Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Maggio 2022

Ristrutturato e rinnovato torna alla comunità il Centro Civico di Poggio Renatico

Inaugurato anche il Parco del ricordo, suggestivo memoriale del terremoto che 8 anni fa colpì duramente la cittadina della bassa ferrarese. Visita al cantiere del Castello Lambertini, in fase avanzata di restauro. Complessivamente, a Poggio Renatico ci sono interventi in corso o in progettazione per altri 17 milioni di euro

Dalle scosse del terremoto del 20 e 29 maggio 2012 ad oggi, a Poggio Renatico, comune della bassa pianura ferrarese, sono stati realizzati interventi per famiglie, abitazioni imprese edifici pubblici e religiosi per 74 milioni di euro. E per completare la ricostruzione sono aperti cantieri e in corso progettazioni per altri 17 milioni.

Il presidente della Regione e Commissario delegato alla ricostruzione, Stefano Bonaccini, si è recato sabato 10 ottobre a Poggio Renatico dove ha visitato i luoghi colpiti dal sisma, sia quelli ultimati che gli interventi in attuazione. Appuntamento che è stato anche l’occasione per inaugurare, assieme al sindaco Daniele Garuti e le autorità civili e religiose, il nuovo Centro civico e il Parco del ricordo, un suggestivo memoriale del terremoto che 8 anni fa ha colpito duramente il comune ferrarese. Memoriale in cui troverà spazio una ricostruzione stilizzata in acciaio, poggiante sui mattoni recuperati dal crollo, del ‘mastio’ del Castello Lambertini (complesso oggi in fase avanzata di restauro il cui cantiere è stato visitato dal presidente Bonaccini), simbolo della storia della cittadina andato completamente distrutto e ricostruito secondo modalità che garantiscano la sicurezza della struttura.

“Oggi possiamo toccare con mano la qualità di quanto ricostruito in questi anni, testimonianza del buon lavoro di squadra che abbiamo portato avanti insieme a sindaci e amministratori locali, istituzioni, autorità religiose e, soprattutto, cittadini e territori- afferma il presidente Bonaccini-. Collaborare tutti insieme con un obiettivo condiviso ci ha permesso di raggiungere gran parte dei risultati che avevamo fissato. Sappiamo bene di essere di fronte all’ultimo miglio, ai centri storici e al patrimonio pubblico, spesso tutelati dalle soprintendenze e quindi da salvaguardare con ancor più riguardo e attenzione nelle procedure. Ma anche qui abbiamo accelerato, dopo aver prima portato a termine la ricostruzione privata, e cioè abitazioni e imprese, e quella di tutte le scuole. Ed è un orgoglio veder restituiti a Poggio Renatico spazi pubblici e un edificio storico importante ormai ristrutturato e rinnovato, che tornerà a essere punto di riferimento per i cittadini e l’identità collettiva di questa comunità”.

Il Centro civico

Per il nuovo Centro civico è stato realizzato un intervento di riparazione con rafforzamento locale che ha interessato l’intero edificio, che ora potrà ospitare sedi di associazioni e partiti politici. I lavori hanno avuto un costo complessivo 800 mila euro, di cui 300mila finanziati dalla Regione, 100 mila da fondi assicurativi e 400 mila raccolti con le donazioni degli Sms solidali. Nato come “Casa del fascio” del comune attorno al 1940 è stato progettato dall’ingegner Giorgio Gandini, autore del più celebre Palazzo dell’Aeronautica di Ferrara. Il fabbricato coniuga un disegno pulito in stile razionalista con la povertà dei materiali dovuti all’autarchia imposta dal regime: il rivestimento di piastrelline di ceramica a effetto faccia a vista, gli infissi in ferrofinestra, i solai estremamente esili come del resto le strutture nel loro complesso.

