Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
01 Luglio 2022

Tumore del polmone, sono più di 1200 i pazienti seguiti nel modenese

Sono oltre 1200 i pazienti seguiti nei suoi primi cinque anni dal Percorso diagnostico-terapeutico assistenziale (PDTA) dedicato alle neoplasie del polmone. Il PDTA è un percorso unitario di trattamento rivolto a una specifica patologia. Tra i PDTA attivati in questi anni presso l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena vi è quello per le neoplasie del polmone. Attivato formalmente a partire dal 2016, la sua creazione e sviluppo rispondono a un’esigenza dettata dall’elevata incidenza di questa patologia nella popolazione e dalla complessità del suo trattamento. In questi primi 5 anni di vita del PDTA sono stati presi in carico oltre 1200 pazienti e sono state eseguite quasi 2000 prime visite e oltre 9000 visite di controllo.

L’Esigenza di inaugurare un PDTA del polmone – ha spiegato il dottor Luca Sircana, Direttore Sanitario dell’AOU di Modena – è quella di assicurare un percorso di presa in carico dei pazienti malati di tumore al polmone che garantisca, in un contesto multidisciplinare, la centralità del paziente stesso. Abbiamo voluto costruire un percorso diagnostico-stadiativo rapido e terapeutico efficace, che dia al paziente la possibilità di avere, in ogni fase del percorso, un medico e una figura infermieristica (il case-manager) di riferimento, a cui appoggiarsi per qualsiasi necessità clinica, psicologica e logistico-assistenziale. Il PDTA per le neoplasie del polmone si pone dunque gli obbiettivi di fornire un’assistenza di qualità elevata, ottimizzare i tempi di trattamento e ridurre i tempi di attesa e fornire al paziente un punto di riferimento costante durante tutto il percorso”.

Un aspetto importante del percorso è la multidisciplinarietà. Vi sono specialisti di tutte le discipline coinvolte nella gestione del tumore del polmone: Chirurghi toracici e pneumologi, oncologi e radioterapisti, radiologi e medici nucleari, anatomopatologi e fisiatri, affiancati dal case-manager e da una segreteria amministrativa. Tutte le decisioni vengono prese attraverso una discussione collegiale.

La creazione di questo percorso nasce dalla necessità di dare al paziente malato di tumore del polmone una risposta rapida ed efficace, in termini di diagnosi e di terapia – interviene il prof. Alessandro Stefani, responsabile del PDTA per le neoplasie del polmone – Lo sviluppo del percorso è mirato a un costante perfezionamento, grazie all’identificazione delle criticità nelle varie fasi e all’applicazione di azioni correttive e di miglioramento, in collaborazione con l’Ufficio Assicurazione Qualità dell’AOU. Tengo a sottolineare l’importanza che riveste la centralità del paziente: non è il paziente che deve andare alla ricerca dei vari specialisti ma sono gli specialisti che si pongono a sua disposizione, per offrire un intervento integrato, tempestivo ed efficace”.

Possono accedere al PDTA tutti i pazienti che presentino una diagnosi sospetta o accertata di tumore del polmone, provenienti sia dalla Provincia di Modena che extra-provincia. La presa in carico avviene al momento dell’inserimento del paziente nel PDTA e si sviluppa dapprima nella fase della diagnosi e della stadiazione della malattia, poi nella fase della terapia (chirurgia, radioterapia o terapia medica), per proseguire infine durante la fase del follow-up (le visite di controllo dopo la terapia). Ciò garantisce al paziente la continuità delle cure. “Tutti gli specialisti coinvolti e le prestazioni erogate sono disponibili all’interno dell’AOU di Modena e questo consente al paziente di avere punti di riferimento costanti, senza necessità di dovere afferire ad altre strutture ed evitando spostamenti.

Il Dottor Fausto Barbieri, referente oncologo del PDTA, riporta alcuni dati significativi: “Attualmente il PDTA ha in carico circa 750 pazienti, suddivisi nelle varie fasi di diagnosi-stadiazione, terapia e follow-up. La fase diagnostico-stadiativa è prevalentemente in carico alla Pneumologia mentre la fase della terapia e follow-up è in carico a Chirurgia Toracica, Oncologia e Radioterapia. Le procedure di diagnosi e stadiazione vengono eseguite entro limiti temporali adeguati e definiti come obiettivi, anche grazie alla definizione di percorsi preferenziali per il PDTA. Analogamente, gli intervalli tra termine del percorso diagnostico-stadiativo e inizio della terapia sono ampiamente entro i parametri dichiarati. I dati di sopravvivenza e di guarigione, infine, sono in linea con le medie nazionali”.

Come accedere al PDTA

Il PDTA dispone di una segreteria amministrativa, che rappresenta un riferimento organizzativo costante per i pazienti e per i professionisti afferenti al PDTA. Essa funziona inoltre da filtro per l’accesso al percorso, nel senso che i medici di Medicina Generale, i medici specialisti sul territorio e i medici ospedalieri possono contattarla per richiedere una visita con uno degli specialisti del PDTA. I recapiti della segreteria sono disponibili sulla guida online del sito dell’AOU di Modena e sul libretto informativo cartaceo (tel: 0594225848; email: pdtapolmone@aou.mo.it).

ospedale

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Tutta la stanchezza del mondo di Enrica Tesio
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere dell'albicocca
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del miele
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Rimosse auto abbandonate a Bomporto e Nonantola
    Gli agenti di Polizia Locale Unione del Sorbara sabato hanno restituito decoro a due aree pubbliche[...]
    Tiroide ed eventuali nodi ora si vedono in 3 dimensioni in ospedale a Carpi
    Il software ad elevata tecnologia è stato donato dall’Associazione Pazienti Tiroidei Onlus [...]
    Scompare in Calabria, il liceo di Ancona inonda di cartoline il suo paese per rompere l'omertà
    I ragazzi e le ragazze anconetane avevano partecipato a un campo di Libera a Crotone e hanno conosciuto la mamma del giovane 19enne di cui non si hanno notizie da 9 anni: lupara bianca[...]

    Curiosità

    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    Su invito della sindaca il Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna ha effettuato una dimostrazione pratica che ha suscitato tanto entusiasmo e curiosità[...]
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Dottorandi ed aziende del biomedicale cercano il loro matching professionale[...]
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monari[...]
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    Il tema del 2023 sarà "Il tempo di prenderci cura"[...]
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense torna in centro storico dopo due anni di pandemia. L'allegria e l'entusiasmo dei ragazzi sfilano in corteo insieme alle cerchie[...]
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Eugenio Gagliardelli, a.d. della ceramica Opera di Camposanto, porta nella Bassa la frutta della sua azienda agricola di Maranello. Il ricavato va in beneficienza[...]
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.[...]
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    Almeno per un pomeriggio, un centinaio di sanfeliciani di tutte le età ha potuto riscoprilo: grazie all'accordo tra azienda agricola Mediplants e Comune, è stato reso di nuovo accessibile. [...]
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Prima il padre poi la madre oppure viceversa, lo decidono i genitori[...]
    Arrivano i sassi della fortuna dell'artista Ester Fulloni a San Felice
    Arrivano i sassi della fortuna dell'artista Ester Fulloni a San Felice
    Dal 2 giugno saranno sparsi nei luoghi più frequentati del paese[...]
    • malaguti