Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
26 Maggio 2022

Donne, mamme & lavoro, la storia di Antonella Cartiera di Mirandola

L’esperta di risorse umane di Mirandola Francesca Monari ci porta a conoscere quattro storie di altrettante donne che sono mamme e lavoratrici. 
Ed ecco proseguire le rassegne a tema lavoro, con “Donne, mamme & lavoro”, a me particolarmente cara perchè io stessa mi sono trovata a vivere un pezzetto di ogni storia di queste straordinarie madri al “lavoro in tutti i sensi”. Organizzarsi nel quotidiano con dei figli, richiede un’equilibrio proprio fuori dal comune!
Queste donne, pur avendo quattro storie diverse si completano tra loro e compongono alla perfezione i diversi aspetti dell’essere madre. Sono sicura che nelle loro storie c’è anche un pezzetto di voi.
Le donne oggi sono sempre più istruite (oggi, secondo l’Istat, ogni 100 laureati 60 sono donne), hanno poco tempo libero e sono delle acrobate nel conciliare vita familiare e carriera.
A differenza di altri paesi, essere mamme in Italia è più difficile perchè ci sono misure di previdenza sociale da attuare e da ripensare, ci sono divari lavorativi, occupazionali e salariali da colmare.
Oggi intervisterò Antonella Cartiera, 37 anni, residente a Mirandola. Antonella ha iniziato a lavorare a 16 anni , ha una gran passione per i viaggi e per il grande Vasco Rossi. Ha due figli, una bimba di 5 anni, Letizia, e un bimbo di quasi un anno, Matteo. L’obiettivo di Antonella, era quello di rilevare un’attività sua e tra una maternità e l’altra ce l’ha fatta!
Hai iniziato a lavorare prestissimo, com’è andata?
 Non ho scelto io il lavoro che faccio ma è stato lui a scegliere me. A quell’età non avevo idea di cosa “avrei fatto da grande”, ho frequentato per un anno una scuola professionale, poi una parrucchiera mi chiese di andare a lavorare da lei, le andava benissimo che io non sapessi fare nulla, il suo progetto su di me era formarmi dal niente ed è stato amore a prima vista!
Per chi non conosce Antonella di persona posso dirvi che sorride sempre e fa tutto con estrema passione e convinzione.
Come si fa ad essere così motivati, sorridenti, grintosi sempre e comunque?
Sono sempre stata una persona molto concreta e coi piedi per terra, una che ha sempre pensato che nella vita niente è facile, tutto va guadagnato e meritato. Sorridere nel quotidiano, tra cose belle e difficoltà, aiuta sempre e comunque!”
Stessa passione e convinzione quando, hai deciso di mettere in cantiere Letizia, immagino?”
Certamente, per me è stata l’evoluzione naturale di un matrimonio ben riuscito.
In quel periodo lavoravi da dipendente, è stato più facile?
Certo, ho potuto usufruire di alcuni mesi di maternità, ma non so stare ferma a lungo e con l’aiuto dei nonni e poi dell’asilo, ho ripreso ad andare in negozio dopo poco. Stancante ma d’altronde si sa, con una bimba piccola si perde non solo il sonno ma anche un discreto quantitativo di energie.
Poi, ad un certo punto prendi una decisione, raccontacela.
Due anni fa complice l’occasione, ho deciso di rilevare proprio il primo negozio in cui avevo lavorato e stavo giusto tirando il fiato, che ho scoperto di aspettare Matteo! Guardando lo stick che segnalava il lieto evento, il mio pensiero è andato ovviamente subito alla mia condizione di libera professionista, ma ancora una volta, davanti ad una gioia come questa è passato tutto in secondo piano.
Certo, stavolta sarà stato meno facile?”
Sono in realtà stata fortunata perchè sono stata bene durante tutta la gravidanza, quindi ho lavorato fino all’ultimo.
Per ‘ultimo’ cosa intendi?”
Ho lavorato fino al sabato, la domenica ho partorito e il giovedì successivo ero già in negozio!
Il segreto per fare tutto qual’è?  Senza dubbio una rete familiare disponibile, ma anche tanto senso pratico necessario per destreggiarsi fra le tante incombenze.
Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Consigli di salute
Devitalizzare un dente fa male?
Devitalizzare un dente fa male? E' la domanda che ci si pone quando ci si prospetta una estrazioneleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri” De culpabili amore dell’esordiente mirandolese Filippo Reggiani
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Due parole sull'economia italiana
L’aumento dei prezzi dei beni energetici e di quelli alimentari stanno gravando molto su imprese e famiglie.leggi tutto
Consigli di salute
Come raddrizzare i denti storti senza apparecchio
Sono uno dei problemi odontoiatrici più diffusi tra persone di ogni età. E non è solo una questione esteticaleggi tutto
“E adesso un libro: rubrica di libri”. Le perfezioni di Vincenzo Latronico
La mirandolese Francesca Monari ci porta in viaggio tra le pagine dei suoi libri preferitileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Per i diversamente abili dai 15 anni in su, ecco le iniziative estive di Anffass Mirandola
    Previsti sport, balli, canti e giochi: la sede principale delle attività sarà a Cavezzo. Sono previste uscite sul territorio e giornate in piscina.[...]
    Donne straniere a scuola di italiano a Medolla grazie alla Zerla
    Dal novembre 2021 a maggio 2022 ben 40 donne straniere hanno frequentato i quattro corsi proposti e gestiti dalla cooperativa sociale[...]
    A Cavezzo al posto dell'ex magazzino comunale nuovi spazi per lo sport
    Ci sarà la palestra della Boxe Cavezzo e qui la Polisportiva ha aperto la nuova sede.[...]

