riuscita del Festival Mirandola si avvale di realtà locali come Ater, che gestisce l’Auditorium, la consulta del volontariato, l’associazione Il Monocolo e radio Pico.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto
Glocal
Dall'emergenza sanitaria all'emergenza occupazionale
Sono in corso in questi giorni alcune misure per contrastare il danno occupazionale. Tra le misure: incentivi per far ripartire le assunzioni stabili, meno paletti sui contratti a termine, nuove risorse per la Cig e detassazione degli aumenti dei Ccnl.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    San Felice "ed 'na volta", i detti e le espressioni dialettali della tradizione
    San Felice "ed 'na volta", i detti e le espressioni dialettali della tradizione
    Grazie alla collaborazione di tanti sanfeliciani sul gruppo "Sei di San Felice se"[...]
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    Su questa mascherina il virus non si attacca, a Nonantola la propone la Fanny
    E' coperta da una sostanza idro oleofobica che fa scivolare le goccioline con il virus che tentano di attaccarsi alla mascherina[...]
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Spotify, arriva in Italia Radar, tra gli artisti emergenti il carpigiano Bautista
    Bautista collabora da aprile 2019 con il producer salentino Machweo[...]
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    L'invenzione degli studenti del Galilei di Mirandola la racconta la Rai
    I giovani mirandolesi alla trasmissione Rob-O-Cod, un game show televisivo italiano dedicato al "coding" e alla robotica[...]
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    Viaggio attraverso la realtà virtuale nel mondo dell'Aceto Balsamico di Modena
    La tecnologia accorcia le distanze tra Modena ed i Paesi in cui non è ancora possibile tornare a viaggiare per promuovere il prodotto[...]
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    Red Ronnie a processo per diffamazione contro Roberto Burioni
    E' arrivata in udienza a Bologna la polemica tra il conduttore televisivo e il virologo [...]
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    La canzone più amata di sempre? E' Albachiara di Vasco Rossi
    Eì stata votata dagli ascoltatori delle radio italiane. Uscì il 30 aprile 1979 sul lato B dell'album "Non siamo mica gli Americani", poi ristampata proprio con il titolo di Albachiara a causa del suo immediato successo.[...]
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Anche la finalese Azzurra Mazzara sul podio del concorso nazionale di bellezza "Miss Lady Virginia"
    Andrà insieme alle altre che hanno vinto un titolo alla finale nazionale a Salsomaggiore nel prossimo maggio 2021, nella sede di Miss Italia.[...]
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Un corso di formazione per gli interventi assistiti con animali all'Accademia militare di Modena
    Primo corso di formazione per operatori in interventi assistiti con gli animali[...]
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    From Mud, un film che dà voce alla musica alternativa modenese
    Al termine le riprese del documentario musicale, co-prodotto dal Centro Musica di Modena[...]