Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Mirandolexit, Stefano Lugli (Sc): “Un salto nel buio per tutta la Bassa Modenese”

“Un salto nel buio per tutta la Bassa Modenese”. Così Stefano Lugli, consigliere comunale di Sinistra Civica per Finale Emilia, commenta la decisione di Mirandola di recedere dall’Unione Comuni Area Nord.
Scrive Lugli:
Il consiglio comunale di Mirandola ha deliberato l’uscita dall’Unione che formalmente avverrà il 1 gennaio 2021 dopo 6 mesi in cui tutti i servizi che i nove comuni avevano conferito in Unione dovranno essere riorganizzati, a partire dalle sedi e dal personale, a cui va tutta la nostra solidarietà per il trambusto nel quale sono stati improvvisamente catapultati.

L’uscita di Mirandola dall’Unione dei Comuni è un salto nel buio per tutta la bassa modenese e un atto unilaterale ed irresponsabile in un momento storico in cui la ricostruzione post sisma e la gestione delle conseguenze della pandemia richiederebbe la maggior collaborazione possibile fra comuni anziché l’avvio di un doloroso e costoso divorzio fatto sulla pelle dei cittadini. Perché saranno i cittadini di tutta la bassa modenese a pagare l’irresponsabilità leghista in termini di qualità, quantità e tariffe di servizi gestiti a livello sovracomunale ed erogati a tutti i cittadini alle stesse condizioni indipendentemente dal comune di residenza. La Mirandolexit non rende più forte Mirandola, anzi la frammentazione rende tutta la bassa modenese più debole e trasforma Mirandola da comune guida del distretto a un ente isolato e dal peso politico irrilevante.

La destra mirandolese sostiene che i nove comuni avrebbero dovuto conferire tutti i servizi in Unione per poi arrivare alla fusione in un unico comune e in tal senso il sindaco Greco aveva posto un vero e proprio ultimatum agli altri sindaci sostenendo che Mirandola paga più di quanto riceve. Noi crediamo che questa argomentazione sia un pretesto e sia priva di fondamento.

È un pretesto perché l’uscita dall’Unione non è contenuto nel programma di mandato del sindaco Greco e perché la lega mirandolese fin dalla vittoria elettorale ha sempre indicato nell’Unione il nemico a cui addossare le colpe della propria palese inadeguatezza sostenendo che forze esterne a Mirandola impedissero il cambiamento promesso. Siamo certi che questo atteggiamento proseguirà, perché alimentare i conflitti anziché risolvere i problemi è nella natura della Lega e perchè l’uscita dall’Unione e la riorganizzazione dei servizi non sarà una passeggiata e anche Mirandola ne pagherà lo scotto.

È priva di fondamento perché per stessa ammissione dei fuoriusciti non esiste alcuna analisi sui costi e i benefici della Mirandolexit e perché il valore dell’Unione non si misura solo in termini di bilanci ma soprattutto in termini di qualità dei servizi e capacità di estendere i servizi non su un bacino di poche migliaia di cittadini ma su un territorio che conta quasi 90.000 residenti e che esprime uno dei Pil più avanzati d’Italia.

Noi crediamo che all’irresponsabilità leghista si debba rispondere aggiornando il progetto di Unione alla nuova dimensione e ricercando la maggior integrazione possibile fra servizi senza cadere nella trappola della fusione alimentata strumentalmente dalla Lega. Perché all’interno di una cornice di servizi condivisi ogni comune deve mantenere la propria autonomia e la propria identità, non per mero spirito campanilistico ma perché è all’interno dei comuni che si esercita quella partecipazione alla vita democratica e si alimenta quella coesione sociale che non è replicabile né sovrapponibile in un comune unico contenente entità molto diverse tra dal punto di vista sociale, demografico ed economico.

Ma tutto questo non è sufficiente se non si apre l’Unione al confronto e alla partecipazione con tutte le associazioni sociali ed economiche del territorio e non si fa uno sforzo per far comprendere ai cittadini che l’Unione non è uno spazio riservato ai politici ma un ente fondamentale per la qualità della vita della bassa modenese.

P.S.
Per chi non conosce l’Unione vale la pena ricordare che l’ente nato nel 2003 per volontà dei 9 comuni gestisce oggi – in modo non sempre omogeno ma non per questo meno efficace – servizi fondamentali come l’istruzione e l’assistenza agli anziani e ai disabili, la scuola di musica e il servizio civile, le politiche ambientali e il centro di educazione alla sostenibilità “La Raganella”, i tributi e le pratiche sismiche per l’edilizia, lo sportello attività produttive e il marketing territoriale. Senza dimenticare che il presidente dell’Unione partecipa alle riunioni provinciali in cui si decide la programmazione sanitaria territoriale.

Stefano Lugli
Consigliere comunale Sinistra Civica per Finale Emilia

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    L’iniziativa è del consigliere di Nonantola Francesco Cosimo Antonucci[...]
    Internet casa, nel 2021 prezzi ancora più giù: promozioni sotto i 24 euro mensili
    I dati del nuovo Osservatorio di SOStariffe.it sui costi medi delle offerte Internet casa [...]
    Mirandola, Cavezzo, Concordia: 25 concerti per un'estate piena di musica
    Il calendario completo dei concerti da giugno a settembre in tutta l’Area Nord di Modena[...]

    Curiosità

    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    Nonantola, dopo la biblioteca di condominio nasce quella “di quartiere”
    L’iniziativa è del consigliere di Nonantola Francesco Cosimo Antonucci[...]
    TedX Mirandola, intervista a Alessia Cavazza: “Il mio obiettivo? Studiare le malattie pediatriche rare, per dare speranza di vita"
    TedX Mirandola, intervista a Alessia Cavazza: “Il mio obiettivo? Studiare le malattie pediatriche rare, per dare speranza di vita"
    La studiosa mirandolese è Assistant Professor presso l’University College di Londra, dove dirige presso il Great Ormond Street Children’s Hospital[...]
    Medolla, anche i sassi colorati dai bimbi della materna saranno nascosti in paese
    Medolla, anche i sassi colorati dai bimbi della materna saranno nascosti in paese
    L'idea nasce nell'ambito dell'iniziativa 'Un sasso per un sorriso'[...]
    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Nuova insidia online nelle chat di messaggistica: attenzione alla "truffa dell'eredità"
    Occorre prestare la massima attenzione, bloccare il mittente del messaggio ed eventualmente informare la Polizia postale[...]
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Finale Emilia, perché i nuovi parcheggi sembrano più stretti di prima?
    Le precisazioni in merito del sindaco Sandro Palazzi[...]
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati di qualità dell’aria e pollini allergenici sulla nuova App di Arpae
    I dati - anche su meteo e condizioni del mare - sono aggiornati ogni 3 ore (ogni 15 minuti per la pioggia), con previsioni fino a 48 ore.[...]
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Il calcio, gli amici e altre sciocchezze: esce "6 di recupero" di Gabriele Monari
    Giocatori improbabili, una squadra sgangherata e atmosfere della Bassa nel libro [...]
    A Bomporto il Giardino della Gioventù: gli alberi dedicati a Vincenzo Muccioli, Greta Thumberg e Papa Wojtyla
    A Bomporto il Giardino della Gioventù: gli alberi dedicati a Vincenzo Muccioli, Greta Thumberg e Papa Wojtyla
    Gli alberi sono stati comprati con il ricavato della vendita dei sassi del vecchio ponte di Bomporto[...]