    Curiosità

    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    A Mirandola tour su bus a due piani. E le guide sono gli studenti delle medie
    Si ripercorre la storia di Mirandola, attraverso i suoi luoghi più simbolici e conosciuti[...]
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    La visita di Mattarella e il ritorno dei sorrisi dei bambini - LA CRONACA
    Il presidente della Repubblica è stato accolto con calore nel decimo anniversario del terremoto a Medolla e a Finale Emilia. Commosso l'ex presidente Errani. [...]
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    A Finale Emilia torna a zampillare la fontana
    Un simbolo di rinascita che accompagna il ricco programma di iniziative per celebrare il Decennale: a Finale Emilia e in tutta la Bassa.[...]
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Da aspirante medico a Chef: Carlotta Lolli la cuoca cresciuta tra mattarelli e frutteti
    Una bella storia di imprenditoria giovanile quella della ventottenne modenese che poche ore dopo aver accantonato la lettera di ammissione alla Facoltà di Medicina, si è ritrovata Allieva della Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno[...]
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Ligabue, Pavarotti e quella volta a Rovereto sul Secchia
    Il Tropical di Rovereto è stata negli anni '70 una delle balere più atpiche della Bassa dove al posto del liscio, si ballava la disco music.[...]
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Mirandola, incidente tra due auto e una bici in via Libertà
    Gli agenti della polizia locale di Mirandola sono ancora sul posto per i rilievi.[...]
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I bassorilievi dell'istituto Corni rimessi a nuovi coi pedaggi di Autobrennero
    I lavori di restauro delle ceramiche sulla facciata della scuola di viale Tassoni, realizzate dallo scultore friulano Luciano Ceschia, dureranno per un mese[...]
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    Emilia-Romagna prima regione in Italia per uso del Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse)
    È quanto emerge dalla rilevazione effettuata dal Ministero della Sanità e da quello dell’Innovazione tecnologica [...]
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Stupido Hotel Show Rimini: ecco l'elenco ufficiale dei concorrenti
    Lo Stupido Hotel show è una vacanza-show in stile 'Grande fratello': dove non paghi l'albergo ma rinunci alla privacy.[...]
    • malaguti