Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
03 Agosto 2021- Aggiornato alle 06:03

Modena, completate le vaccinazioni nelle case residenza anziani

MODENA- È terminato il ciclo vaccinale anti Covid-19 per anziani e ospiti delle Cra di Modena e già si stanno calendarizzando le vaccinazioni nei Centri diurni per anziani. Inoltre, si è sollecitata anche la Regione ad affrontare il tema della vaccinazione di un’utenza particolarmente fragile, quella delle strutture per disabili.

Lo ha fatto sapere il sindaco Gian Carlo Muzzarelli rivolgendosi al Consiglio comunale, giovedì 11 febbraio, durante la consueta comunicazione sull’andamento dell’emergenza sanitaria, la ventesima da inizio pandemia.

Mentre ci si prepara all’avvio della vaccinazione della popolazione over 85enne, presso la Caserma Setti (prenotazioni dal 15 febbraio per i nati nel 1936 e negli anni precedenti) e procedono le somministrazioni a domicilio per i non autosufficienti e i care giver, il sindaco ha sottolineato che è stata completata nei tempi previsti la vaccinazione di ospiti e operatori delle Case residenze anziani del territorio comunale.

Attualmente è stata confermata una presenza residuale del virus in sole due Cra: la Vignolese e Villa Anna. Nei giorni scorsi è stata riscontrata, invece, la positività di diversi ospiti del Centro residenziale per disabili Mario Del Monte: questo contribuisce a portare in primo piano la necessità di procedere alla vaccinazione di un’utenza “super fragile”, come il sindaco ha definito gli ospiti delle strutture per disabili, come anche l’istituto Charitas.

A proposito di vaccini, per quanto riguarda la distribuzione per Aziende sanitarie e ospedaliere in riferimento alla popolazione a cui è destinato il vaccino, a Modena questo mese sono attese 53.020 dosi (di cui 30.420 Pfizer, 7.800 Moderna e 14.800 AstraZeneca). Sta proseguendo dunque, come nel resto del territorio, la prima fase dell’attuazione del Piano Vaccinale Nazionale, mentre già si delineano le categorie che saranno interessate dalla seconda fase, a partire dai soggetti estremamente vulnerabili indipendentemente dall’età, “perché – ha ribadito Muzzarelli – la priorità è giustamente tutelare i più deboli”.

Il sindaco ha quindi ringraziato “la famiglia Pavironica che ha deciso di restare a Bosco di Sotto per entrare in casa dei modenesi con le tecnologie” e ha insistito “Lo ripeto ancora una volta, serve tanta responsabilità individuale e tanta consapevolezza, non esistono scorciatoie. Bisogna rispettare le regole e i protocolli di sicurezza. L’Emilia-Romagna è rientrata in zona gialla da nemmeno due settimane e l’obiettivo per tutti è non fare passi indietro. Sappiamo che i parametri sono positivi, ma bastano pochi giorni in controtendenza per far scattare la zona arancione. Visto lo scenario in cui viviamo, ci vuole prudenza. Il mio appello ai modenesi non cambia: usiamo tanta responsabilità”.

E se da una parte continuano i controlli per il rispetto delle norme per contenere i contagi (nel mese di gennaio 1.149 persone e 163 esercizi commerciali controllati, 136 le sanzioni di cui 28 ad esercizi), dall’altra occorre prendere atto che “Tutti hanno tanta voglia di socialità e occasioni di incontro” e “il mondo della cultura è in grande sofferenza” e ha aggiunto “Credo che sia giunto il tempo di dare qualche risposta di prospettiva alle imprese culturali e ai lavoratori per riaprire in sicurezza, pronti a programmare i prossimi mesi e poi servono, anche a questo settore, i ristori nazionali”. Senza dimenticare che “a breve il Governo deciderà se confermare dal 15 febbraio o posticipare la riapertura della mobilità tra le regioni”.

Per quanto riguarda la scuola, è troppo presto per sapere se la decisione di riaprire le superiori in presenza al 50 per cento ha avuto un impatto sulla curva dei contagi; pochi giorni fa, invece, sono stati forniti alcuni primi dati sul contagio in ambito scolastico: al primo febbraio sono stati eseguiti in provincia di Modena 16.201 tamponi molecolari a 13.413 studenti, 1.716 sono risultati positivi; su 2.788 tamponi al personale i positivi sono stati 329.  Su 9.443 test rapidi, 8.455 sono stati fatti a studenti (391 i positivi) e 988 al personale (29 positivi). Il maggior numero di focolai si è registrato nella seconda metà di novembre.

Più in generale i casi Covid positivi registrati nella provincia di Modena dall’inizio dell’epidemia al 10 febbraio sono stati complessivamente 40.336 di cui 1.343 deceduti e 35.075 guariti; dei 3.918 che hanno la malattia in corso, 233 sono ricoverati e 3.685 in isolamento domiciliare. In quarantena (perché contatti stretti di Covid positivi o rientrati da aree a rischio) ci sono altre 2.967.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Mirandola, il dottor Giorgio Pasetto: “Il panorama della lotta ai tumori è fortunatamente fecondo di idee”
    Il medico ha fondato Medendi, un percorso personalizzato che attraverso una serie di azioni mirate aiuta ad individuare l’opzione di cura migliore, collaborando con l’oncologo di fiducia del paziente nell’interesse dello stesso. [...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]

    Curiosità

    Ecco le rotonde della Bassa che finiscono nella classifica delle più brutte del modenese
    L'artista modenese Tommaso Mori si è dilettato a stilare la classifica delle "Quaranta rotonde più brutte della provincia"[...]
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    Mirandola, ruba 400 Kg di tronchi d'albero da un'azienda
    L'uomo, approfittando di alcune ore di assenza degli operai, è riuscito ad impossessarsene agganciando il rimorchio sul quale erano stati posato, ad un piccolo trattore [...]
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Mamma e figlia campionesse di softball, per loro tatuaggio olimpico a Soliera
    Una bella storia quella di madre e figlia, unite nella stessa passione che le ha portate ad assaporare l'adrenalina e l'euforia di un'esperienza indimenticabile[...]
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    In gravidanza le donne si difendono meglio dall’infezione da Covid-19, lo studio modenese
    Il loro sistema immunitario lavora in modo particolare per permettere lo sviluppo del feto. In caso di infezione da coronavirus, le gestanti attivano una risposta specifica e nuova[...]
    Restauro del Municipio di Mirandola, impressionante lavoro sulle colonne del loggiato
    Un cantiere importante, anche per le sofisticate tecniche edili e di restauro impiegate, spiega la vicesindaca Letizia Budri[...]
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Fuori il video della modenese Raffy feat. Ivan Granatino "Ratatà (Boom)"
    Il brano, prodotto al Take Away Studios di Modena è un mix perfetto tra pop e reggaeton dalle sonorità latino-americane in grado di scaldare ulteriormente l'estate 2021[...]