Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
28 Gennaio 2022

Coppia di disabili di Medolla, Aimag non ritira la spazzatura davanti casa e li costringe a spostarsi a piedi

MEDOLLA  – Coppia di disabili di Medolla, Aimag non ritira la spazzatura davanti casa e li costringe a spostarsi a piedi. Il problema sarebbe che la loro abitazione si affaccia su una strada stretta. Ma se fino a qualche anno fa in qualche modo si riusciva a ovviare la cosa, da quando c’è la raccolta differenziata è diventata una tortura.  “La strada è stretta ma abbastanza larga da far passare autospurgo, mezzi di corrieri per le consegne a domicilio, grandi mezzi per traslochi. Gli stessi camion di Aimag ci passavano, fino a tre anni fa. Poi hanno smesso. E quindi noi dobbiamo arrivare a portare la spazzatura all’angolo con la strada principale”, racconta il signor Andrea Pedrazzi, invalido al 100% con L. 104 comma 3 art. 3. La moglie è invalida al 46%. Il viaggio a piedi, di un sessantina di metri per chi non è in salute rappresenta un serio ostacolo. “L’aggravamento del mio stato di salute mi rende estremamente gravoso – aggiunge il medollese – trascinare i contenitori in dotazione fino al punto da loro indicato.”

“Ci è stato anche detto – prosegue Pedrazzi – che la traversa sarebbe privata dunque i loro operatori non sarebbero coperti da assicurazione, ma non è vero, la strada è aperta all’accesso tanto è che la posta viene consegnata regolarmente, e Aimag stessa consegnano le loro bollette e i loro materiali informativi”.

I cittadini hanno provato a coinvolgere il Comune, ma non hanno trovato il sostegno desiderato. “L’assessora Patrizia Sgarbi in un recente incontro ha addirittura affermato che se io non sono in grado di portare la spazzatura dove indicato evidentemente non posso nemmeno vivere autonomamente e devo ricorrere ad un aiuto. In più ha detto che c’è chi sta peggio di me: il Comune quindi è passato da quello che dovrebbe salvaguardare i beni comuni a quello che fissa come standard il mal comune mezzo gaudio”

E quindi? Aimag e il Comune propongono solo due soluzioni alternative:
1) che le 5 famiglie che abitano sulla stradina non parcheggino nella via, anche se è assurdo chiedere a chi ha l’invalidità di parcheggiare lontano dalla propria abitazione;
2) sostituire ogni contenitore di grandi dimensioni, come quelli della carta e del vetro, con 3 contenitori piccoli.
In questo modo, osserva Pedrazzi “io sostituirei la difficoltà di deambulazione con lo sforzo di sollevare e caricare in macchina 3 contenitori per volta (preciso che sono un trapiantato di cuore”

“Sono sbalordito da questa insensibilità e mancanza di empatia.- chiude il medollese – ritengo che o Aimag debba riprendere il servizio porta a porta o io smetta di pagare la Tari per un servizio di cui non usufruisco”.

Dal Comune arriva a stretto giro la replica dell’assessora Sgarbi:

La situazione oggetto dell’articolo è nota, anche nei suoi elementi di complessità, come il fatto che la strada in questione sia effettivamente privata, ma come per tutti i cittadini in situazioni di disagio, il Comune di Medolla sta, nel caso specifico insieme ad Aimag, studiando una soluzione al problema. Mi sento invece di respingere l’accusa che mi vede promuovere il “mal comune mezzo gaudio”: nei colloqui con i signori Pedrazzi, ho solo voluto spiegare loro che attualmente è impossibile gestire con un servizio puntuale tutte le utenze in cui sono presenti situazioni di disabilità, anche molto grave, per le quali si è comunque sempre trovata una soluzione, ma questo non vuol dire lavarsene le mani, o mancare di empatia. Nel loro caso, finora le soluzioni proposte sono state tutte rifiutate, ma ci stiamo lavorando e confido che, magari coinvolgendo servizi sociali o mondo del volontariato, un modo per risolvere il problema si trovi a breve.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere della birra
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Nuovo numero di telefono Ausl Modena per chi ha problemi con l'isolamento Covid
    Si ricorda ai cittadini che in caso di sintomi non bisogna recarsi né in farmacia né in ospedale, ma contattare immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra.[...]
    Mirandola, alla Medtronic nuovo impianto per ridurre le emissioni di Co2
    L'azienda, inoltre, continua ad espandersi: è stata siglata, infatti, l’acquisizione per 925 milioni di dollari di Affera Inc[...]
    Trapianti di fegato, Modena al top nazionale
    Un anno da record quello appena trascorso, nonostante le criticità per il mondo della sanità, specie per i trapianti da donatore vivente[...]

    Curiosità

    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    "Il cacciatore di anatre" sbarca su Prime: è il film collettivo della Bassa Modenese
    Il film racconta un pezzo della nostra storia, e più di 500 persone tra Mirandola, Finale Emilia e San Felice vi hanno partecipato[...]
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Elisabetta Belloni, chi è la "modenese" di cui si parla per la presidenza della Repubblica
    Sessantaquattro anni, madre di Sestola e casa di famiglia sull'Appennino Modenese, è attualmente direttrice generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza[...]
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
    Anziani cardiopatici, imparare a usare Internet per essere curati meglio
     Solo il 25% dei pazienti cardiologici dai 75 anni in su utilizza mezzi digitali convenzionali come motori di ricerca, mail, smartphone e app, secondo uno studio della Cardiologia del Policlinico di Modena[...]
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]