Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Nonantola, rimborsi alluvione, la sindaca Nannetti chiede certezze sulle date

NONANTOLA – L’Amministrazione Comunale di Nonantola, si legge in una nota stampa, ha inviato una lettera ai ministri Franco e Gelmini, al sottosegretario Guerra e, per conoscenza, al presidente della Regione Emilia-Romagna Bonaccini, in cui si chiedono date certe per quanto riguarda i rimborsi per le famiglie e le attività danneggiate dall’alluvione del dicembre scorso. Di seguito, il contenuto della lettera, firmata dalla sindaca di Nonantola, Federica Nannetti:

Egregio ministro,

sono passati ormai oltre quattro mesi dall’alluvione che lo scorso 6 dicembre 2020 ha colpito il Comune di Nonantola e i suoi cittadini provocando considerevoli danni a strutture pubbliche e private. Dal primo giorno la risposta della Protezione Civile regionale e nazionale è stata pronta e generosa: nel giro di una settimana, un visitatore ignaro avrebbe potuto notare, per le strade del paese, ben pochi segni dell’inondazione. Eppure, all’interno di case, imprese ed edifici pubblici, i danni sono stati ingenti per non parlare dei “segni”, meno visibili ma non per questo meno dolorosi ed importanti, che quanto accaduto ha lasciato negli abitanti: la ricognizione speditiva conclusasi il 20 gennaio stima in 80 milioni di euro i danni materiali, ripartiti tra 2.584 abitazioni, 226 imprese e 834 segnalazioni di danni agli autoveicoli, a cui si aggiungono altri 10 milioni di danni al patrimonio pubblico (scuole, uffici, strade).

Lo scorso 30 dicembre abbiamo incontrato a Nonantola l’allora Ministro Boccia ed il Capo-dipartimento della Protezione Civile Borrelli, insieme al Presidente della Regione Emilia-Romagna Bonaccini: con loro era stato convenuto un possibile iter per erogare i risarcimenti, attraverso la struttura consolidata e ancora attiva dell’Agenzia per la Ricostruzione post-sisma, così da poter dare risposte certe e in tempi celeri. Le dimissioni del Governo Conte e l’insediamento dell’attuale Esecutivo Draghi hanno portato al cambiamento di entrambi gli interlocutori con cui era stato pattuito tale iter. Ciò nonostante, a seguito di un Suo incontro con il Presidente Bonaccini, siamo stati rassicurati sul fatto che l’attenzione su Nonantola non fosse mai venuta a mancare e che l’intervento legislativo necessario allo stanziamento delle risorse sarebbe stato inserito all’interno di un decreto di prossima approvazione, giustamente successivo al decreto Sostegni a favore delle categorie duramente penalizzate da un anno di Covid.

Quest’ultimo aggiornamento risale a fine febbraio. Poi più nulla. Siamo consapevoli della complessità di un provvedimento che rischia di essere “uno dei tanti” nel nostro Paese frequentemente colpito da emergenze idrogeologiche, del fatto che siamo “solo” un piccolo paese della provincia modenese che conta poco più di 16.000 abitanti e ancor più siamo consci delle difficoltà che come Governo state affrontando a causa pandemia, ma Nonantola ha necessità di prospettive certe rispetto all’erogazione dei rimborsi a famiglie ed imprese alluvionate. Abbiamo bisogno di qualche certezza per non lasciarci sopraffare da angoscia, paura e soprattutto sfiducia nelle istituzioni.

Come ci ricorda la ancor viva esperienza del sisma, da cui ancora oggi non possiamo dirci completamente fuori (basti pensare che il Municipio con 6.000.000 di euro di danni pur essendo passati 9 anni ancora è chiuso in attesa degli interventi di ristrutturazione), la nostra Comunità è abituata a far fronte alle crisi tirandosi su le maniche, con operosità e solidarietà, ma Le assicuro che il combinato disposto di un anno di Covid ed alluvione rischia di colpire irreparabilmente i nostri cittadini non soltanto da un punto di vista economico ma anche sociale, psicologico e morale. Come Amministrazione Comunale, insieme ai cittadini e al volontariato, e con il contributo costante della Regione, abbiamo fatto del nostro meglio per assolvere ai compiti che fin qui ci spettavano, non soltanto nella prima fase emergenziale.

Il 7 gennaio tutti i ragazzi di Nonantola sono potuti rientrare a scuola, nonostante i quattro più grandi plessi scolastici del paese fossero stati invasi dalle acque (danneggiandone uno fino all’inagibilità). Entro il 20 gennaio, come detto in precedenza, abbiamo concluso la ricognizione speditiva dei danni, in modo da fornire al più presto una quantificazione. 53 famiglie hanno ottenuto il Contributo all’Autonoma Sistemazione, e sono state trovate sistemazioni per quei nuclei in difficoltà a provvedere autonomamente. Insieme al volontariato locale ed ai servizi sociali abbiamo sostenuto, anche attraverso le donazioni, i concittadini in estrema difficoltà. Ci apprestiamo ora a disporre dei quasi due milioni stanziati dalla Regione e delle risorse che la stessa ha stanziato per l’assunzione di personale a sostegno dei cittadini nell’iter dei risarcimenti.

