Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
02 Luglio 2022

Lì dove c’era il campo accoglienza terremotati, ora sorge la nuova palestra comunale di Concordia

CONCORDIA SULLA SECCHIA – Lì dove c’era il campo accoglienza terremotati, ora sorge la nuova palestra comunale di Concordia. Si è tenuta oggi, sabato 28 maggio, alla presenza del sindaco Luca Prandini e del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, la cerimonia di inaugurazione della nuova palestra comunale e di ringraziamento di quanti in questi 10 anni hanno sostenuto la rinascita di Concordia.

La nuova palestra sorge nel luogo dove fino al 29 maggio 2012 si trovavano la Scuola secondaria Zanoni e la relativa palestra scolastica, danneggiate irreparabilmente dal sisma, e nel luogo in cui era collocato il campo di accoglienza gestito dalla Croce Rossa Italiana.

Tanti gli ospiti che sono tornati a Concordia, fra cui Gennaro Senatore dei Vigili del Fuoco di Prato che fu tra i primi ad arrivare a Concordia dopo le scosse del 20 maggio, e Ignazio Schintu, Direttore operazioni emergenze e soccorsi della Croce Rossa Italiana che gestì il campo di accoglienza che fu allestito al centro sportivo. Due persone a cui Concordia è molto riconoscente e che assieme a tante altre l’Amministrazione ha invitato in questa importante occasione

Dichiarazione del sindaco di Concordia Luca Prandini:

“Il terremoto ha privato Concordia della sua storica scuola secondaria e della annessa palestra, e oggi restituiamo ai concordiesi una nuova palestra in un centro sportivo riqualificato nel luogo che 10 anni fa ospitava il campo di accoglienza gestito dalla Croce Rossa Italiana. Quello che è stato il simbolo del terremoto a Concordia oggi è un luogo vivo e accogliente.

Per questa importante occasione sabato 28 maggio abbiamo invitato volontari, associazioni e istituzioni che a vario titolo hanno aiutato Concordia nell’emergenza e l’hanno accompagnata nella rinascita. Assieme al presidente della Regione Stefano Bonaccini, abbiamo inaugurato questa nuova struttura e ringraziato chi ci ha aiutato nell’emergenza e sostenuto nel percorso della ricostruzione.

DESCRIZIONE SINTETICA DELLA NUOVA PALESTRA SCOLASTICA E DELLE NUOVE ATTREZZATURE SPORTIVE

La nuova palestra comunale di Concordia è stata realizzata dalla struttura commissariale regionale e rientra all’interno delle opere previste per la rete scolastica di Concordia di cui sono già state realizzate la nuova scuola secondaria Zanoni e la rimodulazione e riqualificazione della scuola primaria Gasparini. La nuova palestra scolastica rappresenta, pertanto, il completamento del nuovo polo scolastico di Concordia per una spesa di 1.100.000 € oltre iva a cui vanno aggiunti 925.000 € destinati all’intervento alla scuola primaria già realizzato nel 2019.

La nuova palestra sorge nel luogo dove fino al 29 maggio 2012 si trovavano la Scuola secondaria Zanoni e la relativa palestra scolastica, danneggiate irreparabilmente dal sisma, e nel luogo in cui era collocato il campo di accoglienza gestito dalla Croce Rossa Italiana.

Mentre la scuola secondaria Zanoni è già stata ricostruita nella nuova area che ospita gli edifici scolastici, il municipio e la chiesa, la palestra è stata ricostruita nell’area originaria in continuità con il centro sportivo e all’interno di un più ampio progetto di riqualificazione dell’impianto di via Togliatti voluto dall’Amministrazione comunale e che oggi presenta anche un’area verde rimodulata e fruibile.

La palestra ha una superficie lorda di circa 1000 m2, al netto degli spogliatoi, un’altezza sotto trave pari a 7,50 m, conforme alle Norme CONI per l’impiantistica sportiva, ed è dotata delle attrezzature ginniche proprie di una palestra scolastica. Oltre all’omologazione CONI, il progetto è stato redatto in riferimento alle linee guida per la progettazione degli spazi sportivi per persone diversamente abili indicate dal Comitato Italiano Paraolimpico. La pavimentazione è in parquet di legno massello omologata per attività agonistiche a livello nazionale ed internazionale sia per la pallavolo che per la pallacanestro ed il calcetto, ma si adatta a tutti i tipi di sport come skating, hockey a rotelle, danza sportiva e altre discipline quali il basket in carrozzina.

Il risultato dell’intervento è una vera e propria piattaforma multisport che consente la simultanea utilizzazione degli spazi, sia interni che esterni, da più̀ soggetti e gruppi sportivi, oltre che dagli studenti. Adiacente alla palestra si trova infatti un nuovo campo da calcetto in manto sintetico realizzato nell’ambito dell’intervento della Struttura commissariale e una nuova pista polivalente ottenuta grazie ad un investimento di 100.000 € dell’amministrazione comunale.

