Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
27 Gennaio 2023

Ristrutturato e rinnovato torna alla comunità il Centro Civico di Poggio Renatico

Inaugurato anche il Parco del ricordo, suggestivo memoriale del terremoto che 8 anni fa colpì duramente la cittadina della bassa ferrarese. Visita al cantiere del Castello Lambertini, in fase avanzata di restauro. Complessivamente, a Poggio Renatico ci sono interventi in corso o in progettazione per altri 17 milioni di euro

Dalle scosse del terremoto del 20 e 29 maggio 2012 ad oggi, a Poggio Renatico, comune della bassa pianura ferrarese, sono stati realizzati interventi per famiglie, abitazioni imprese edifici pubblici e religiosi per 74 milioni di euro. E per completare la ricostruzione sono aperti cantieri e in corso progettazioni per altri 17 milioni.

Il presidente della Regione e Commissario delegato alla ricostruzione, Stefano Bonaccini, si è recato sabato 10 ottobre a Poggio Renatico dove ha visitato i luoghi colpiti dal sisma, sia quelli ultimati che gli interventi in attuazione. Appuntamento che è stato anche l’occasione per inaugurare, assieme al sindaco Daniele Garuti e le autorità civili e religiose, il nuovo Centro civico e il Parco del ricordo, un suggestivo memoriale del terremoto che 8 anni fa ha colpito duramente il comune ferrarese. Memoriale in cui troverà spazio una ricostruzione stilizzata in acciaio, poggiante sui mattoni recuperati dal crollo, del ‘mastio’ del Castello Lambertini (complesso oggi in fase avanzata di restauro il cui cantiere è stato visitato dal presidente Bonaccini), simbolo della storia della cittadina andato completamente distrutto e ricostruito secondo modalità che garantiscano la sicurezza della struttura.

“Oggi possiamo toccare con mano la qualità di quanto ricostruito in questi anni, testimonianza del buon lavoro di squadra che abbiamo portato avanti insieme a sindaci e amministratori locali, istituzioni, autorità religiose e, soprattutto, cittadini e territori- afferma il presidente Bonaccini-. Collaborare tutti insieme con un obiettivo condiviso ci ha permesso di raggiungere gran parte dei risultati che avevamo fissato. Sappiamo bene di essere di fronte all’ultimo miglio, ai centri storici e al patrimonio pubblico, spesso tutelati dalle soprintendenze e quindi da salvaguardare con ancor più riguardo e attenzione nelle procedure. Ma anche qui abbiamo accelerato, dopo aver prima portato a termine la ricostruzione privata, e cioè abitazioni e imprese, e quella di tutte le scuole. Ed è un orgoglio veder restituiti a Poggio Renatico spazi pubblici e un edificio storico importante ormai ristrutturato e rinnovato, che tornerà a essere punto di riferimento per i cittadini e l’identità collettiva di questa comunità”.

Il Centro civico

Per il nuovo Centro civico è stato realizzato un intervento di riparazione con rafforzamento locale che ha interessato l’intero edificio, che ora potrà ospitare sedi di associazioni e partiti politici. I lavori hanno avuto un costo complessivo 800 mila euro, di cui 300mila finanziati dalla Regione, 100 mila da fondi assicurativi e 400 mila raccolti con le donazioni degli Sms solidali. Nato come “Casa del fascio” del comune attorno al 1940 è stato progettato dall’ingegner Giorgio Gandini, autore del più celebre Palazzo dell’Aeronautica di Ferrara. Il fabbricato coniuga un disegno pulito in stile razionalista con la povertà dei materiali dovuti all’autarchia imposta dal regime: il rivestimento di piastrelline di ceramica a effetto faccia a vista, gli infissi in ferrofinestra, i solai estremamente esili come del resto le strutture nel loro complesso.

Castello Lambertini

Per quanto riguarda Castello Lambertini, il cantiere ha un costo complessivo di circa 6,4 milioni di euro di cui 3,8 milioni a carico della Regione e 2,6 milioni con fondi assicurativi del Comune. Prima del sisma, il castello era la sede del Municipio, ora il progetto prevede una rifunzionalizzazione che lo renderà un centro polifunzionale che ospiterà Associazioni, aree espositive, biblioteca, sala conferenze, il presidio di Polizia Municipale e alcune attività sanitarie.

