Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Settembre 2021

Socializzazione dei figli con disabilità: se ne parla l’8 giugno al Centro Guerzoni

CARPI- Sono 57 le famiglie che hanno risposto al questionario sulla socializzazione dei figli con disabilità promosso dalla Fondazione Casa del Volontariato, ente finalizzato al sociale della Fondazione CR Carpi, in collaborazione con l’Ufficio istruzione dell’Unione delle Terre d’Argine.

L’indagine, che riguardava i genitori di figli con disabilità dai 6 ai 18 anni d’età, era volta a indagare la conoscenza e la frequentazione delle occasioni di socializzazione extrascolastiche di bambini e adolescenti del territorio dell’Unione.

Per confrontarsi più approfonditamente sugli esiti dei questionari ricevuti, raccogliere idee e punti di vista, al fine di progettare percorsi di inclusione sempre più efficaci, tutti i genitori interessati sono invitati a partecipare a un incontro pubblico che si svolgerà martedì 8 giugno, alle ore 18:30, presso il Centro sociale Guerzoni, al civico 1 di via Genova, a Carpi.

Per partecipare è necessario iscriversi inviando una mail a segreteria@casavolontariato.org  indicando nell’oggetto ‘Incontro di approfondimento disabilità’.

In estrema sintesi, ciò che emerge dal questionario è la conferma dell’utilità, per le famiglie, della socializzazione in ambito extrascolastico: una netta maggioranza ritiene infatti che sia molto importante (46 su 57) e che da tali contesti possano nascere nuove amicizie per il proprio figlio (35 molto, 16 abbastanza). Discreta è poi la conoscenza gli enti No Profit che si occupano specificatamente di disabilità.

Tuttavia, pur conoscendo l’esistenza di questi enti, solo 16 famiglie dichiarano di parteciparne alle attività, mentre le restanti si dichiarano non interessate perché non hanno trovato servizi particolarmente utili per il proprio figlio o non hanno avuto modo di approfondire.

Circa la partecipazione effettiva, nel periodo precedente la pandemia, ad attività di socializzazione in ambito extrascolastico, prevalgono i sì (33) sui no (24), con prevalenza delle attività sportive (29) su quelle ricreative (16).

Chi dichiara di non frequentare attività extrascolastiche lo fa perché non le conosce (la maggioranza) o teme non siano adatte al proprio figlio, mentre una percentuale non irrilevante (5 su 57) dichiara di non poterselo permettere economicamente.

La maggior parte dei ragazzi che non partecipa ad attività di socializzazione rimane nel contesto famigliare.

Rispetto ai Centri Estivi, solo 31 su 57 dichiarano di frequentarli. Le  altre famiglie indicano in prevalenza di non poterselo permettere economicamente, o di non conoscerne di adatti al proprio figlio. Vi è una parziale coincidenza tra chi non frequenta i centri estivi e chi non frequenta le attività di socializzazione extrascolastiche.

Emerge la questione di ragazzi adolescenti troppo grandi per poter frequentare i centri estivi.

Circa le caratteristiche che i Centri Estivi dovrebbero avere per essere interessanti per le famiglie, prevale il “conoscere meglio e in anticipo le caratteristiche del ragazzo” (30) seguita dalla richiesta di “migliorare l’offerta di attività rivolta ai ragazzi disabili”(25) e “garantire una maggior presenza di personale educativo” (23).

Dal sondaggio emerge infine che ben 27 famiglie su 57 non sono al corrente dell’esistenza di Enti No Profit che si occupano specificatamente di disabilità. Inoltre, la maggior parte delle famiglie che non ha contatti con le associazioni No Profit, non partecipa né alle attività di socializzazione né ai centri estivi, facendo emergere un quadro di isolamento generale, dovuto a volte ma non sempre, alla condizione di particolare gravità del figlio.

Per quanto riguarda le relazioni con il territorio, emerge il ruolo principale svolto dalla Neuropsichiatria Infantile  nella diffusione delle  informazioni sulle  attività di socializzazione (33 famiglie su 57 si rivolgono alla NPI), a seguire la Scuola (compresi insegnanti di sostegno e personale educativo).

Lo stesso dicasi per la figura di riferimento adottata dalle famiglie: sulle 38 famiglie che dichiarano di avere un soggetto di riferimento a cui rivolgersi per prendere decisioni riguardanti il benessere generale del proprio figlio, 30 dichiarano di rivolgersi alla NPI, a seguire Scuola (compresi insegnanti di sostegno e personale educativo).

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.casavolontariato.org e la pagina Facebook Fondazione Casa del Volontariato.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Dente del giudizio: cos'è e cosa fare
Hai male al dente del giudizio e vuoi saperne di più prima di estrarlo? Questo post fa al caso tuo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere sul pomodoro
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
Il caffè della domenica con Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
L'economia italiana è in fase di ripresa?
L'agenzia di rating Fitch conferma per quest’anno un rating all’Italia “BBB”, con outlook stabile.leggi tutto
Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, il nido di via Poma selezionato per un progetto regionale
    Il progetto è destinato ai bimbi da zero a sei anni per l’apprendimento della lingua inglese.[...]
    Mirandola, inaugurazione degli edifici parrocchiali a Quarantoli
    Domenica 26 settembre alle ore 18.30 la messa presieduta dal Vescovo Erio Castellucci, al termine la benedizione dei locali restaurati alla presenza delle Autorità civili[...]

    Curiosità

    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Bomporto, Aipo cambia le guarnizioni ai portoni Vinciani
    Nuovo intervento di manutenzione straordinaria interamente finanziato da Aipo [...]
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    Cavallo scavalca la recinzione e se ne va a spasso
    La sua presenza, però, non è passata inosservata[...]
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Fa un bonifico ma arriva a un truffatore: imbroglio sventato dai Carabinieri
    Vittima un imprenditore che voleva spostare 15 mila euro[...]
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    Animali, dopo il lockdown più rinunce di cani e gatti
    In aumento il numero degli animali affidati alle strutture intercomunali: quest’anno già oltre 50, mentre continuano i controlli sulle staffette illegali dal sud Italia[...]
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Massa Finalese, l'incredibile storia di Giulia e Leda: si sposano grazie all'incontro col "bambino zero" di "Veleno"
    Grazie alla conoscenza comune del "bambino zero" e del giornalista Pablo Trincia, Giulia e Leda si sono conosciute e sposate nel giro di pochi mesi[...]
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    Percepiva il reddito di cittadinanza vivendo ai Caraibi, denunciata per truffa aggravata
    La donna, rientrata in Italia per chiedere il beneficio, una volta ottenutolo è tornata nell’arcipelago caraibico[...]
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    A Finale Emilia volontari danno lezione di emergenza coi giochi istruttivi per i bimbi
    Ai piccoli è stato mostrato cosa significa essere volontari del soccorso[...]
    Più di 140 partecipanti per  la Pedalenta a Cavezzo
    Più di 140 partecipanti per la Pedalenta a Cavezzo
    La passeggiata per il paese in bicicletta è stata anche anche l’occasione per far conoscere ai giovanissimi le strade del proprio paese. [...]
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    Scuola rimessa a nuovo per i bimbi dell'elementare di San Prospero
    I lavori, iniziati l’indomani della chiusura delle scuole e terminati in tempo utile, ammontano a 710.000 euro d[...]