Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Assemblea annuale dell’Associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna, il bilancio del 2019

Dopo quattro anni di costante crescita, nel 2019 la Plv zootecnica regionale ha dovuto registrare una contrazione rispetto all’anno prima assestandosi al 47,51% a fronte del 49,9% del 2018. Meglio invece l’export della Regione, che rappresentato soprattutto da prodotti e derivati zootecnici ha incassato un +4,7%. “L’emergenza sanitaria – ha affermato il presidente Garlappi – non ci ha trovati impreparati a fronteggiare una situazione difficile che abbiamo contrastato con iniziative efficaci e mirate a tutela dei nostri associati e del loro lavoro”

L’intenzione era quella di farla in presenza. E tutto era stato preventivamente predisposto nel totale rispetto delle norme antiCovid. Poi l’aggravarsi dei contagi e della situazione sanitaria di queste ultime settimane ha imposto un brusco dietrofront, e l’assemblea annuale dell’Associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna (Araer) si è così svolta come da programma il 30 ottobre scorso ma in forma digitale.

All’incontro, oltre al presidente Maurizio Garlappi e al direttore Claudio Bovo, hanno partecipato i componenti del Consiglio direttivo e del Collegio sindacale per l’approvazione del bilancio 2019, ma in collegamento era presenti anche i vertici di Aia (Associazione nazionale allevatori), Roberto Nocentini e Mauro Donda, rispettivamente presidente e direttore generale, oltre all’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi e a Roberta Chiarini, Responsabile del servizio organizzazioni di mercato e sinergie di filiera alla Regione Emilia Romagna.

“Illustrare il bilancio 2019 a fine 2020 sembra un po’ un controsenso – ha esordito nel suo intervento il presidente Garlappi – ma lo slittamento alla fine di ottobre delle assemblee annuali rientra nei provvedimenti presi dal Governo la primavera scorsa in pieno lockdown. A questo proposito non posso non ricordare cosa ha significato anche per Araer l’emergenza Covid19, a iniziare dalla perdita di alcuni associati alle cui famiglie non abbiamo fatto mancare la nostra vicinanza e il nostro conforto. Parallelamente, abbiamo dimostrato grande senso di responsabilità adottando dapprima tutte le misure di prevenzione previste con grande scrupolo e attenzione e immediatamente dopo promuovendo una serie di iniziative che ci hanno permesso di garantire la continuità di tutti i servizi messi a disposizione degli associati, a iniziare dai controlli funzionali”.

Relativamente all’andamento della zootecnia emiliano-romagnola nel 2019, il presidente di Araer ha quindi fornito i numeri che hanno caratterizzato uno dei comparti più importanti dell’agroalimentare regionale e nazionale. “Dopo quattro anni di crescita costante – ha scandito – lo scorso anno il settore ha segnato il passo e le sue produzioni hanno rappresentato il 47,51% della Plv (produzione lorda vendibile, ndr) totale a fronte del 49,9% del 2018. In valore, parliamo di 2.002,25 milioni di euro che evidenziano un -15% rispetto al 2018, quando si raggiunsero i 2.365,51 milioni di euro”.

Più soddisfacente il dato dell’export agroalimentare regionale, cresciuto lo scorso anno del 4,7% rispetto al 2018,  per un valore totale di 6.842 milioni di euro, in cui la quota maggiore è rappresentata dai prodotti e dai derivati zootecnici. Nello specifico dei vari comparti produttivi, quello lattiero-caseario ha segnato lo scorso anno un incremento produttivo dello 0,3% raggiungendo un quantitativo totale di latte prodotto di oltre 21 milioni di quintali, “anche se dopo gli ottimi risultati degli anni precedenti – ha sottolineato Garlappi – il valore della Plv  di questo segmento produttivo ha perso il 24,3% rispetto al 2018, pari a 343,78 milioni di euro. Una situazione che è stata determinata soprattutto dalla forte riduzione delle quotazioni dei formaggi grana e in particolare del Parmigiano Reggiano, a cui è destinato circa il 92% del latte regionale e che lo scorso anno ha incassato un incremento produttivo dell’1,47%, mentre il Grana Padano prodotto a Piacenza ha messo a segno un +5,2%”.

