Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
04 Marzo 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Mirandolexit, Stefano Lugli (Sc): “Un salto nel buio per tutta la Bassa Modenese”

"Un salto nel buio per tutta la Bassa Modenese". Così Stefano Lugli, consigliere comunale di Sinistra Civica per Finale Emilia, commenta la decisione di Mirandola di recedere dall'Unione Comuni Area Nord.
Scrive Lugli:
Il consiglio comunale di Mirandola ha deliberato l’uscita dall’Unione che formalmente avverrà il 1 gennaio 2021 dopo 6 mesi in cui tutti i servizi che i nove comuni avevano conferito in Unione dovranno essere riorganizzati, a partire dalle sedi e dal personale, a cui va tutta la nostra solidarietà per il trambusto nel quale sono stati improvvisamente catapultati. L’uscita di Mirandola dall’Unione dei Comuni è un salto nel buio per tutta la bassa modenese e un atto unilaterale ed irresponsabile in un momento storico in cui la ricostruzione post sisma e la gestione delle conseguenze della pandemia richiederebbe la maggior collaborazione possibile fra comuni anziché l’avvio di un doloroso e costoso divorzio fatto sulla pelle dei cittadini. Perché saranno i cittadini di tutta la bassa modenese a pagare l’irresponsabilità leghista in termini di qualità, quantità e tariffe di servizi gestiti a livello sovracomunale ed erogati a tutti i cittadini alle stesse condizioni indipendentemente dal comune di residenza. La Mirandolexit non rende più forte Mirandola, anzi la frammentazione rende tutta la bassa modenese più debole e trasforma Mirandola da comune guida del distretto a un ente isolato e dal peso politico irrilevante. La destra mirandolese sostiene che i nove comuni avrebbero dovuto conferire tutti i servizi in Unione per poi arrivare alla fusione in un unico comune e in tal senso il sindaco Greco aveva posto un vero e proprio ultimatum agli altri sindaci sostenendo che Mirandola paga più di quanto riceve. Noi crediamo che questa argomentazione sia un pretesto e sia priva di fondamento. È un pretesto perché l’uscita dall’Unione non è contenuto nel programma di mandato del sindaco Greco e perché la lega mirandolese fin dalla vittoria elettorale ha sempre indicato nell’Unione il nemico a cui addossare le colpe della propria palese inadeguatezza sostenendo che forze esterne a Mirandola impedissero il cambiamento promesso. Siamo certi che questo atteggiamento proseguirà, perché alimentare i conflitti anziché risolvere i problemi è nella natura della Lega e perchè l’uscita dall’Unione e la riorganizzazione dei servizi non sarà una passeggiata e anche Mirandola ne pagherà lo scotto. È priva di fondamento perché per stessa ammissione dei fuoriusciti non esiste alcuna analisi sui costi e i benefici della Mirandolexit e perché il valore dell’Unione non si misura solo in termini di bilanci ma soprattutto in termini di qualità dei servizi e capacità di estendere i servizi non su un bacino di poche migliaia di cittadini ma su un territorio che conta quasi 90.000 residenti e che esprime uno dei Pil più avanzati d’Italia. Noi crediamo che all’irresponsabilità leghista si debba rispondere aggiornando il progetto di Unione alla nuova dimensione e ricercando la maggior integrazione possibile fra servizi senza cadere nella trappola della fusione alimentata strumentalmente dalla Lega. Perché all’interno di una cornice di servizi condivisi ogni comune deve mantenere la propria autonomia e la propria identità, non per mero spirito campanilistico ma perché è all’interno dei comuni che si esercita quella partecipazione alla vita democratica e si alimenta quella coesione sociale che non è replicabile né sovrapponibile in un comune unico contenente entità molto diverse tra dal punto di vista sociale, demografico ed economico. Ma tutto questo non è sufficiente se non si apre l’Unione al confronto e alla partecipazione con tutte le associazioni sociali ed economiche del territorio e non si fa uno sforzo per far comprendere ai cittadini che l’Unione non è uno spazio riservato ai politici ma un ente fondamentale per la qualità della vita della bassa modenese. P.S. Per chi non conosce l’Unione vale la pena ricordare che l’ente nato nel 2003 per volontà dei 9 comuni gestisce oggi - in modo non sempre omogeno ma non per questo meno efficace - servizi fondamentali come l’istruzione e l’assistenza agli anziani e ai disabili, la scuola di musica e il servizio civile, le politiche ambientali e il centro di educazione alla sostenibilità “La Raganella”, i tributi e le pratiche sismiche per l’edilizia, lo sportello attività produttive e il marketing territoriale. Senza dimenticare che il presidente dell’Unione partecipa alle riunioni provinciali in cui si decide la programmazione sanitaria territoriale. Stefano Lugli Consigliere comunale Sinistra Civica per Finale Emilia
SulPanaro Expo