Gli altri interventi in corso

In corso di restauro anche la scuola elementare di Poggio Renatico (2,66 milioni, di cui 1,41 milioni dalla Regione e 1,15 milioni dal Comune); il magazzino comunale, 80 mila euro per il miglioramento statico della struttura. Partiranno a breve, e avranno una durata di almeno 3 anni, gli interventi sulla imponente Abbazia San Michele di Poggio Renatico (costo complessivo 4,5 milioni di euro). Avvio dei lavori anche per la chiesa di Chiesa Nuova, 18 mesi di lavori e costo di 960 mila euro, e per la chiesa di Madonna Boschi, 600 mila euro un anno di lavori.


Un bilancio della ricostruzione a Poggio Renatico

Dal 2012 a oggi, sono stati investiti per la ricostruzione nel comune di Poggio Renatico 74 milioni di euro di cui 41 milioni per interventi di assistenza alla popolazione e riparazione o ricostruzione edifici e imprese produttive. Per edifici pubblici o di utilizzo pubblico sono stati investiti 2 milioni per la messa in sicurezza edifici, 3 milioni per far fronte a costi indiretti (rimborsi a ministeri per personale in emergenza, rimborsi dello Stato per tributi non versati, costi di personale somministrato in fase gestionale, bandi imprese, bandi centri storici), 7 milioni per la costruzione ex novo di edifici pubblici temporanei nonché 21 milioni per la riparazione o ricostruzione edifici pubblici, compresi edifici ecclesiastici.

Per quanto riguarda l’assistenza alla popolazione, nel comune di Poggio Renatico restano 3 le famiglie (6 persone) ancora assistite, meno del 3% del totale iniziale dopo le scosse (88 famiglie e 220 persone assistite).

Per la ricostruzione di abitazioni, edifici produttivi ed imprese il totale dei contributi assegnati dalla Regione ammontano a circa 22 milioni di euro, di cui liquidati oltre 18 milioni, pari a circa il 90% del totale. Gli edifici completati sono 76 e includono 151 abitazioni (circa 265 abitanti rincasati) e 79 attività economiche.

Gli edifici realizzati dalla Regione nei mesi successivi alle scosse sono le scuole Elementari Poggio Renatico (1.890.000 euro); il Municipio (1.440.000 euro), la palestra delle scuole (1.465.000 euro) e la strada di collegamento con impianti alla palestra (160.000 euro). A questi si aggiungono: la chiesa temporanea della frazione di Gallo (300.000 euro, Caritas Italia); gli uffici-ambulatori-centro prelievi Avis (80.000 euro, Comune-Avis); la chiesa di Poggio Renatico e servizi ecclesiastici (1 milione e 600 euro, Diocesi di Bologna).

Tra gli edifici riparati ci sono la scuola materna di Coronella (180mila euro, intervento del Comune); la chiesa di Coronella (60 mila euro, intervento della Diocesi di Ferrara); il campetto da basket del plesso scolastico (40mila euro, intervento del Comune); la canonica dell’Abbazia di Poggio Renatico (175 mila euro, intervento della Diocesi di Bologna); l’ex spazio bambino Madonna Boschi (200 mila euro, intervento del Comune); la chiesa di Gallo (400mila euro, Diocesi di Bologna).

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere dello zabaione
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri" Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Consigli di salute
Quando si perdono i denti, vanno sostituiti. Anche quelli dietro che non si vedono
Si può creare un’instabilità di tutta l’arcata dentale, quindi cefalee e problemi posturali, dolori alle articolazioni, mal di schiena e tensioni muscolari.leggi tutto
Consigli di salute
Perchè si devono raddrizzare i denti storti?
I denti storti rappresentano principalmente un fattore estetico se non interferiscono con l’occlusione della bocca. E rappresentano una difficoltà aggiuntiva alla corretta igiene oraleleggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere sulla pasta choux
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    E' nato il "Calendario della memoria" dell'Anpi di Modena
    Il Progetto è parte delle iniziative che l’ANPI provinciale di Modena intende realizzare per ricordare gli 80 anni dall'inizio della Lotta di Liberazione (1943-2023).[...]
    Appennino modenese, caduti altri 20 centimetri di neve
    I mezzi spargisale sono 27 (13 in montagna e 14 in pianura), più nove di proprietà della Provincia, oltre a 14 mezzi “combinati” cioè sia spartineve che spargisale[...]
    A Modena si realizza una scuola jolly da usare quando nelle altre si fanno i lavori
    Sarà uno spazio scolastico da utilizzare ogni volta che serve, senza creare disagi agli studenti e soprattutto garantendo la piena continuità delle lezioni.[...]

