Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
23 Settembre 2021

Quando terremoto e pandemia diventano sfide per rinnovarsi. L’esperienza di Emanuela Zavatti titolare del negozio Manu taglie forti.

CAVEZZO E SAN PROSPERO…. E DINTORNI – I cittadini della Bassa hanno maturato una certa “resistenza” alle calamità. Prima hanno dovuto affrontare le scosse del 2012, che hanno lasciato profonde ferite, poi la pandemia, ma si sono rimboccati la maniche, affrontando le sfide con coraggio e cercando di trasformarle in opportunità.

In quanto a coraggio di ripartire e capacità rinnovarsi ne sa qualcosa Emanuela Zavatti, 50 anni, di professione commerciante, che dopo il terremoto si è trovata inagibile prima il negozio in centro a Cavezzo, poi il il garage dove aveva stoccato la merce in attesa di trovare un nuovo locale dove riaprire.
“Per ripartire quanto prima – ricorda – insieme ad altri commercianti avevamo dato vita al progetto innovativo Cavezzo 5.9, il centro commerciale nei container nato in centro a Cavezzo. Smantellato il 5.9, ho deciso di riaprire l’attività di abbigliamento di moda curvy spostandosi a San Prospero”.

Quando Emanuela Zavatti ha aperto il suo negozio “Manu taglie forti” si è posta un obiettivo ben preciso: proporre capi dalla 46 alla 62, di ottima qualità e design giovane, in grado di soddisfare le esigenze e le personalità delle clienti. Una ricerca continua quella di Emanuela che ha avuto un ottimo riscontro. Le clienti, infatti, di tutte le età arrivano anche da fuori provincia perché trovano in “Manu taglie forti” un punto di riferimento: capi in grado di farle sentire bene e belle e i consigli di Emanuela che, oltre ad essere figlia d’arte (la mamma aveva un negozio in centro a Cavezzo), vanta grande passione per il suo lavoro unita all’esperienza.

“Ho iniziato lavorando come commessa in un negozio di abbigliamento per taglie forti – racconta -, poi nel 2003 ho aperto la mia attività dedicata alle donne curvy proponendo capi giovani e alla moda. Mi sono immedesimata nelle clienti chiedendomi: “e se diventassi io una taglia forte? Sicuramente vorrei vestirmi con abiti che mi valorizzassero”.

Dopo il sisma, è arrivata la pandemia. Anche in questo caso, Emanuela ha colto la nuova sfida come un’occasione per rinnovarsi. “Sono una persona del fare – racconta -. Nei primi mesi dell’emergenza Covid l’attività ha avuto uno stop, poi ho cercato di ripartire. Ho iniziato a collaborare con Anna Reccia, una giovane che si occupa di social media marketing e ci siamo reinventate, non senza difficoltà. Con il negozio chiuso, abbiamo raggiunto le clienti con dirette sui social, una sorta di “salotto” tra amiche, durante le quali presentavamo i capi presenti in negozio e garantendo la consegna degli ordini a domicilio in tutta Italia. Abbiamo cercato di continuare l’attività in modo divertente e coinvolgente”.

Quando non lavora, Emanuela si di divide tra la famiglia, il volontariato, la lettura e…la ricerca di un fidanzato.
“Sono adrenalinica e adoro affrontare sempre nuove sfide – racconta -. Mi piace cucinare, leggere, dedicarmi al volontariato. Sono separata e, nella casa immersa nel verde di Cavezzo, vivo con mio figlio Nicolò di 27 anni che pratica rugby, mia fratello e mia nipote, insieme a 4 gatti, 2 oche del Campidoglio e due cani. Ambisco ad allargare la famiglia con un maiale e un asino… si troverebbero benissimo. La casa è molto importante e rappresenta un punto di riferimento, un porto sicuro per gli amici dove venire, rigenerarsi e ripartire. Ho un ottimo rapporto con il mio ex marito e gli ex fidanzati e quando li ospito mi piace cucinare. Loro dicono che sono una donna complicata, ma è una bugia (ride) perché se c’è una persona semplice quella sono io! Sono alla ricerca di un principe azzurro che cammini al mio fianco. Non dovrebbe essere difficile trovarlo… in fondo sono solo testarda, determinata, generosa, lungimirante (forse troppo!), curiosa, disordinata, pratica, dico sempre quello che penso… Insomma, davvero una persona semplice, non capisco perché non ho ancora incontrato il mio principe. Spero nella prossima intervista di comunicarvi che la ricerca è finita!”.

Prima della pandemia Emanuela organizzava e partecipava ad eventi benefici. “Mi piaceva dedicarmi al volontariato insieme a mio figlio – racconta -, con alcune amiche abbiamo anche creato il gruppo “L’Abbraccio”, dedicato alle donne morte nel sisma del 2012 per parlare di prevenzione al femminile. Speriamo di poterlo fare di nuovo”.

Da persona curiosa qual è, Emanuela si interessa di reincarnazione, simbologia e magia. “Mi piace leggere – racconta – una passione sono i libri del filosofo Igor Sibaldi. Sul comodino tengo un quaderno per gli appunti, dove scrivo i sogni premonitori e le cose che ho paura di dimenticarmi. D’altra parte, mi piace essere sempre impegnata. Non voglio correre il rischio di annoiarmi”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Centro anziani, riprende l'attività in presenza a Camposanto
    Commenta la sindaca: "Sappiamo tutti quanto questi eventi siano utili per aggregare, a miglioramento della vita ed a smantellamento della solitudine, amplificata anche dalla pandemia"[...]
    Bomporto, la biblioteca Tolkien "si rifà il look"
    Nuove proposte artistiche e iniziative culturali, scelte attraverso una procedura a evidenza pubblica, da Enti del Terzo Settore, cooperative e ditte specializzate.[...]

    Curiosità

    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    La donna, rientrata in Italia per chiedere il beneficio, una volta ottenutolo è tornata nell’arcipelago caraibico[...]
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    Ai piccoli è stato mostrato cosa significa essere volontari del soccorso[...]
    Più di 140 partecipanti per  la Pedalenta a Cavezzo
    Più di 140 partecipanti per la Pedalenta a Cavezzo
    La passeggiata per il paese in bicicletta è stata anche anche l’occasione per far conoscere ai giovanissimi le strade del proprio paese. [...]
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    I lavori, iniziati l’indomani della chiusura delle scuole e terminati in tempo utile, ammontano a 710.000 euro d[...]
    Scuola, a Mirandola e Finale Emilia prima campanella per oltre 4700 studenti
    Scuola, a Mirandola e Finale Emilia prima campanella per oltre 4700 studenti
    35mila gli studenti in tutto il modenese, 70 le nuove aule a disposizione.[...]