RESTO D'ITALIA E MONDO

Rubriche

Linee guida per i Social | Ecco come iniziare bene a comunicare un'attività
Rubrica - Francesca Monari ha chiesto a Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese, come impostare correttamente una pagina social
Bonus export digitale plus 2024, ecco come fare per richiederlo
Da sapere - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli da non perdere!
Rubrica - La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monari
Glocal
Una serata a Modena in ricordo di Giulio Santagata
Glocal - Venerdì 16 febbraio alle ore 17, a Modena, presso l’Auditorium Marco Biagi. Romano Prodi, Pierluigi Bersani, Gian Carlo Muzzarelli e Luca Bottura raccontano ZULI, “il compagno” Giulio Santagata.
Glocal
Innovazione e competitività delle imprese emiliano-romagnole
Glocal - Il sistema economico dell’Emilia-Romagna si posiziona al 21mo posto, su 121, per capacità di innovazione e grado di competitività delle imprese.
Glocal
La cucina italiana ancora la migliore al mondo
Glocal - La classifica dei Paesi con la “migliore cucina al mondo” vede al primo posto l'Italia con la valutazione media di 4.65 punti su 5.
Superbonus, il decreto “salva spese” – bonus barriere architettoniche
Da sapere - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto
Glocal
Pandoro indigesto per Chiara Ferragni: ma il vero danno è economico o d'immagine?
Glocal - Il nostro esperto di economia Andrea Lodi ricostruisce a quanto ammonta il danno economico per le società di Chiara Ferragni dopo la comminazione della multa da parte dell’Antitrust

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

  • I più letti

  • Most Read Posts

    • Non ci sono elementi
  • La buona notizia

    Volontariato
    Il ricavato del comitato Sagra Confine donato a 4 associazioni del territorio
    A ricevere la donazione sono stati Avis, Auser, Croce Blu e scuola dell’infanzia Filomena Budri di Mortizzuolo.
    usciamo
    A Massa Finalese una festa della donna… a tavola, in collaborazione col Centro Antiviolenza Ucman
    La serata enogastronomica si terrà al PalaDiversivo Prosolidar. Parte del ricavato sarà devoluto all'associazione Donne in Centro. Sabato 9 e domenica 10 la manifestazione "Tradizionalmente"
    Vestiti, usciamo
    Buon compleanno all'Oasi delle cicogne di Medolla
    Festeggia oggi gli anni lo spazio verde tra i più belli d’Italia, gestito dai volontari in collaborazione col Comune

    Curiosità

    Una corda insaporita per uccidere il cane, l'animale ora rischia di morire
    Da sapere
    Una corda insaporita per uccidere il cane, l'animale ora rischia di morire
    La corda, che era stata insaporita con grasso o strofinata col prosciutto, è stata gettata nel giardino di casa
    "Sanremo nonni", allegria e divertimento alla Cra “Augusto Modena” di San Felice
    L'iniziativa
    "Sanremo nonni", allegria e divertimento alla Cra “Augusto Modena” di San Felice
    Lo scorso 25 febbraio un gruppo di volontari ha animato la domenica degli ospiti della struttura
    Lavoro, sul sito Trenitalia nuova sezione per candidarsi
    L'iniziativa
    Lavoro, sul sito Trenitalia nuova sezione per candidarsi
    Sarà ad esempio possibile candidarsi per il ruolo di macchinista, figura storica del trasporto ferroviario, che oggi opera utilizzando moderne e sofisticate tecnologie.
    Teatri di San Felice, il restauro non c'è ma almeno possiamo vedere i rendering
    L'iniziativa
    Teatri di San Felice, il restauro non c'è ma almeno possiamo vedere i rendering
    Mentre i paesi vicini come Medolla o Concordia, terremotati come noi, hanno riaperto i loro teatri, il nostro è ancora casa di polvere e piccioni.
    La società Ocagiuliva vince la 150a edizione del Carnevale storico di Persiceto
    I risultati
    La società Ocagiuliva vince la 150a edizione del Carnevale storico di Persiceto
    Con il carro “Con la testa piena” ha proposto il tema del carnevale come grande contenitore di idee, fantasia e poesia, omaggiando Jacques Tati, Giulio Cesare Croce, Bertoldo
    "C'è posta per te" a Medolla per raccontare la storia di Tiziana e Francesca
    L'iniziativa
    "C'è posta per te" a Medolla per raccontare la storia di Tiziana e Francesca
    La trasmissione con protagonisti questi abitanti della Bassa modenese è andata in onda sabato sera
    Apre la nuova Bottega Manigolde a Finale Emilia
    L'iniziativa
    Apre la nuova Bottega Manigolde a Finale Emilia
    Si trova proprio a fianco al laboratorio dell’omonima sartoria circolare
    Aziende e territorio
    A Sanremo i vestiti di Mahmood sono made in Concordia, firmati Rick Owens
    Il made in Italy, del resto, non è solo un marchio, ma un patrimonio di conoscenze e saper fare che si trova solo da qualche parte, non è diffuso e globalizzato.
    L'eccezionale interpretazione di "Con te partirò" del carpigiano Davide Ascari, pilone della Nazionale di rugby
    L'iniziativa
    L'eccezionale interpretazione di "Con te partirò" del carpigiano Davide Ascari, pilone della Nazionale di rugby
    Durante il Terzo Tempo del post match di Irlanda-Italia Under 20. Ascari, classe 2004, ha lasciato a bocca aperta compagni e avversari con una performance canora
    In Italia aumentano gli animali domestici con microchip, al terzo posto l'Emilia-Romagna
    Animali
    In Italia aumentano gli animali domestici con microchip, al terzo posto l'Emilia-Romagna
    Oipa: "Chiedere l'obbligo anche per gatti e furetti".

    chiudi