Preoccupa il settore della carne bovina, che nel 2019 ha continuato a registrare una diminuzione sia in termini produttivi che di prezzi, a cui si lega la riduzione degli allevamenti, calati rispetto al 2018 del 4,20%, in particolare per la razza Romagnola, rispetto alla quale è stato chiesto all’assessore Mammi un coinvolgimento della Regione volto a individuare percorsi mirati di valorizzazione e promozione sul territorio. In crescita invece i suini allevati, +3,5%, a cui fa però riscontro una lieve flessione dei prezzi che porta il bilancio a un risultato negativo: -1,5%. Per avicunicoli e uova l’andamento del 2019 è stato sostanzialmente positivo: a fronte di un’offerta di carne stabile rispetto al 2018, i prezzi medi di mercato hanno registrato un +1,1% grazie al buon andamento delle quotazioni dei conigli (+8,5%) e dei tacchini (+7,1%). In calo invece i prezzi dei polli da carne: -4,5%. Bene il trend per il mercato delle uova con un +5,7% dovuto all’aumento delle quantità prodotte nonostante il calo delle quotazioni medie pari a -6%. Infine il settore ovicaprino, che rispetto al 2018 ha registrato una Plv sostanzialmente stabile.

“Araer ha saputo dimostrare di essere un modello di efficienza e qualità dei servizi – ha sottolineato Mauro Donda nel suo intervento – e pur nella difficoltà del momento saprà sfruttare con intelligenza tutte le sue potenzialità”. Sulla stessa scia il presidente di Aia Roberto Nocentini, che riferendosi alla crisi della razza Romagnola ha ribadito non solo la necessità di individuare le migliori strategie per una maggiore valorizzazione, ma ha anche ricordato quanto sia necessario puntare alla vendita all’interno dei confini regionali attraverso politiche di promozioni mirate e innovative”.

“Grazie per quello che state facendo e per quello che rappresentate per la zootecnia emiliano-romagnola”. Con questo esordio, il nuovo assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi, ha espresso il pieno appoggio “della Regione a tutti quei progetti che sapranno proporre soluzioni innovative e concrete. Le direttrici che guideranno il mio lavoro – ha sottolineato – riguardano la ricerca, la conoscenza, gli investimenti e il sostegno sui mercati per supportare tutti gli anelli delle varie filiere produttive. È questa la strada da percorrere per garantire a tutti la giusta redditività e rispondere a un mondo che la drammatica crisi che stiamo vivendo ha già cambiato. Chi pensa che agricoltura e ambiente siano due termini in contraddizione si sbaglia – ha concluso – abbiamo davanti importanti sfide che saranno supportate, oltre che dalle risorse del Recovery Fund, dalla nuova Pac. Già oggi, oltre a quelle previste nei due anni di transizione che ci porteranno al 2023, potremo contare su una dotazione di circa 1,3 miliardi di euro a livello nazionale previsti dal Parlamento europeo nei giorni scorsi. La quota che verrà destinata all’Emilia Romagna dovrà essere investita in progetti concreti e ambiziosi al tempo stesso. Per farlo, dobbiamo tutti lavorare insieme affinchè anche l’Europa rivolga al settore zootecnico una maggiore attenzione. Anche per questo penso che sarebbe ora di pensare alla creazione di una Ocm zootecnia”.

Il direttore Claudio Bovo ha infine dato lettura del bilancio consuntivo dell’Associazione, approvato all’unanimità.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    "Cosa ci fanno quelli sull'albero?" E' la potatura acrobatica che si fa a Concordia
    La maestosità e il pregio delle piante richiede di intervenire in arrampicata, così si può intervenire esclusivamente sui rami con problematiche mantenendo la naturale conformazione della chioma.[...]
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Quando anche il semplice dormire diventa spettacolo: il dormitorio dei gufi a Medolla
    Da qualche giorno gli abitanti di Medolla, genitori e bambini soprattutto, si trovano riuniti con il naso all’insù a scrutare tra le chiome di alcuni alberi del centro. La biologa finalese Eleonora Tomasini ci spiega che cosa sta accadendo[...]
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]