Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
25 Settembre 2022

Scuola e Coronavirus, cosa fare se il mio bimbo ha tosse, febbre, diarrea o gli cola il naso

Ripartono le scuole, come vanno interpretate le nuove regole dei protocolli anti contagio? Ne parliamo con il dottore Alfredo Ferrari, segretario provinciale FIMP, Federazione italiana medici pediatri

1 Colazione, lavarsi, vestirsi e misurare la febbre. E’ la nuova quotidianità dei bambini al risveglio, prima di andare a scuola. Cosa devono fare i genitori se il termometro segna più di 37,5 gradi?

La misurazione della temperatura rappresenta un’azione di prevenzione importante che viene affidata alla responsabilità della famiglia, con cui la scuola stabilisce un patto di corresponsabilità e fiducia per affrontare la ripresa delle attività didattiche. Ogni mattina i genitori sono chiamati a controllare i propri figli per evidenziare segnali di malessere; se la temperatura è superiore ai 37,5°C i bambini non possono essere portati a scuola.

2 E se il bambino ha la tosse, la diarrea, oppure il naso che cola?

I sintomi compatibili con COVID 19 sono: febbre oltre i 37.5°C, tosse con difficoltà respiratoria, vomito e/o diarrea ripetuti con malessere, cefalea grave, perdita di gusto e/ o olfatto (soprattutto nei più grandi), raffreddore. Quest’ultimo, essendo però frequentissimo nel bambino fino ai sei anni di età, non dovrebbe orientare verso un’ipotesi di contagio da SARS COV 2 soprattutto se non accompagnato da uno o più sintomi tra quelli citato, oppure da un contatto certo con soggetto positivo.

3 Il pediatra va avvisato di prima mattina,  al primo sintomo o é meglio aspettare un paio di giorni per comunicare l’evolversi dei sintomi? Se sì, il bambino va tenuto comunque a casa o può andare a scuola?

Il bambino sintomatico deve restare a casa o essere allontanato da scuola. La famiglia avvertirà il pediatra più o meno urgentemente in base ai sintomi presentati. Il pediatra, in base ai sintomi, alla conoscenza della famiglia e della situazione epidemiologica deciderà se effettuare un triage telefonico, una videochiamata se disponibile, o la visita in presenza.

4 Il pediatra con il suo triage telefonico esclude che si tratti di Coronavirus. Il bambino può andare a scuola subito? Serve un documento firmato dal pediatra?

Il decreto ministeriale sancisce in tre giorni il tempo minimo di permanenza a casa in caso di sintomi per permettere una sufficiente valutazione dello stato di salute. Se il pediatra non valuta che i sintomi e la situazione epidemiologica familiare e dell’ambito territoriale facciano propendere per COVID 19, darà i consigli del caso e farà restare a casa il bambino fino ad esaurimento dei sintomi. La riammissione a scuola in questo caso si farà senza alcun certificato dal momento che la Regione Emilia-Romagna lo ha abolito con legge del 16 luglio 2015.

 

6 Cosa succede se il pediatra valuta che si tratta di un sospetto Covid?

 

Se il pediatra ritiene invece che ci siano i presupposti clinici ed epidemiologici per sospettare COVID 19, allora richiederà l’esecuzione del tampone all’Igiene pubblica dell’Azienda USL di Modena. Se l’esito fosse positivo il bambino dovrà restare a casa fino a guarigione clinica e dopo l’esito negativo di due tamponi, eseguiti ad almeno 24 ore l’uno dall’altro. La riammissione scolastica avverrà con certificato redatto dall’Igiene Pubblica. In caso di esito negativo del tampone il bambino resterà a casa fino a guarigione clinica e sarà in questo caso riammesso con il certificato del Pediatra curante.

 

5 Prevedibile un aumento delle richieste ai pediatri. Come si stanno organizzando i pediatri della Bassa? Si faranno anche consulti via Whatsapp, sms ed email? Le risposte saranno immediate o bisognerà aspettare tanto?  Aumenterete gli orari di ricevimento?

I pediatri sono pronti ad affrontare la sfida offrendo una ampia disponibilità telefonica di reperibilità (8-20), possibilità di fare teleconsulto e visite in presenza con tutti gli accorgimenti necessari: le visite si effettuano infatti su appuntamento e con tempi tali da garantire il distanziamento e la sanificazione dei locali, poi uso obbligatorio della mascherina e del gel disinfettante. Le famiglie possono sentirsi sicure nell’accedere all’ambulatorio, ovviamente rispettando anche loro tutte le misure igienico-sanitarie previste in questa fase epidemica.

 

7 Consigliate ai bimbi il vaccino antinfluenzale?

La nostra Regione ha fatto la scelta, per quest’anno, di concentrare il proprio impegno alla vaccinazione antiinfluenzale prima di tutto dei bambini con cronicità, che purtroppo fino ad ora hanno visto una insufficiente copertura. Per questo obiettivo i pediatri di libera scelta si sono offerti, su base volontaria, per affiancare la Pediatria di comunità nelle sedi vaccinali dove possibile o in altri ambienti dell’Azienda USL per poter garantire a tutti i bimbi in queste condizioni la vaccinazione.

