Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
24 Luglio 2024
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

L’inflazione e l’inadeguatezza delle politiche economiche

di Andrea Lodi

FRENA L’ECONOMIA ITALIANA

Secondo l’ultimo rapporto di Bankitalia l’economia del nostro Paese è ferma. L’inflazione resta alta. Sebbene i costi per le aziende pare siano in discesa, i prezzi di beni e servizi continuano a salire.

Una spirale speculativa che indebolisce ulteriormente i salari degli italiani, ma contribuisce ad aumentare i patrimoni degli industriali.

La crescita economica, secondo il rapporto di Bankitalia, dopo il rimbalzo del primo trimestre si è interrotta, ed il PIL è rimasto pressoché invariato in primavera.

Nei prossimi mesi si spera che la crescita prevista dell’1,3% rimanga confermata, anche se è necessario che siano approvate misure antinflazionistiche per rafforzare i salari degli italiani.

L’INFLAZIONE

Il tasso d’inflazione, uno dei più alti in eurozona, si dovrebbe portare ad una media del 6%. Decisamente migliore dell’8,9% registrato a settembre 2022. Il problema è che la previsione di riduzione, comunque prevista nel 2024 (che dovrebbe portarsi attorno al 2%) determinata soprattutto dagli effetti diretti ed indiretti del calo dei prezzi delle materie prime energetiche, non si è ancora vista. A causa soprattutto delle imprese produttrici e di trasformazione che non hanno adeguato i prezzi dei loro prodotti al calo delle materie prime. I costi variabili, infatti, si stima che siano calati dell’1,6%, rispetto al trimestre precedente, a fronte però di un margine operativo lordo che è aumentato di circa 1,8 punti percentuali, recuperando i livelli del 2021.

Siamo di fronte ad un fenomeno inflazionistico che non si registrava da quarant’anni.

Un fenomeno, per quanto riguarda i Paesi dell’eurozona, non necessariamente legato all’aumento della domanda di beni e servizi, di keynesiana memoria, ma è molto più probabile, per non dire certo, che ci si trovi di fronte ad un’inflazione più legata al fronte dell’offerta, ma di stampo speculativo: aumentano i costi di produzione, ma al momento di una riduzione degli stessi, i prezzi al consumo non vengono conseguentemente adeguati.

LE POLITICHE ANTINFLAZIONISTICHE

Le banche centrali, che in genere rivestono un ruolo fondamentale nel porre un freno ai fenomeni inflazionistici, hanno reagito in ritardo ed in modo non efficace, per non dire inadeguato, valutando anche in modo errato il fenomeno stesso, confinandolo tra quelli definibili “passeggeri”.

La risposta è stata quella classica del rialzo dei tassi di interesse, che se trova una parziale efficacia nell’inflazione della domanda, la stessa cosa non si può dire per l’inflazione dell’offerta.

L’ortodossa “regola del pollice”, ovvero applicare politiche monetarie restrittive all’aumento dei prezzi, provocando così una diminuzione della domanda, non funziona.

Alle politiche finanziarie delle banche centrali, occorre affiancare delle politiche di regolamentazione dal lato dell’offerta, che sono le grandi assenti nel panorama politico attuale.

In un sistema liberista regolamentato dal meccanismo della domanda e dell’offerta, i prezzi dovrebbero calmierarsi con il sistema della concorrenza.

Oggi le cose non stanno funzionando così. Pare esistere una sorta di “potere di monopolio” o di “cartello” che impedisce il funzionamento del meccanismo.

Occorre rivedere i principi cardini che stanno alla base dell’economia e di quel delicato equilibrio tra domanda ed offerta, e quindi di spartizione del relativo valore aggiunto generato.

I puristi dell’economia sono più sul fronte dell’inflazione della domanda, e ritengono il rialzo dei tassi di interesse una panacea alla riduzione del tasso dell’inflazione, accompagnata da politiche di contrazione della spesa pubblica.

Il solito gioco al massacro. Per non disturbare le manovre speculative dei soliti noti, diventate ormai da troppo tempo l’unico punto di riferimento del “nuovo capitalismo”, si scaricano gli oneri del sistema economico su risparmiatori e consumatori. Che sono sempre gli stessi.

SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Global Wealth Report 2024: lo 0,7% della popolazione detiene il 40,4% della ricchezza mondiale
Glocal - Secondo il Rapporto sulla Ricchezza Globale 2024 (Global Wealth Report) realizzato da UBS, lo 0,7% della popolazione del pianeta, appartenente alla categoria dei “ricconi”, detiene il 40,4% della ricchezza mondiale.
Glocal
Politici nel pallone
Glocal - Martedì 16 luglio all’Aquila, si è disputata la partita del cuore tra cantanti e politici. Un evento sportivo di beneficenza organizzato per raccogliere fondi da destinare all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e all’Ospedale San Salvatore dell’Aquila.
Glocal
Gli indignati
Glocal - La nazionale azzurra di calcio ci ha deluso. Un sentimento di delusione che si è trasformato velocemente in un sentimento di indignazione sociale.
APPUNTI DI GUSTO | Tutto quello che c’è da sapere delle noci brasiliane
Rubrica - Sono semi oleosi provenienti dalle piante di Bertholletia excelsa -in onore dello scienziato francese Claude-Louis Berthollet- e sono conosciute anche come noci dell’Amazzonia perché è nella foresta amazzonica che crescono.
Glocal
Ricchezza e povertà degli italiani
Rubrica - Italia al 18° posto nella classifica europea del PIL pro capite stilata dal Fondo Monetario Internazionale.
Un raggio di sole tra la cronaca, per te le poesie di Luigi Golinelli - 6
Arte - E' la rubrica per un momento di tregua dalla frenesia della cronaca, con le poesie che il poeta Luigi Golinelli di San Felice Sul Panaro ha gentilmente messo a disposizione per voi lettori.
Estetica, espressività e decorazione | Il Liberty industriale a San Possidonio
Rubrica - Ed eccoci ad una nuova uscita dedicate all’Art Nouveau, la rubrica di Francesca Monari, nata dalla collaborazione con Sara Zoni
Al giardino ancora non l’ho detto | Rubrica Botanica | La pianta del Caffè
Rubrica - La rubrica botanica cura di Francesca Monari

