Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
16 Aprile 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

“Finale di carta”: al palazzo dell’ex Guardia nazionale mappe e disegni della città

FINALE EMILIA- In occasione della ristampa del volume di Maria Pia Balboni "Sotto i ponti e per canali", con il sottotitolo "Viaggio nella storia del Finale e del suo territorio attraverso mappe, disegni, schizzi e foto", Alma Finalis ha ritenuto opportuno raccogliere ed esporre nei locali dell’ex Guardia nazionale una serie di mappe che possono aiutare il visitatore che intenda intraprendere quel viaggio.

Si tratta di immagini- in gran parte note- tratte dalla pubblicazione, ed altre, parzialmente inedite, che vengono presentate al pubblico per la prima volta. Tra queste ultime spicca, non solo per la dimensione, la grande tavola composta di otto fogli sui quali il consigliere ing. Giuseppe Agnini - come riporta il sottotitolo della tavola stessa - ha disegnato, e completato ad acquerello, il Piano Regolatore della città di Finale. Nei primi anni del ‘900, l’ing. Agnini progetta il futuro della città completamente modificata a seguito dell’interramento del Panaro della Lunga e della traslazione verso sud del Panaro in Cavamento; sull’area di sedime di quest’ultimo corso d’acqua viene disegnato un articolato progetto di verde pubblico chiamato Bosco all’inglese: una sorta di bosco della cintura urbana ante litteram, comparso in anni recenti nella pianificazione urbanistica del capoluogo di Mirandola.

Oltre ai diradamenti urbani tipici del periodo, alcuni spunti progettuali hanno anticipato elementi dell’assetto urbano comparsi in anni recenti, come la circonvallazione nord, o previsto scelte di localizzazione poi attuate, come la realizzazione del nuovo macello pubblico costruito a margine dell’area un tempo occupata dal Panaro della Lunga, ora via Trento Trieste.

Insieme a quello che si può definire, senza tema di smentita, il primo Piano Regolatore di Finale, in mostra sono esposte, tra le altre, due tavole nelle quali l’abile penna di Loreno Confortini ricostruisce il Finale prima di grandi eventi che ne hanno modificato l’assetto in modo sostanziale.

La prima tavola mostra la città alla fine del XV secolo, ancora circondata da mura e torri con i due principali capisaldi difensivi: ad ovest la cosiddetta Rocca Piccola attestata intorno alla Torre dei Modenesi e ad est la Rocca Grande, il Castello delle Rocche. Tale situazione verrà modificata alla metà del ‘500 con l’abbattimento delle mura, riproponendo anche a Finale quell’operazione che, nella capitale del ducato, fu definita come Addizione Erculea. La seconda tavola del Confortini ricostruisce con estrema cura dei particolari – che raggiungono l’apice nella sezione dei Mulini di sopra - il Finale alla fine dell’800, ancora una volta prima della grande trasformazione effettuata con gli interventi sui due rami del Panaro.

Le tavole “a volo d’uccello” sulla crescita urbana, elaborate dall’arch. Alessandro Pisa durante gli studi universitari, sono un ulteriore strumento di conoscenza ed una guida indispensabile nel percorso a ritroso nella storia del Finale e del suo territorio che è il fine ultimo di questa mostra.

Tra le varie mappe esposte l’arcinota pianta in alzato del castrum finalese “inventata” dal Frassoni ed incisa da Giuseppe Benedetti; la mappa dell’Alinovi della cosiddetta contradella del portelo, del 1654, assunta ad immagine della mostra; il particolare, tratto dalla mappa dell’Albani del 1708, nel quale due burchielli percorrono il Canaletto dei Mulini; il progetto di Terzo Terzi, del 1553, per la fortificazione del Finale che ricorda la pianta della Rocca Possente di Stellata; il particolare tratto da un disegno riguardante i confini tra il Modenese ed il Bolognese forse del sec. XV, che mostra una Finale turrita in cui sono riconoscibili gli elementi identitari della città; lo splendido acquerello con la prospettiva della Chiusa un tempo presente a metà dell’attuale via Martiri della Liberazione, che regolava il flusso in accesso al Bacino chiamato appunto della Chiusa.

La mostra, ospitata nei locali del palazzo ex Guardia Nazionale di corso Cavour, verrà inaugurata venerdì 29 marzo, alle ore 17,30, e sarà visitabile fino al 21 aprile.

 

SulPanaro Expo

RESTO D'ITALIA E MONDO

Terremoto a Napoli, nuove scosse ai Campi Flegrei oggi
Ultime notizie
RESTO D'ITALIA E MONDOTerremoto a Napoli, nuove scosse ai Campi Flegrei oggi

