Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
04 Agosto 2021- Aggiornato alle 02:58

Policlinico di Modena, una gravissima presentazione clinica di tumore del sangue si cura senza trasfusioni

MODENA – Professionalità, determinazione, coraggio, rispetto, collaborazione: cinque ingredienti che hanno reso possibile combattere e vincere una battaglia che fino a qualche tempo fa sarebbe apparsa impossibile.

È successo al reparto di Ematologia dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena diretto dal prof. Mario Luppi di UNIMORE che ha sede al Policlinico di Modena, con un paziente testimone di Geova affetto da una rara forma di malattia linfoproliferativa cronica (definita Macroglobulinemia di Waldenstrom), che aveva fatto crollare i suoi valori ematici a 2,8 g/dl di emoglobina, con solo 17.000 piastrine (i valori normali di emoglobina sono al sopra di 13 gr/dl e di piastrine al di sopra di 150.000/mm3), a causa di una massiccia infiltrazione del midollo osseo. Eppure, ora il paziente è a casa e perfino in grado di riprendere a lavorare; sa bene che la sua malattia non è stata ancora debellata, ma potrà continuare la sua battaglia con più serenità.

I progressi della medicina “bloodless” rientrano, di fatto, in quelli delle moderne terapie di supporto, basate sulla disponibilità di fattori di crescita, ad esempio, normalmente utilizzati nella pratica clinica, ed usualmente associati alle terapie antineoplastiche. Nel caso specifico, al fine di rispettare la volontà del paziente, che rifiutava le trasfusioni di sangue, per ragioni di credo religioso, è stata associata una terapia di supporto adeguata e continuativa alla terapia cosiddetta “standard” per questo tipo di malattia linfoproliferativa, rappresentata dalla chemioterapia e in caso di ricaduta o di resistenza al trattamento di prima linea, a terapie anti-neoplastiche, cosiddette di seconda linea, dirette verso bersagli molecolari o biologici, che oggi sono disponibili per tutti i pazienti, raccomandate dalle linee guida delle Società Scientifiche di settore a e quindi rimborsate dal S.S.N.

La corsa contro il tempo di G.G., testimone di Geova di Mirandola, comincia tra gennaio e febbraio, ma esplode in tutta la sua drammaticità in piena pandemia da Coronavirus. Dopo aver stazionato una settimana in un Pronto Soccorso di un ospedale della zona, con emoglobina a 5 g/dl viene ricoverato, per competenza, nel reparto di Ematologia del Policlinico di Modena. Qui i medici iniziano subito gli approfondimenti diagnostici e somministrano una terapia a base di ferro, vitamina B12, acido folico e 30.000 Unità di EPO (eritropoietina), al giorno.

Grazie a questo primo approccio terapeutico, i valori di emoglobina salgono a 8 g/dl e i medici raccomandano di iniziare la chemioterapia. Il primo ciclo viene tollerato bene, mentre, dopo il secondo ciclo di chemioterapia i valori di emoglobina si riducono nuovamente a 5 g/dl. Per questo, nella prima metà di marzo, in pieno periodo COVID-19, viene nuovamente ricoverato a Modena.

Straordinaria, in questa fase così critica la disponibilità dei medici modenesi, che iniziano una terapia anti-neoplastica, non chemioterapica, associata a continuativa terapia di supporto, applicando le avanzate tecniche “bloodless”. 

I valori ematici di G.G. continuano a scendere arrivando a raggiungere 2,8 g/dl di emoglobina ed un numero di piastrine di sole 17.000/mm3. A quel punto però, grazie agli effetti benefici della terapia anti-neoplastica combinata alla terapia di supporto, i valori ematici iniziano a risalire, consentendo di ridurre ed infine sospendere la somministrazione di EPO. 

Oggi, a distanza di circa due mesi dal trattamento, l’emoglobina è salita a 13,8 g/dl, che rappresenta un valore di assoluta normalità. Il paziente non solo è tornato a casa, ma è anche in grado di riprendere a lavorare. Sa che la sua battaglia sarà ancora lunga, ma è anche consapevole che in questa lotta non è solo: ha scoperto che in trincea con lui ci sono medici che, da veri professionisti, rispettano le sue scelte terapeutiche e sono pronti a collaborare per trovare sempre la soluzione migliore.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Mirandola, il dottor Giorgio Pasetto: “Il panorama della lotta ai tumori è fortunatamente fecondo di idee”
    Il medico ha fondato Medendi, un percorso personalizzato che attraverso una serie di azioni mirate aiuta ad individuare l’opzione di cura migliore, collaborando con l’oncologo di fiducia del paziente nell’interesse dello stesso. [...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]

    Curiosità

    Ecco le rotonde della Bassa che finiscono nella classifica delle più brutte del modenese
    L'artista modenese Tommaso Mori si è dilettato a stilare la classifica delle "Quaranta rotonde più brutte della provincia"[...]
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    L'uomo, approfittando di alcune ore di assenza degli operai, è riuscito ad impossessarsene agganciando il rimorchio sul quale erano stati posato, ad un piccolo trattore [...]
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Una bella storia quella di madre e figlia, unite nella stessa passione che le ha portate ad assaporare l'adrenalina e l'euforia di un'esperienza indimenticabile[...]
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Il brano, prodotto al Take Away Studios di Modena è un mix perfetto tra pop e reggaeton dalle sonorità latino-americane in grado di scaldare ulteriormente l'estate 2021[...]