Sul Panaro on air

    • Watch#incendio azienda #biomedicale a #mirandola #notiziedioggi #notiziedelgiorno #notizie
    • WatchSalva un bimbo di 4 anni che stava affogando in piscina a Mirandola, parla Silvia Bertellini
    • WatchLa protesta Bellco arriva a Roma
  • La buona notizia

    La solidarietà
    Bomporto, inaugurata una cisterna in Madagascar grazie alla solidarietà della comunità
    Associazioni e cittadini bomportesi hanno sostenuto un’iniziativa benefica rivolta agli abitanti del villaggio di Andaromihomaky
    La storia
    Neonato salvato sull'isola di Martinica grazie a un dispositivo prodotto dalla Eurosets di Medolla
    Il bimbo di un mese e mezzo era affetto da bronchiolite acuta e non era in grado di respirare autonomamente a causa dell’infezione virale
    Il ricordo
    Viaggiare con gli animali domestici, i consigli del veterinario
    E' bene pensare di mettere in valigia anche un kit per il proprio amico a quattro zampe: ad esempio soluzione fisiologica, pomate protettive e lenitive, antiparassitari repellenti.

    Curiosità

    I tortellini si piazzano diciannovesimi in Italia tra i piatti più amati
    Curiosità
    I tortellini si piazzano diciannovesimi in Italia tra i piatti più amati
    Per gli italiani sono tra i meno ‘social’.
    L'84% adolescenti si fida dei medici, il 90% di genitori e amici. E basta
    Ambiente
    L'84% adolescenti si fida dei medici, il 90% di genitori e amici. E basta
    Preoccupa che oltre determinate soglie, la famiglia rischia di diventare familismo e l'amicizia 'clan', se non addirittura 'gang'
    Mirandola, automobilista ghanese presenta alla Polizia Locale patente falsa polacca
    Ultime notizie
    Mirandola, automobilista ghanese presenta alla Polizia Locale patente falsa polacca
    Sono stati 16 i posti di blocco effettuati in sette giorni dalla Municipale, con 179 mezzi controllati fra auto (168) e 11 fra autoarticolati e Tir
    Italiani preoccupati per reddito e salute. E aumentano i timori per il cambiamento climatico
    Da sapere
    Italiani preoccupati per reddito e salute. E aumentano i timori per il cambiamento climatico
    Con il mondo in ripresa dalla pandemia, gli italiani devono fronteggiare nuove e vecchie preoccupazioni che li rendono generalmente più insicuri rispetto alla media europea.
    Pasta "fuori orario", la scelgono due giovani su tre: la spaghettata di mezzanotte è un rito per 3 su 4
    Curiosità
    Pasta "fuori orario", la scelgono due giovani su tre: la spaghettata di mezzanotte è un rito per 3 su 4
    E' quanto rivela la ricerca "GenZ e Pasta: amore ai pasti e non solo...", condotta dai pastai di Unione Italiana Food in collaborazione con AstraRicerche
    E’ di Modena il miglior Balsamico Tradizionale: a Stefania e Roberto Antichi il 58° Palio di San Giovanni
    Arte
    E’ di Modena il miglior Balsamico Tradizionale: a Stefania e Roberto Antichi il 58° Palio di San Giovanni
    In classifica anche l'aceto balsamico di Stefano Pivetti di San Prospero
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Curiosità
    Bomporto, la miniserie televisiva "Mountainmen. Linea gotica 1945" vola negli Stati Uniti
    Il ponte che conduce al Museo della Decima Divisione a Fort Drum (New York) è stato battezzato con il nome di “Bomporto Bridge”
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    La storia
    Coi cartelli in latino il Casanova di San Pietro in Elda apre i corsi in piscina
    Seguire le regole aiuta a mantenere un ambiente sereno e piacevole per tutti. Ai "rari nantes" Mirco Scacchetti lo spiega pure in latino
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    La storia
    Il primo romanzo di Elena Bosi prende vita. E racconta Concordia allegra e disperata, leggera e disperata
    E' nata nel 1978 e vive a Mirandola ma è di Concordia, dove è cresciuta. Traduce, insegna e scrive. "Mio padre è nato per i piedi" è il suo primo romanzo.
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Curiosità
    Nuova casa per alcuni degli asinelli di San Possidonio: si è reso necessario il trasloco per 15 di loro
    Per salvarli, dopo il fallimento del loro allevamento, venne attivata una raccolta fondi online che raggiunse la cifra di 56mila euro per un progetto diverso, una adozione a distanza

    chiudi