Tutto ciò rischia di essere vano, però, in assenza di una prospettiva non soltanto sui rimborsi, ma anche sui contributi parziali solitamente stanziati dalla Protezione Civile (i noti 5mila e 20mila euro per privati ed imprese ad anticipazione del rimborso finale). Le parole, purtroppo, a quattro mesi di distanza non possono più assolvere alla finalità di dare un sostegno “immediato” ed “emergenziale”, alle famiglie già duramente provate dal covid. Pensi a nuclei di lavoratori autonomi, ristoratori, dipendenti in cassa integrazione che cercano da mesi di arrivare in modo dignitoso a fine mese e che con la batosta dell’inaspettata alluvione si trovano oggi a non riuscire ad anticipare il denaro che occorre per fare i lavori di ripristino: mi creda, le assicuro che sono tante, molte più di quanto non s’immagini e le vedo, le “leggo”, le incontro e le ascolto ogni giorno.

A nome di tutti, Amministrazione e cittadini, Le chiedo di fare quanto in Suo potere per velocizzare quanto più possibile l’iter dei rimborsi e di poter aver certezze ed informazioni sulla tempistica dell’iter per poter dare risposte certe ad una Comunità, quella di Nonantola, oggi più in difficoltà di altre, ma che, come sempre ha fatto, è pronta a continuare a fare la propria parte”.

La sindaca
(Nannetti Federica)

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disabilità e Diritto al Lavoro. La storia a lieto fine di Federica Vandelli di San Felice
    A 8 anni l'aneurisma cerebrale che le ha cambiato la vita. Oggi il lavoro e la soddisfazione di poter aiutare gli altri. Il racconto di Francesca Monari[...]
    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]

    Curiosità

    Arriva il banchetto di frutta fresca a km 0 sulla Ciclovia del Sole
    Arriva il banchetto di frutta fresca a km 0 sulla Ciclovia del Sole
    Lo organizzano ogni domenica i contadini dell'azienda Eredi Martini Quinto di San Felice sul Panaro[...]
    Attivo il sito web della parrocchia di Gavello
    Attivo il sito web della parrocchia di Gavello
    Per restare aggiornati sulle notizie, le celebrazioni e le attività della comunità parrocchiale[...]
    Tornano le zanzare. Ecco cosa fare per difendersi
    Tornano le zanzare. Ecco cosa fare per difendersi
    È consigliabile ridurre al minimo la presenza delle zanzare all’interno degli ambienti utilizzando zanzariere e condizionatori. Si possono usare anche apparecchi elettroemanatori di insetticidi liquidi o a piastrine e zampironi, ma sempre con le finestre aperte.[...]
    Tra architettura e storia, il Palazzo Abbaziale di Nonantola in un volume
    Tra architettura e storia, il Palazzo Abbaziale di Nonantola in un volume
    Presentazione del volume "Il Palazzo Abbaziale di Nonantola. Documenti sulle trasformazioni dell'edificio 1227-1965" pubblicato dall'Archivio Abbaziale e dal Centro Studi Storici Nonantolani[...]
    Il patrimonio genetico europeo deriverebbe da migrazioni di 17mila anni fa
    Il patrimonio genetico europeo deriverebbe da migrazioni di 17mila anni fa
    Lo mostra uno studio guidato da ricercatori dell'Università di Bologna, pubblicato sulla rivista Current BiologyCurrent Biology[...]
    Finale Emilia, la calciatrice Eleonora Goldoni nel nuovo video di Ermal Meta
    Finale Emilia, la calciatrice Eleonora Goldoni nel nuovo video di Ermal Meta
    Il cantante di origini albanesi ha pubblicato venerdì 7 maggio il video del singolo "Uno"[...]
    Da Medolla alle piste della Nascar: Double V Racing scalda i motori
    Da Medolla alle piste della Nascar: Double V Racing scalda i motori
    Nel weekend 14-16 maggio al debutto della nuova stagione della EuroNascar ci sarà un team fondato nella Bassa dall'imprenditore Francesco Vignali e dal pilota Pierluigi Veronesi[...]
    Giornata Internazionale dell'Ostetrica, i messaggi delle mamme assistite a Mirandola
    Giornata Internazionale dell'Ostetrica, i messaggi delle mamme assistite a Mirandola
    Per festeggiare la Giornata, che si celebra il 5 maggio, le ostetriche di Mirandola hanno lasciato spazio ai messaggi delle mamme che hanno assistito[...]
    Equitazione, la sorbarese Chiara Meschiari vincitrice dei campionati italiani di salto ostacoli
    Equitazione, la sorbarese Chiara Meschiari vincitrice dei campionati italiani di salto ostacoli
    Per la giovane campionessa arrivano, via social, i complimenti del sindaco di Bomporto, Angelo Giovannini[...]
    Napoleone Bonaparte, un ricordo in occasione del bicentenario della morte
    Napoleone Bonaparte, un ricordo in occasione del bicentenario della morte
    Simonetta Calzolari ricorda il generale ed imperatore a 200 anni da quel 5 maggio 1821 in cui perse la vita[...]