Si è intervenuti anche nell’area esterna eliminando ogni barriera architettonica e realizzando percorsi per ipovedenti/non vedenti al fine di garantire la massima accessibilità alla struttura.

INTITOLAZIONI DI EDIFICI E SPAZI SPORTIVI

La cerimonia inaugurale della nuova palestra al centro sportivo è stata anche l’occasione per intitolare edifici e spazi sportivi.

Centro sportivo Francesco Canova – “Il boccio”
Al centro sportivo “Francesco Canova”, già presidente della Coop. Sport e Tempo Libero, è stata attribuita la sotto intitolazione “Il boccio”, in ricordo dell’epoca in cui ospitava il bocciodromo, demolito a causa dei danni del sisma 2012. Il logo è stato elaborato grazie ad un progetto didattico della scuola secondaria Zanoni, e rappresenta la sagoma di un albero che presenta alle estremità dei rami otto simboli identificativi delle attività sportive e ricreative che si possono svolgere al centro sportivo.

Sala polivalente Alfredo Ganzerla
La sala polivalente è intitolata alla memoria di Alfredo Ganzerla (1920-1978) maestro di scuola primaria e tra i fondatori della Polisportiva concordiese che ha dato vita al centro sportivo comunale.

Palestra comunale Andrea Sgarbi
La nuova palestra comunale è intitolata alla memoria di Andrea Sgarbi (1966-2010), concordiese impegnato nel volontariato e nello sport.

Campo da calcetto Alan Fava
Il nuovo campo da calcetto è intitolato alla memoria di Alan Fava (1981-2021), concordiese anch’esso impegnato nel volontariato e nello sport.

L’Amministrazione comunale ha voluto in questo modo rendere omaggio a concordiesi che nella loro vita si sono spese per il centro sportivo, per il volontariato e per diffondere la cultura dello sport.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Tutta la stanchezza del mondo di Enrica Tesio
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere dell'albicocca
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del miele
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Rimosse auto abbandonate a Bomporto e Nonantola
    Gli agenti di Polizia Locale Unione del Sorbara sabato hanno restituito decoro a due aree pubbliche[...]
    Tiroide ed eventuali nodi ora si vedono in 3 dimensioni in ospedale a Carpi
    Il software ad elevata tecnologia è stato donato dall’Associazione Pazienti Tiroidei Onlus [...]
    Scompare in Calabria, il liceo di Ancona inonda di cartoline il suo paese per rompere l'omertà
    I ragazzi e le ragazze anconetane avevano partecipato a un campo di Libera a Crotone e hanno conosciuto la mamma del giovane 19enne di cui non si hanno notizie da 9 anni: lupara bianca[...]

    Curiosità

    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    I cani poliziotto Arek e Folk in visita a Cavezzo dai bimbi del centro estivo
    Su invito della sindaca il Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna ha effettuato una dimostrazione pratica che ha suscitato tanto entusiasmo e curiosità[...]
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Al Tecnopolo di Mirandola successo per lo speed dating
    Dottorandi ed aziende del biomedicale cercano il loro matching professionale[...]
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere sul ghiacciolo
    La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monari[...]
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    TedEx Mirandola chiude i battenti e dà appuntamento all'anno prossimo
    Il tema del 2023 sarà "Il tempo di prenderci cura"[...]
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense a trent'anni: la voglia di vestirsi non ha età - IL RACCONTO
    Finalestense torna in centro storico dopo due anni di pandemia. L'allegria e l'entusiasmo dei ragazzi sfilano in corteo insieme alle cerchie[...]
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Un autobus giallo sulla Provinciale: è il Duroni Bus, temporary shop per le ciliegie a San Felice
    Eugenio Gagliardelli, a.d. della ceramica Opera di Camposanto, porta nella Bassa la frutta della sua azienda agricola di Maranello. Il ricavato va in beneficienza[...]
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Centenario della nascita di Margherita Hack, ecco il francobollo commemorativo
    Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente.[...]
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    A spasso nel bosco Tomasini a San Felice - VIDEO
    Almeno per un pomeriggio, un centinaio di sanfeliciani di tutte le età ha potuto riscoprilo: grazie all'accordo tra azienda agricola Mediplants e Comune, è stato reso di nuovo accessibile. [...]
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Doppio cognome, ecco il primo bimbo registrato così all'anagrafe nel Modenese
    Prima il padre poi la madre oppure viceversa, lo decidono i genitori[...]
    Arrivano i sassi della fortuna dell'artista Ester Fulloni a San Felice
    Arrivano i sassi della fortuna dell'artista Ester Fulloni a San Felice
    Dal 2 giugno saranno sparsi nei luoghi più frequentati del paese[...]
    • malaguti