Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
25 Settembre 2021

Assalto al portavalori all’esterno del GrandEmilia: due arresti

MODENA – Nella serata di ieri, 30 agosto, e nella mattinata di oggi, 31 agosto, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Modena, con il supporto dell’Arma territoriale di Napoli e Foggia e con il contributo dei Reparti Speciali messi a disposizione dalle Legioni Carabinieri Puglia e Campania hanno arrestato ad Apricena (NA) e San Severo (FG) due uomini, sospettati di aver partecipato alla rapina a mano armata ad un portavalori, commessa il 20 gennaio 2020 all’esterno del centro commerciale GrandEmilia. Uno dei due è stato individuato e bloccato stamattina al porto di Napoli, bloccato all’imbarco sulla nave da crociera che avrebbe dovuto portarlo in tour nel Mediterraneo per i prossimi 8 giorni.

La mattina del 20 gennaio 2020, una squadra dell’Istituto di Vigilanza Privata “Coop Service”, incaricata di raccogliere l’incasso del centro commerciale “GrandEmilia”, era stata aggredita da tre rapinatori armati e con il volto coperto da passamontagna, i quali erano riusciti ad impossessarsi sia del denaro che gli incaricati stavano per collocare nel furgone blindato (tre sacche contenenti complessivamente circa 150.000 Euro), sia della pistola Beretta di una delle due guardie giurate. Nella circostanza, mentre una delle guardie si apprestava a trasportare i valori nel furgone utilizzando un carrello, era stata bloccata da due rapinatori, uno dei quali armato con un fucile a pompa, che gli aveva sottratto la pistola di servizio, mentre l’altro si era impossessato dei sacchi del denaro. Il tutto era avvenuto mentre un terzo rapinatore, anche egli armato di fucile a pompa, teneva sotto tiro l’autista del furgone blindato. Quest’ultimo tuttavia, attuando le procedure operative di servizio per impedire la sottrazione degli altri valori presenti sul mezzo, aveva inserito la marcia riuscendo ad allontanare il mezzo blindato dal luogo della rapina.

I tre rapinatori si erano quindi alla fuga a bordo di un’autovettura, una Alfa Romeo Giulietta di colore bianco con targa clonata, risultata successivamente rubata tre giorni prima in provincia di Campobasso. Il veicolo era stato rinvenuto dai Carabinieri a poco più di un chilometro dal luogo della rapina con l’abitacolo completamente cosparso di una polvere bianca, appositamente spruzzata da un estintore allo scopo di cancellare eventuali impronte e tracce biologiche.

Le indagini immediatamente avviate e coordinate dalla Procura della Repubblica di Modena sono state condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Modena partendo da una minuziosa attività di sopralluogo, effettuata da personale specializzato, sia sulla scena del delitto nel luogo ove era stata commessa la rapina, sia sull’autovettura utilizza dai rapinatori.

La ricostruzione del percorso fatto dai rapinatori, la visione di numerosi filmati acquisiti dalle diverse telecamere di videosorveglianza, gli accertamenti effettuati presso caselli autostradali, le analisi dei tabulati telefonici hanno consentito di raccogliere fonti di prova integranti una piattaforma indiziaria a carico di almeno due indagati, ritenuta grave dal Gip. I Carabinieri di Modena hanno ricostruito e documentato la presenza dei due foggiani il giorno della rapina, l’esecuzione di almeno due sopralluoghi effettuati nei pressi del centro commerciale modenese nel dicembre 2019 nonché in altra località del foggiano in circostanze di tempo e di luogo coincidenti con il furto di un’autovettura risultata utilizzata nella rapina al portavalori.

Un fondamentale impulso alle indagini è stato dato dall’arresto in flagranza di reato di uno dei due indagati, avvenuto il 2 marzo 2020 a Torino, dove, una pattuglia di Carabinieri di quel Nucleo Radiomobile, aveva intercettato due autovetture i cui conducenti, alla vista dei militari, si erano dati a alla fuga. Nella circostanza, i militari erano riusciti a bloccare e trarre in arresto uno dei fuggitivi, nella cui autovettura erano stati trovati giubbotti antiproiettile, scaldacollo, guanti, armi (fucili a pompa) e munizioni, targhe clonate e chiodi a tre punte. Gli accertamenti effettuati successivamente si erano concentrati sull’ambito familiare e relazionale dell’arrestato, sul conto del quale emergevano frequentazioni e controlli con l’altro odierno arrestato, in circostanze risultate di rilevanza investigativa.
Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, il nido di via Poma selezionato per un progetto regionale
    Il progetto è destinato ai bimbi da zero a sei anni per l’apprendimento della lingua inglese.[...]
    Mirandola, inaugurazione degli edifici parrocchiali a Quarantoli
    Domenica 26 settembre alle ore 18.30 la messa presieduta dal Vescovo Erio Castellucci, al termine la benedizione dei locali restaurati alla presenza delle Autorità civili[...]

    Curiosità

    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Nuovo intervento di manutenzione straordinaria interamente finanziato da Aipo [...]
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    La donna, rientrata in Italia per chiedere il beneficio, una volta ottenutolo è tornata nell’arcipelago caraibico[...]
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    Ai piccoli è stato mostrato cosa significa essere volontari del soccorso[...]
    Più di 140 partecipanti per  la Pedalenta a Cavezzo
    Più di 140 partecipanti per la Pedalenta a Cavezzo
    La passeggiata per il paese in bicicletta è stata anche anche l’occasione per far conoscere ai giovanissimi le strade del proprio paese. [...]
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    I lavori, iniziati l’indomani della chiusura delle scuole e terminati in tempo utile, ammontano a 710.000 euro d[...]