Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Gennaio 2022

Cgil Modena, pandemia coronavirus: “Aumento dei casi, torna la paura nei luoghi di lavoro”

Era ampiamente previsto il ritorno della pandemia dopo l’estate e in questi ultimi mesi, a partire da dopo il primo lockdown, gli esperti e le stesse organizzazioni sindacali invitavano il Governo e le Regioni ad attivarsi per mettere in campo tutte le iniziative al fine contenere e arginare la seconda ondata. Era necessario potenziare il sistema sanitario, in particolare le terapie intensive, fare assunzioni di personale, potenziare la capacità di tracciamento, che è il vero strumento per contenere il propagarsi del virus.

Inoltre, da diversi mesi anche su Modena abbiamo come organizzazione sindacale segnalato con forza la necessità di rafforzare il trasporto pubblico, in modo da essere davvero integrato e di sostegno alla necessità di riorganizzare i tempi di lavoro e del mondo della scuola, mondo nel quale per mesi si è parlato di assunzioni di personale e di riduzione di tutte le possibilità di assembramenti.  Si dovevano mettere in campo tutte le misure di sicurezza per ridurre le occasioni di contagio. Ma solo in parte queste misure sono state adottate.

E adesso il problema si sta riflettendo nei luoghi di lavoro. Infatti, non possiamo che registrare una preoccupante tendenza, soprattutto negli ultimi giorni, di aumento del numero di casi dentro alle aziende sia private che pubbliche; casi che rischiano – e in alcuni casi già sta succedendo – di diventare veri e propri focolai. Gli strumenti per arginare e rispondere alla crisi pandemica, almeno nei luoghi di lavoro, ci sono: su tutti il rispetto e l’applicazione rigorosa dei protocolli di sicurezza, che non devono restare solo su carta ma devono vedere una reale e quotidiana applicazione e monitoraggio da parte delle imprese con il coinvolgiemnto delle rappresentanze sindacali. Bisogna quindi ribadire con determinazione che laddove non ci siano le condizioni per garantire la necessaria sicurezza si deve procedere alla chiusura delle aziende, così da permettere la tutela e la salute di tutte le persone che ci lavorano.

A questo, poi, si aggiunge la farraginosità della norma che produce di fatto una parziale tutela per i lavoratori fragili, che fino ad ora accedevano all’indennità di malattia, qualora non fossero nelle condizioni di svolgere smart-working. A decorrere dal 16 ottobre, infatti, quei lavoratori fragili per cui non sia possibile lo smart-working o essere adibiti a diversa mansione o ancora l’individuazione di un percorso di formazione adeguato rischiano di restare completamente scoperti. Pertanto come organizzazione sindacale ci stiamo già attivando per garantire massima tutela ai lavoratori coinvolti da queste misure e riteniamo quindi doveroso un chiarimento su questa disposizione che rischia di scaricare su lavoratori gli effetti della pandemia.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Nuovo numero di telefono Ausl Modena per chi ha problemi con l'isolamento Covid
    Si ricorda ai cittadini che in caso di sintomi non bisogna recarsi né in farmacia né in ospedale, ma contattare immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra.[...]
    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    Il film racconta un pezzo della nostra storia, e più di 500 persone tra Mirandola, Finale Emilia e San Felice vi hanno partecipato[...]
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]