E’ possibile vaccinare anche un certo numero di bimbi non soggetti a malattie croniche che però si ammalano molto spesso di infezioni respiratorie ricorrenti. Per maggiori chiarimenti è comunque opportuno che i genitori consultino il proprio pediatra.

 

Molto interssante, per capire come le istituzioni e i medici del territorio gestiscono la questione scuola in questi tempi di Coronavorus, il dibattito registrato su Facebook cui hanno partecipato, tra gli altri, per l’Ausl di Modena:
Simonetta Partesotti, Responsabile della Pediatria di Comunità Area Nord
Daniela Bulgarelli, Dirigente medico Servizio Igiene Pubblica
Stefano Zona, Medico Specialista in Malattie Infettive, Pediatria di Comunità

Guarda il video:

 

LEGGI ANCHE

Guida per genitori, 10 cose da sapere per il ritorno a ascuola 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
“E adesso un libro:rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell’autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto | Tutto quello che c’è da sapere della giuggiola
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Il paradosso energetico. E non solo
Da giorni assistiamo ad un vero e proprio assalto mediatico sull’ingiustificato ed indiscriminato aumento del costo dei beni energetici, che metterà in ginocchio imprese e famiglie.leggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria a cura dell'autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della piadina
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” Sei titoli che dicono leggimi!
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto. Tutto quello che c’è da sapere dell’anguria
La rubrica Appunti di gusto, a cura di Francesca Monarileggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Sei titoli che profumano di estate
La rubrica letteraria della nostra autrice mirandolese Francesca Monari.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchIncendio a Dogaro. Nella frazione di San Felice è andata a fuoco una roulotte
    • WatchIts Biomedicale Mirandola, la cerimonia di consegna dei diplomi
    • WatchUn cimitero medievale, in ottime condizioni, scoperto a Mirandola

    La buona notizia

    Pork Factor Concordia, 25 mila euro donati a cinque realtà dedicate ai bambini
    Oltre ai I fiol d’la schifosa altre associazioni hanno contribuito: Musicanima; Ciclisti amatoriali di Concordia; Tennis Club Concordia; Avis Concordia; Allenatori giovanili Pol Possidiesi[...]
    A Mirandola ripartono i corsi dell’Università della Libera Età “Bruno Andreolli”
    I corsi sono completamente gratuiti. Gli incontri si svolgeranno presso la “Sala Trionfini” in piazza Ceretti[...]
    A Nonantola si asfaltano le ciclabili di via Vittorio Veneto e Provinciale Ovest
    Non si tratta di un semplice ripristino della pavimentazione, oggi sconnessa per la presenza di radici affioranti e tagli per la posa di sottoservizi, ma di una riqualificazione complessiva[...]

    Curiosità

    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Omar Ahmed, il giovane talento modenese che ha incantato la giuria di X-Factor
    Il giovane ha superato il primo turno di audizioni e continua il processo di selezione del talent.[...]
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Scappa da casa a Reggio Emilia, cagnolina ritrovata a Modena
    Aveva vagato per strada per 11 giorni. Dimagrita e spaesata, è stata riabbracciata dalla sua anziana padrona che la stava cercando incessantemente[...]
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    Alcol test volontario al Pattaya, ragazzi e ragazzi hanno a cuore la sicurezza stradale
    La campagna della Polizia Locale Area Nord ha coinvolto più di 250 persone[...]
    Il sexting? "Non è tradimento"
    Il sexting? "Non è tradimento"
    A tradire online sarebbe secondo un sondaggio il 75% degli italiani fidanzati o sposati[...]
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    A Cavezzo arrivano i sassi portafortuna di Ester Fulloni
    Data del rilascio: domenica 18 settembre. Chi li trova può tenerseli o farli ancora girare[...]
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Regina Elisabetta, quando Buckingham Palace rispose alla lettera di un bambino di Mirandola
    Quattro anni fa, un bambino di Mirandola scrisse una lettera indirizzata alla regina e ricevette risposta da Buckingham Palace[...]
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    In vacanza perde un dispositivo collegato al telefono della figlia disabile: lo rintraccia a Cavezzo
    E' quanto è accaduto quest'estate, a Cattolica, ad una famiglia di Rovigo: la donna ha scritto un post in un gruppo Facebook cittadino, nella speranza che il dispositivo possa essere restituito[...]
    EmiliaFoodFest, a Carpi andrà in scena il "processo al gnocco fritto"
    EmiliaFoodFest, a Carpi andrà in scena il "processo al gnocco fritto"
    Domenica 25 settembre, alle 16, presso il Cortile d’onore di Palazzo dei Pio, avrà luogo “Gnocco e i suoi fratelli”, titolo scelto per questo originale talk show-spettacolo[...]
    Mirandola. Quando Sergio Poletti dipinse l'effigie di Elisabetta II
    Mirandola. Quando Sergio Poletti dipinse l'effigie di Elisabetta II
    Un omaggio evidentemente gradito alla Corona poiché l'opera fa attualmente parte della "Royal Collection": suddivisa tra il Castello di Windsor, l'Hampton Curt Palace e, appunto, Buckingham Palace.[...]
    • malaguti