Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
25 Gennaio 2022

90 anni fa veniva ultimata la prima officina meccanica “moderna” di San Prospero

SAN PROSPERO- Era il 1931: l’impresa edile Tioli Alfonso e figlio i S. Pietro in Elda ultimava quella che, probabilmente, fu la prima officina officina meccanica del capoluogo. La costruzione, ora di proprietà Baraldi, si trova lungo la strada del Canaletto, a circa un centinaio di metri dalla sede municipale.

A rivelare questa bella curiosità storica e , sui social, è Franco Barbieri: giornalista, scrittore, divulgatore scientifico e appassionato cultore di storiografia localistica.

“La costruzione, ora di proprietà Baraldi, si trova lungo la strada del Canaletto, a circa un centinaio di metri dalla sede municipale. Titolare dell’officina fino agli anni ’34-35 era Ferruccio Magnoni, nominato Commissario prefettizio nel 1940– racconta Barbieri su Facebook- In essa lavoravano, fra gli altri, Guido Bortoli, Antonio Barbieri, Franco Vincenzi e Palmieri De Pieris, detto “Alberino”.

Magnoni era soprannominato “Amdulìna”, “scutmai” che indicava una persona dalla predisposizione quasi maniacale alla perfezione. A volte, raccontavano i suoi dipendenti, impiegava anche più di un quarto d’ora per stringere un bullone: pensava non fosse mai stretto al punto giusto e provava e riprovava fino a quando non otteneva il risultato che considerava ottimale.
Nella seconda metà degli anni 30, l’officina compare nell’elenco delle attività economiche comunali come “Officina Tusini” (anni ’36-37), poi come “Officina meccanica Cremonini Gino” (anni ’37-38).
Nell’area cortiliva antistante trovò spazio, dalla metà degli anni 30, un impianto di distribuzione carburanti e furono esposte diverse macchine agricole di proprietà della ditta Galli Magnoni Vincenzi.
L’edificio venne a trovarsi al centro dell’abitato più frequentato negli anni 30: nel ’32, in un terreno attiguo, sorse il mulino, mentre a poche decine di metri si trovava la famosa “osteria” (la via antistante, ora Via Pace, era chiamata “Osteriola”), frequentata spesso da diversi clienti dell’officina.
Nell’immediato dopoguerra, l’officina è elencata negli Annali della provincia di Modena come “Officina Riparazioni auto-motocicli Palmieri De Pieris” e divenne punto di riferimento per chiunque si trovasse a transitare lungo la Canaletto, allora una delle principali strade italiane, chiamata Statale 12 negli anni Trenta.
Fra i frequentatori abituali figurava, in quel periodo, Nino Borsari (Motta sulla Secchia 1911 – Melbourne 1996), campione olimpionico d’inseguimento a squadre su pista nel 1932 a Los Angeles, cui è dedicato dal 1973 lo stadio e il velodromo di Cavezzo (ottenne l’ultimo importante risultato in ambito sportivo nel 1948 sulla pista dello stadio di Cavezzo, dove si aggiudicò una gara di velocità in coppia con il “campionissimo” Fausto Coppi).
Negli anni 50 i locali dell’officina, dopo il trasferimento in altra sede della ditta Palmieri De Pieris, compaiono negli Annali della Provincia come laboratorio di falegnameria, di cui era titolare Giovanni Baraldi, uno dei quattro falegnami del comune (gli altri tre, di cui si ha notizia negli Annali della Provincia dal 1948, erano Crociano Salvioli, Raffaele Merighi e Gino Malverti), persone che meritano di essere ricordate per capacità, creatività, predisposizione al sacrificio e forte legame con quei caratteri originali dell’artigianato locale che rappresentano uno degli elementi caratterizzanti dell’identità delle nostre terre.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    Il film racconta un pezzo della nostra storia, e più di 500 persone tra Mirandola, Finale Emilia e San Felice vi hanno partecipato[...]
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]