    Curiosità

    A Carpi boom di multe per le infrazioni col semaforo rosso: se ne fa una ogni due ore. Ogni giorno
    A Carpi boom di multe per le infrazioni col semaforo rosso: se ne fa una ogni due ore. Ogni giorno
    Il semaforo più "bucato" è quello nell’intersezione fra via Guastalla e la tangenziale “Losi”, in direzione ovest (cioè verso Rio Saliceto)[...]
    Modena, una grande coperta in piazza Grande contro la violenza sulle donne
    Modena, una grande coperta in piazza Grande contro la violenza sulle donne
    La grande coperta sarà formata da quadrati di 50x50 cm eseguiti ai ferri o all’uncinetto da chiunque voglia partecipare all'iniziativa[...]
    Il libro bomba del principe Harry tradotto in Italia a Carpi: "Tutto rimasto segreto fino all'ultimo"
    Il libro bomba del principe Harry tradotto in Italia a Carpi: "Tutto rimasto segreto fino all'ultimo"
    Parla una delle traduttrici italiane della casa editrice, la carpigiana Sara Crimi[...]
    Buon compleanno Liliana Cavani, per la regista carpigiana grande festa per i suoi 90 anni
    Buon compleanno Liliana Cavani, per la regista carpigiana grande festa per i suoi 90 anni
    A Roma il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi ha organizzato per la cineasta conterranea un rendez vous nella sede del Ministero con tutti i grandi nomi della cultura[...]
    Alle Tattoo, al MAT75 di Limidi di Soliera saranno esposti i tatuaggi dedicati a Gianluca Vialli
    Alle Tattoo, al MAT75 di Limidi di Soliera saranno esposti i tatuaggi dedicati a Gianluca Vialli
    Tante le persone recatesi nello shop di Alle Tattoo per commemorare attraverso un tatuaggio la scomparsa del grande campione[...]
    Modena al terzo posto tra le città italiane più educate
    Modena al terzo posto tra le città italiane più educate
    Preply - piattaforma globale di apprendimento delle lingue - ha realizzato uno studio per individuare le città più educate d’Italia[...]
    Disegnate a Soliera da Alle Tattoo le nuove divise del Volley Modena
    Disegnate a Soliera da Alle Tattoo le nuove divise del Volley Modena
    La collaborazione tra lo sport e l'artista modenese sfocerà anche in eventi benefici dove si potranno acquistare le maglie delle giocatrici[...]
    L'Ucraina e la regina Elisabetta, gli Australian Open e le elezioni. Ma anche Drusilla, Blanco e Vlahovic: ecco il 2022 delle ricerche web
    L'Ucraina e la regina Elisabetta, gli Australian Open e le elezioni. Ma anche Drusilla, Blanco e Vlahovic: ecco il 2022 delle ricerche web
    Su Internet cerchiamo sempre notizie e aggiornamenti su quanto accade attorno a noi, e il motore di ricerca Google lo ha messo in classifica.[...]
    Capodanno 2023: Sharm El Sheik, Caraibi, Santo Domingo, Marocco, Dubai, Fuerteventura le mete preferite
    Capodanno 2023: Sharm El Sheik, Caraibi, Santo Domingo, Marocco, Dubai, Fuerteventura le mete preferite
    Chi può se ne va insomma all'estero, al caldo. Mentre chi ama la neve e resta in Italia sceglie Marilleva a pochi passi dalle più belle piste da sci del Trentino.[...]
    Niente tasse regionali alle compagnie aeree se evitano di sorvolare le aree densamente abitate di Bologna
    Niente tasse regionali alle compagnie aeree se evitano di sorvolare le aree densamente abitate di Bologna
    I voli si sposteranno verso la Bassa percjè decolleranno dalla pista 30 Nord-Ovest, verso zona Bargellino[...]
    • malaguti