Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Ottobre 2021

Dopo 12 anni di studi trovata la causa più frequente di infezione da Streptococco B sui bambini appena nati

Comprendere meglio le cause delle infezioni tardive da Streptococco B. Questo lo scopo dello studio, frutto di 12 anni di ricerca, coordinato dalla Neonatologia dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, diretta dal prof. Alberto Berardi docente UNIMORE, e pubblicato su Emerging Infectious Diseases, mensile del Center for Disease Control and Prevention Statunitense. Lo studio ha coinvolto 30 centri ed una popolazione di oltre 400.000 neonati. Durante un arco di tempo di 12 anni sono state studiate 98 coppie di neonati infetti e le loro madri.  Lo studio ha dimostrato come la trasmissione da fonti materne avvenga in 2/3 dei casi. Questi risultati potrebbero migliorare la prevenzione delle infezioni e sia aiutare a predire l’impatto della vaccinazione materna, che probabilmente sarà disponibile nei prossimi anni

 

I neonati ed i lattanti – spiega il prof. Alberto Berardi di UNIMORE – nei primi mesi di vita possono sviluppare gravi sepsi e meningiti da Streptococco B, che possono portare a morte o danni cerebrali permanenti. Da quando sono entrate in uso le vaccinazioni per meningococco e pneumococco, Streptococco B è divenuto la prima causa di meningite nei primi anni di vita. Inoltre, le gravide portatrici di Streptococco B in sede genitale, sebbene siano generalmente prive di sintomi, sembrano avere un maggior rischio di partorire prematuramente. Un vaccino che proteggesse dalla colonizzazione materna e dall’infezione neonatale sarebbe perciò necessario. Questa duplice protezione potrebbe essere raggiunta attraverso la somministrazione durante la gravidanza”.

Definire i meccanismi che scatenano la malattia neonatale tardiva (cioè dopo i primi 6 giorni di vita) da Streptococco B è essenziale per operare una prevenzione. La fonte di trasmissione rimane infatti spesso poco chiara. Frequentemente si tratta di neonati a termine, che erano perfettamente sani poco prima di ammalare gravemente, spesso in pochissime ore.  “La nostra ricerca – conclude il prof. Berardi – ha chiarito alcuni importanti aspetti. Nella stragrande maggioranza dei casi le madri stesse sono state identificate come la fonte primaria della trasmissione di Streptococco B ai propri neonati. Chiarire l’origine della malattia aiuterà anche a prevedere l’impatto della vaccinazione materna, che speriamo sia presto disponibile.

Il prof. Berardi coordina il progetto di “Sorveglianza delle malattie invasive batteriche dei primi mesi di vita”, promosso da alcuni anni dalla Regione Emilia-Romagna. Una rete di Ospedali delle regioni Emilia-Romagna, unitamente ad altri ospedali del Nord, Centro e Sud Italia, fornisce al centro coordinatore di Modena informazioni sulla tipologia delle infezioni neonatali e sulle misure di profilassi e terapia antibiotica attuate in ogni singolo caso. “Colgo ancora una volta l’occasione per ringraziare tutto il personale medico e non medico dei reparti di neonatologia e Pediatria, grazie alla cui dedizione abbiamo potuto raccogliere in questi anni informazioni così preziose per la ricerca e la cura di questa malattia” – conclude il prof. Berardi.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchEcco il Bosco Martino a Medolla, la nuova area attrezzata grazie a Eurosets
    • WatchInaugurazione nuova sede Oli spa a Medolla
    • WatchDeleted video

    La buona notizia

    Università. Gli studenti dell'Emilia-Romagna da settembre sono tornati alle lezioni in presenza
    Le università, con modalità diverse, hanno garantito il ritorno alle lezioni in aula, con green pass e prenotazioni.[...]
    Università di Modena plastic-free: al via da oggi la consegna di borracce a tutti
    Studenti e studentesse iscritte all’Ateneo emiliano potranno ritirare la borraccia serigrafata con il logo Unimore direttamente nella propria biblioteca di riferimento[...]
    A due scuole di Finale Emilia e San Felice il primo premio Ausl per sana alimentazione e sostenibilità ambientale
    La media sanfeliciana si è aggiudicata il primo premio per Mani in Pasta presentando il video "Ora tocca te", i piccoli finalesi delle Rodari premiati per il loro e-book interattivo[...]

    Curiosità

    Il pizzaiolo Michele De Martino de "La Smorfia" di Modena incanta Napoli
    Il pizzaiolo Michele De Martino de "La Smorfia" di Modena incanta Napoli
    Michele De Martino e Riccardo Vitali, primo e secondo pizzaiolo a "La Smorfia" di Modena, si sono aggiudicati il primo e il secondo posto alla gara di pizza napoletana, senza glutine e contemporanea.[...]
    Celebrazioni dantesche, un dipinto di proprietà della Regione Emilia-Romagna approda alla mostra inaugurata alle Scuderie del Quirinale
    Celebrazioni dantesche, un dipinto di proprietà della Regione Emilia-Romagna approda alla mostra inaugurata alle Scuderie del Quirinale
    Si tratta di “Dante che parte per l’esilio”, opera del pittore bolognese Andrea Besteghi, commissionata da Luigi Pizzardi, primo sindaco della città liberata dall’amministrazione pontificia e poi austriaca per il VI Centenario dalla nascita del Poeta[...]
    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Nei mesi scorsi in Regione è stato approvato un ordine del giorno, proposto dal Movimento 5 stelle, che impegna la Giunta Bonaccini sulla solarizzazione del Cer[...]
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Al campione di Tavullia arrivati in dono prodotti tipici dell'Emilia-Romagna[...]
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]