Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Cgil Modena, pandemia coronavirus: “Aumento dei casi, torna la paura nei luoghi di lavoro”

Era ampiamente previsto il ritorno della pandemia dopo l’estate e in questi ultimi mesi, a partire da dopo il primo lockdown, gli esperti e le stesse organizzazioni sindacali invitavano il Governo e le Regioni ad attivarsi per mettere in campo tutte le iniziative al fine contenere e arginare la seconda ondata. Era necessario potenziare il sistema sanitario, in particolare le terapie intensive, fare assunzioni di personale, potenziare la capacità di tracciamento, che è il vero strumento per contenere il propagarsi del virus.

Inoltre, da diversi mesi anche su Modena abbiamo come organizzazione sindacale segnalato con forza la necessità di rafforzare il trasporto pubblico, in modo da essere davvero integrato e di sostegno alla necessità di riorganizzare i tempi di lavoro e del mondo della scuola, mondo nel quale per mesi si è parlato di assunzioni di personale e di riduzione di tutte le possibilità di assembramenti.  Si dovevano mettere in campo tutte le misure di sicurezza per ridurre le occasioni di contagio. Ma solo in parte queste misure sono state adottate.

E adesso il problema si sta riflettendo nei luoghi di lavoro. Infatti, non possiamo che registrare una preoccupante tendenza, soprattutto negli ultimi giorni, di aumento del numero di casi dentro alle aziende sia private che pubbliche; casi che rischiano – e in alcuni casi già sta succedendo – di diventare veri e propri focolai. Gli strumenti per arginare e rispondere alla crisi pandemica, almeno nei luoghi di lavoro, ci sono: su tutti il rispetto e l’applicazione rigorosa dei protocolli di sicurezza, che non devono restare solo su carta ma devono vedere una reale e quotidiana applicazione e monitoraggio da parte delle imprese con il coinvolgiemnto delle rappresentanze sindacali. Bisogna quindi ribadire con determinazione che laddove non ci siano le condizioni per garantire la necessaria sicurezza si deve procedere alla chiusura delle aziende, così da permettere la tutela e la salute di tutte le persone che ci lavorano.

A questo, poi, si aggiunge la farraginosità della norma che produce di fatto una parziale tutela per i lavoratori fragili, che fino ad ora accedevano all’indennità di malattia, qualora non fossero nelle condizioni di svolgere smart-working. A decorrere dal 16 ottobre, infatti, quei lavoratori fragili per cui non sia possibile lo smart-working o essere adibiti a diversa mansione o ancora l’individuazione di un percorso di formazione adeguato rischiano di restare completamente scoperti. Pertanto come organizzazione sindacale ci stiamo già attivando per garantire massima tutela ai lavoratori coinvolti da queste misure e riteniamo quindi doveroso un chiarimento su questa disposizione che rischia di scaricare su lavoratori gli effetti della pandemia.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto
Glocal
Lavoro: le figure richieste nel post Covid
Secondo una stima elaborata da Unioncamere, nei prossimi quattro anni, quasi due milioni e mezzo di giovani in possesso di lauree, diplomi e qualifiche professionali troveranno lavoro. Un terzo riguarderà le qualifiche professionali, mentre i restanti due terzi laureati e diplomati.leggi tutto
Glocal
Recessione economica globale da Covid-19
La pandemia sta causando una recessione economica globale.leggi tutto
Lettere persiane
Si torna a scuola, incipit vita nova - LA RIFLESSIONE
E un’autentica paideia civica ed esistenziale, capace di formare la mente e l’anima degli individui educandoli al Mondo della Vita, secondo lo studente mirandolese Giovanni Battista Olianileggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
La biodiversità che non ti aspetti: le Valli mirandolesi
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta della Stazione Ornitologica Modenese che si trova a Mirandolaleggi tutto
La natura nella Bassa che non ti aspetti
Un paradiso terrestre per piante e uccelli: le Meleghine a Finale Emilia - La natura della Bassa che non ti aspetti
La biologa Eleonora Tomasini ci porta alla scoperta dell'oasi faunistica nata dall’impianto di fitodepurazioneleggi tutto
Glocal
Crisi economica: l'innovazione tecnologica come cura
La crisi economica da Covid-19 ci impone di riprogettare il modello imprenditoriale delle nostre imprese, mentre in alcuni casi si dovrà riprendere il primordiale concetto di “innovazione di prodotto e di processo”.leggi tutto

Sul Panaro on air

    • WatchRompe l'argine del Diversivo a Finale Emilia
    • WatchLa stella cadente di Capodanno, trovati i frammenti
    • WatchDue ragazzini nei guai per aver distrutto le lapidi dei partigiani

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Assunzioni obbligatorie L.68/99 sospese per Covid
    Per due mesisospesi gli adempimenti relativi sia ai disabili sia ai soggetti appartenenti alle altre categorie protette[...]
    Disabilità e diritto al lavoro - Intervista a Cristiana Casarini, che ci racconta come si lavora in carrozzina
    L'esperta di risorse umane Francesca Monari raccoglie la testimonanza dell'impiegata comunale di Finale Emilia nota per i suoi libri e le attività di beneficienza[...]

    Curiosità

    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    La Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha il sapore dell'Emilia-Romagna, con Pellegrino Artusi
    Sono oltre 60 gli eventi e le attività proposti da Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi presentati in 31 Paesi di tutti i continenti[...]
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    Monari Federzoni e Consorzio Opera presentano l’Aceto di Pere Non Filtrato
    La storica azienda modenese porta avanti l’ampliamento della propria gamma di prodotti con una referenza pensata per valorizzare i piatti di ogni giorno con un tocco di gusto e originalità in più[...]
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    Promossi Guglielmo Golinelli e Giuditta Pini, bocciato Emanuele Cestari: ecco le pagelle di Federconsumatori agli onorevoli
    L'indagine "Quel treno per Roma" analizza l'operato degli onorevoli del territorio, facendo riferimento alla loro attività parlamentare e alla presenza capillare nei problemi della nostra area. [...]
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    Strage Bologna, un murale a Modena in zona stazione per ricordare il 2 agosto 1980
    L'opera sarà completata venerdì dall'artista modenese Luca Zamoc, che sta lavorando sulla facciata di una palazzina in viale Monte Kosica 56[...]
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    Aperte le votazioni sul sito Fai per sostenere il Casino di caccia del duca a San Felice
    E' tornata la nuova edizione de I luoghi del cuore del FAI che l'anno scorso vide lo strico edificio sanfeliciano arrivare primo tra i modenesi[...]
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Poliziotto di Mirandola salvò 3 ragazzi da incidente stradale, il web lo consacra
    Grazie a un post su Facebook di agente Lisa, la pagina più social friendly della Polizia italiana, che ne ha raccontato la storia domenica scorsa.[...]
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    A Cavezzo scoperto l'asteroide 80652 ed è stato dedicato a... Alberto Angela
    Il momento migliore per vederlo sarà a marzo. E chissà se anche il popolare presentatore verrà a Cavezzo per osservarlo dai telescopi del nostro Osservatorio[...]
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    A la Mirandula, un contributo del Coro Città di Mirandola per la città
    Alcune scene del video sono state registrate prima del DPCM dell'8 marzo 2020[...]