Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

“Noi sanfeliciani” replica a Fortini sulle dimissioni dell’assessore Marchetti

Replica del Gruppo consiliare di San Felice sul Panaro “Noi Sanfeliciani” alle dichiarazioni del consigliere comunale e capogruppo dell’opposizione Alessandro Fortini.

«Spiace vedere che il livello del dibattito politico a San Felice sul Panaro stia scivolando così in basso e che si approfitti di una sofferta scelta personale, come le dimissioni dell’assessore Franco Marchetti, a cui va il grande ringraziamento di tutto il nostro gruppo per l’eccellente lavoro svolto, per fare della sterile polemica. Ricordiamo al consigliere Fortini che l’Amministrazione Goldoni sta, faticosamente, trascinando fuori il Comune di San Felice dalla palude di immobilismo in cui lo avevano affondato le precedenti Amministrazioni targate Pd. E siccome a Fortini piacciono i numeri, gli ricordiamo, a proposito di azione rimasta al palo che, per esempio, con l’attuale Amministrazione le cambiali Mude emesse, quelle della ricostruzione degli immobili privati, sono passate da una media inferiore a quattro cambiali per mese prima del 2019, a una media attuale di oltre nove cambiali per mese, tenendo conto che le ultime pratiche sono anche quelle più complicate. Un deciso cambio di passo ci pare. Ancora. L’attuale Amministrazione ha sbloccato i lavori dell’Aula Magna di via Montalcini, altra situazione diciamo così “complicata” ereditata dalle scorse Amministrazioni. I lavori del Centro sportivo si sarebbero conclusi in settembre 2020 se non ci fosse stata la sosta forzata del Covid-19. Anche l’annosa vicenda della Torre dell’Orologio sulla quale non si era mai assunta alcuna decisione, lasciando peraltro i limitrofi proprietari privati in una estenuante attesa, trova ora una propria vita: il progetto infatti sta prendendo forma. Proseguendo con i numeri va ricordato al consigliere Fortini che questa Amministrazione a oggi sta realizzando opere pubbliche per un importo complessivo mai visto dalle precedenti Amministrazioni. Certo l’emergenza sanitaria non ha aiutato, con tanti dipendenti comunali a casa in smart working, ma questo lo sanno tutti. Per quanto riguarda Villa Ferri, a placare la “magnifica ossessione” del Pd non è bastato che sindaco Goldoni e assessore Bocchi abbiano chiarito ovunque era umanamente possibile che l’Amministrazione comunale intende comperare Villa Ferri, ma che vuole solo capire se il prezzo di acquisto è congruo e quanto verrebbe a costare ai sanfeliciani complessivamente il recupero dell’immobile (perché, oltre al finanziamento regionale, probabile ma non certo, tra l’altro, si parla di tanti soldi che la comunità dovrebbe aggiungere e sborsare per completare i lavori). Casa della salute: le ex scuole elementari in cui la precedente Amministrazione voleva collocare la Casa della salute, sono un edificio vincolato, in cui nel 1989 si era intervenuti con dei lavori senza l’autorizzazione della Soprintendenza. Era quindi partito un complesso iter burocratico per “sanare” la situazione che si era creata. Ora l’attuale Amministrazione ha proposto all’Ausl di Modena di scegliere se proseguire con la realizzazione della Casa della salute nelle ex scuole elementari, con i rischi di una incalcolabile dilazione dei tempi, o percorrere una strada più lineare e veloce e non più dipendente dal parere e dalle autorizzazioni di altri enti, costruendo la struttura in un’altra zona di San Felice sul Panaro, già individuata. La palla passa quindi all’Ausl. E per parlare del milione di euro di cui favoleggia Fortini, al capogruppo del Pd è già stato spiegato anche in Consiglio comunale che per esempio 500 mila euro del fantomatico milione sono vincolati all’acquisto di Villa Ferri e non possono essere spesi diversamente. Comunque Fortini si tranquillizzi, il Covid ha aperto voragini ovunque e di soldi da spendere per fare fronte alle nuove emergenze, ne serviranno tanti. Per esempio l’Asp, che gestisce le case di riposo che ospitano i nostri nonni e genitori, ha ventilato che, se non ci sarà un intervento della Regione Emilia- Romagna, potrebbe chiedere 300 mila euro al Comune di San Felice, socio dell’azienda, per ripianare il buco di bilancio che si è aperto causa Covid-19. E quante aziende e attività del paese sono in crisi per colpa dell’emergenza sanitaria? Il Comune le sta aiutando come può, riducendo i tributi locali ed erogando finanziamenti…Certo il periodo è molto difficile, e nessuno ha la bacchetta magica. Abbiamo ricevuto dalle precedenti Amministrazioni, come detto, una pesante eredità, ma questo ha fatto sì che decuplicassimo il nostro impegno per mantenere le promesse di cambiamento fatte ai Sanfeliciani. Proseguiremo il nostro lavoro per cambiare questo paese, perché ce lo hanno chiesto i nostri cittadini: di osare e di sognare una San Felice diversa da quella voluta da chi è venuto prima di noi».

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Notizie, lavoro e molto altro con Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    Capriolo esausto salvato nel parcheggio di un'industria ceramica
    L'animale è stato preso e curato dai volontari de Il Pettirosso[...]
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    La banconota del Comune di Soliera: 50 centesimi del 1873
    Pare ce ne siano in circolazione soltanto due esemplari.[...]
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    A Nonantola apre la prima Biblioteca Condominiale
    Coinvolge 4 palazzine , 30 famiglie,4 scaffali e 156 libri divisi in 4 gruppi (39 libri per palazzina).[...]
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    Rimesso al nuovo il "Grappolo d'uva" della rotonda modenese
    E' l’opera in vetro di Murano installata nell’anello centrale verde della rotatoria tra via Nuova Estense e via Vignolese.[...]
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Mirandola e le terre dei Pico sono online su un nuovo sito web
    Il sito che verrà aggiornato periodicamente, è ricco di immagini suggestive e si sviluppa in cinque aree tematiche - conosci, esplora, gusto, shopping e agenda - che rendono intuitiva la ricerca dei contenuti.[...]
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    Mirandola, Pasta Dallari con i Piccoli Grandi Cuori per il Policlinico di Sant’Orsola
    A sostegno di tutti i bambini cardiopatici congeniti e del personale medico ospedaliero che sta lottando contro il Covid.[...]
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Mirandola, alla scoperta dei territorio su tre diversi percorsi ciclabili
    Si guarda alla bella stagione nella città dei Pico con la tracciatura ed installazione delle indicazioni, avvenuta nei giorni scorsi di tre percorsi ciclabili di varia lunghezza, per appassionati, ma pure per semplici cicloamatori e per le famiglie.[...]
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    “Favole al telefono” di Gianni Rodari: l'audiolibro dei record
    L’audiolibro ha scalato le classifiche nazionali di podcast di racconti per bambini contando 30mila riproduzioni su Youtube e altre sette piattaforme streaming[...]
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    Medolla: è nata “L’alveare nell’albero”, l’associazione per chi ama le api
    L'associazione si è presentata pubblicamente con un evento online sabato 20 marzo[...]