Castello Lambertini

Per quanto riguarda Castello Lambertini, il cantiere ha un costo complessivo di circa 6,4 milioni di euro di cui 3,8 milioni a carico della Regione e 2,6 milioni con fondi assicurativi del Comune. Prima del sisma, il castello era la sede del Municipio, ora il progetto prevede una rifunzionalizzazione che lo renderà un centro polifunzionale che ospiterà Associazioni, aree espositive, biblioteca, sala conferenze, il presidio di Polizia Municipale e alcune attività sanitarie.

Gli altri interventi in corso

In corso di restauro anche la scuola elementare di Poggio Renatico (2,66 milioni, di cui 1,41 milioni dalla Regione e 1,15 milioni dal Comune); il magazzino comunale, 80 mila euro per il miglioramento statico della struttura. Partiranno a breve, e avranno una durata di almeno 3 anni, gli interventi sulla imponente Abbazia San Michele di Poggio Renatico (costo complessivo 4,5 milioni di euro). Avvio dei lavori anche per la chiesa di Chiesa Nuova, 18 mesi di lavori e costo di 960 mila euro, e per la chiesa di Madonna Boschi, 600 mila euro un anno di lavori.


Un bilancio della ricostruzione a Poggio Renatico

Dal 2012 a oggi, sono stati investiti per la ricostruzione nel comune di Poggio Renatico 74 milioni di euro di cui 41 milioni per interventi di assistenza alla popolazione e riparazione o ricostruzione edifici e imprese produttive. Per edifici pubblici o di utilizzo pubblico sono stati investiti 2 milioni per la messa in sicurezza edifici, 3 milioni per far fronte a costi indiretti (rimborsi a ministeri per personale in emergenza, rimborsi dello Stato per tributi non versati, costi di personale somministrato in fase gestionale, bandi imprese, bandi centri storici), 7 milioni per la costruzione ex novo di edifici pubblici temporanei nonché 21 milioni per la riparazione o ricostruzione edifici pubblici, compresi edifici ecclesiastici.

Per quanto riguarda l’assistenza alla popolazione, nel comune di Poggio Renatico restano 3 le famiglie (6 persone) ancora assistite, meno del 3% del totale iniziale dopo le scosse (88 famiglie e 220 persone assistite).

Per la ricostruzione di abitazioni, edifici produttivi ed imprese il totale dei contributi assegnati dalla Regione ammontano a circa 22 milioni di euro, di cui liquidati oltre 18 milioni, pari a circa il 90% del totale. Gli edifici completati sono 76 e includono 151 abitazioni (circa 265 abitanti rincasati) e 79 attività economiche.

Gli edifici realizzati dalla Regione nei mesi successivi alle scosse sono le scuole Elementari Poggio Renatico (1.890.000 euro); il Municipio (1.440.000 euro), la palestra delle scuole (1.465.000 euro) e la strada di collegamento con impianti alla palestra (160.000 euro). A questi si aggiungono: la chiesa temporanea della frazione di Gallo (300.000 euro, Caritas Italia); gli uffici-ambulatori-centro prelievi Avis (80.000 euro, Comune-Avis); la chiesa di Poggio Renatico e servizi ecclesiastici (1 milione e 600 euro, Diocesi di Bologna).

Tra gli edifici riparati ci sono la scuola materna di Coronella (180mila euro, intervento del Comune); la chiesa di Coronella (60 mila euro, intervento della Diocesi di Ferrara); il campetto da basket del plesso scolastico (40mila euro, intervento del Comune); la canonica dell’Abbazia di Poggio Renatico (175 mila euro, intervento della Diocesi di Bologna); l’ex spazio bambino Madonna Boschi (200 mila euro, intervento del Comune); la chiesa di Gallo (400mila euro, Diocesi di Bologna).

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i diversamente abili dai 15 anni in su, ecco le iniziative estive di Anffass Mirandola
    Previsti sport, balli, canti e giochi: la sede principale delle attività sarà a Cavezzo. Sono previste uscite sul territorio e giornate in piscina.[...]
    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]

    Curiosità

    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    Si ripercorre la storia di Mirandola, attraverso i suoi luoghi più simbolici e conosciuti[...]
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    • malaguti