Rubriche

Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della focaccia fiorita
Rubrica - Creatività, ortaggi e farine; questi gli ingredienti che danno vita a questa scenografica focaccia. Rubrica a cura di Francesca Monari
Superbonus - nuova comunicazione preventiva
Rubrica - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto
Linee guida per i Social | Ecco come creare post perfetti in pochi e semplici passaggi
Rubrica - Ed eccoci al terzo appuntamento con Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese. Oggi impareremo a destreggiarci tra post, reel e video.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli
Il punto - E' la rubrica che abbiamo deciso di avviare per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, pubblicando le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Glocal
Gli italiani mangiano male
Glocal - In Italia, ogni dieci minuti, una persona muore per complicanze legate all'obesità.
L’arte in Strada | San Prospero e il murale dedicato a Fraintesa
Rubrica - Rubrica a cura di Francesca Monari
Piccole e medie imprese, come ottenere i contributi per internazionalizzazione, transizione energetica e installazione di sistemi di sicurezza
Da sapere - I bandi riguardano attività in regola con il Durc e con il pagamento del diritto annuale alla CCIAA
Glocal
Nel 2050 un pensionato per ogni lavoratore
Glocal - Finanze pubbliche e welfare non saranno più sostenibili con il calo delle nascite
Linee guida per i Social | Ecco come iniziare bene a comunicare un'attività
Rubrica - Francesca Monari ha chiesto a Susanna Baraldi, titolare di un’agenzia di comunicazione mirandolese, come impostare correttamente una pagina social
Bonus export digitale plus 2024, ecco come fare per richiederlo
Da sapere - Ce ne parla il dottor Alessandro Bergonzini: commercialista e revisore legale, residente a Camposanto

Sul Panaro on air

    • WatchRiapre il circola lato B in località Canaletto a Finale Emilia
    • WatchEcco le barriere anti inondazione per salvare Bomporto dalle alluvioni
    • WatchMarika Menozzi si candida sindaca a Concordia sul Secchia
  • I più letti

  • Most Read Posts

    • Non ci sono elementi
  • La buona notizia

    Il caso
    Finale Emilia, ha riaperto a Canaletto il circolo musicale Lato B
    Dopo tempi di incertezze torna la musica nella ex scuola elementare
    Ultime notizie
    Da Medolla Eurosets dona ossigenatori per le operazioni ai bambini in Camerun
    L'azienda sostiene il progetto “Cuori ribelli” della Onlus “Una voce per Padre Pio”
    Ultime notizie
    A Mirandola più di 600 volontari per la grande esercitazione di Protezione Civile
    Sono stati circa 150 i mezzi impiegati nella tre giorni di operazioni:

    Curiosità

    Falegname abusivo scoperto perchè espone la differenziata nel giorno sbagliato
    La storia
    Falegname abusivo scoperto perchè espone la differenziata nel giorno sbagliato
    L'errore fatale costerà all'uomo, un pensionato, 104 euro di multa più accertamento della Agenzia delle entrate
    E' festa a Soliera per i 60 anni della squadra di calcio Limidi F.C.
    Il riconoscimento
    E' festa a Soliera per i 60 anni della squadra di calcio Limidi F.C.
    Nell’occasione il campo da calcio verrà intitolato al limidese Bruno Ghelfi
    Auser Cavezzo nel grande progetto educativo contro lo spreco del cibo del Centro di Educazione alla Sostenibilità Ucman
    I dati
    Auser Cavezzo nel grande progetto educativo contro lo spreco del cibo del Centro di Educazione alla Sostenibilità Ucman
    Nelle scuole primarie del territorio un progetto educativo per spiegare ai bambini il valore che ha il cibo e ridurne lo spreco.
    La mirandolese Letizia Borella è la "Bodypainting model of the year 2023"
    Ultime notizie
    La mirandolese Letizia Borella è la "Bodypainting model of the year 2023"
    Il prestigioso titolo corona una carriera che l'ha vista partecipare e vincere numerose competizioni italiane ed internazionali
    San Prospero città delle donne: si racconta la libertà femminile tra studio, perseveranza e coraggio
    Il riconoscimento
    San Prospero città delle donne: si racconta la libertà femminile tra studio, perseveranza e coraggio
    E' stato un bel pomeriggio -  sala stra piena, pubblico attento e tanti applausi - quello che la neonata associazione I talenti di Minerva ha organizzato a San Prospero presso la biblioteca.
    Quelli di Villaggio Fantozzi ci son cascati di nuovo: a ottobre San Felice diventa Cinevalley
    Ultime notizie
    Quelli di Villaggio Fantozzi ci son cascati di nuovo: a ottobre San Felice diventa Cinevalley
    Sette grandi film. Tre giorni. Un fiume di eventi. Roberto Gatti &Co rendono omaggio a sette capolavori del cinema italiano
    Nuovi spazi per il centro bambini a Carpi
    Per i più piccoli
    Nuovi spazi per il centro bambini a Carpi
    Inoltre si inaugurerà la sede del “Consiglio dei ragazzi”
    Trattamenti estetici, gli italiani spendono in media 320 euro all’anno
    Curiosità
    Trattamenti estetici, gli italiani spendono in media 320 euro all’anno
    Le cifre più alte sono riservate alla cura dei capelli e del viso.
    Da Mirandola a Trieste, Raffaele Bruschi nella spedizione che ha scoperto un nuovo ramo del fiume Timavo
    La storia
    Da Mirandola a Trieste, Raffaele Bruschi nella spedizione che ha scoperto un nuovo ramo del fiume Timavo
    Il mirandolese era con gli speleologi della Società adriatica che hanno fatto la sensazionale scoperta scientifica: "Siamo stati dove nessuno mai"
    A Mirandola uno scorcio di piazza Costituente ora porta il nome di Largo Elvino Castellazzi
    Il caso
    A Mirandola uno scorcio di piazza Costituente ora porta il nome di Largo Elvino Castellazzi
    E' tra gli ultimi atti della giunta di Alberto Greco, che a giugno lascerà la carica di sindaco di Mirandola. “Un modo concreto per ricordare una grande persona”

    chiudi