Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
23 Gennaio 2022

Rapina a mano armata alla sala Bingo, preso dopo due mesi uno della banda

La Polizia di Stato di Carpi, in esito ad una articolata attività di indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Modena, è riuscita a ricostruire un grave quadro indiziario a carico di un cittadino rumeno di 36 anni, ritenuto responsabile di una rapina a mano armata consumata nella prima mattinata del 4 agosto 2019 ai danni della sala “Bingo” di via dell’Industria.

All’epoca dei fatti, personale del Commissariato di P.S. di Carpi aveva avviato immediatamente le indagini, con il supporto della Polizia Scientifica per i rilievi tecnici, raccogliendo testimonianze e recuperando le immagini del sistema di video sorveglianza dell’esercizio.

Di seguito gli eventi ricostruiti dagli investigatori.

Intorno alle ore 7.30 era giunta davanti all’ingresso della sala scommesse un’autovettura Mercedes coupé di colore nera, dalla quale erano scesi due uomini di corporatura robusta e carnagione bianca, vestiti di scuro con un passamontagna, armati di pistola, che avevano fatto irruzione nel locale, costringendo un cliente, sotto minaccia delle armi, a sdraiarsi a terra. Quindi, si erano diretti verso l’addetto di sala, obbligandolo con le pistole in pugno ad accompagnarli dove si trovavano le casseforti, dalle quali avevano asportato due buste nere contenenti oltre 8700 euro in contanti. A quel punto si erano dati a precipitosa fuga a bordo della Mercedes, che li attendeva all’uscita con un complice alla guida.

Non essendo possibile risalire all’identità dei rapinatori attraverso le immagini della videosorveglianza privata, gli investigatori si sono concentrati sugli spostamenti dell’autovettura utilizzata per la consumazione del reato. Dal momento che i ladri erano scappati in direzione nord, gli inquirenti hanno ricostruito il percorso analizzando le riprese della videosorveglianza dei comuni della bassa carpigiana e di quelli attigui nel reggiano.

L’analisi accurata dei fotogrammi ha permesso agli agenti di accertare che l’autovettura al momento della rapina aveva la targa anteriore disassata e che la stessa, relativa ad un veicolo similare, risultava oggetto di furto avvenuto a Parma. Dopo 15 minuti dall’evento lo stesso veicolo appariva nelle immagini con targhe diverse, intestate al 36enne rumeno, residente in provincia di Genova, con precedenti per reati contro il patrimonio.

I rapinatori avevano posto in essere un piano accurato e ben dettagliato. Una settimana prima della rapina avevano effettuato, sempre a bordo della Mercedes, un sopralluogo presso la sala Bingo e si erano recati più volte nel comune di Parma alla ricerca di un’auto simile alla loro per rubarne le targhe da utilizzare il giorno della rapina per depistare gli investigatori.

Anche gli accertamenti sul traffico e sugli apparati telefonici del rumeno, nonostante adoperasse una scheda telefonica di copertura, hanno permesso di accertare gli spostamenti dell’uomo nei giorni del sopralluogo e del furto delle targhe, nonché il fatto che il dispositivo fosse stato spento nelle ore precedenti e successive alla rapina.

L’indagato, tra l’altro, il giorno del reato indossava una maglia a maniche lunghe, nonostante fosse una mattinata calda, probabilmente per nascondere evidenti tatuaggi sulle braccia che lo avrebbero reso inevitabilmente identificabile.

Il solido quadro probatorio, oltre alla dimostrazione che l’uomo ha agito con particolare dimestichezza ed adeguata organizzazione, senza alcun timore delle conseguenze della propria azione delittuosa, perpetrata in un locale frequentato da più soggetti, hanno permesso al Pubblico Ministero di richiedere ed ottenere dal G.I.P. del Tribunale di Modena l’emissione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

L’uomo, tratto in arresto il 23 ottobre scorso in esecuzione dell’ordinanza del G.I.P., dovrà rispondere davanti al giudice per i reati di rapina e furto aggravati in concorso.

Durante la perquisizione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato una pistola “scacciacani”, perfetta riproduzione delle armi in dotazione alle Forze dell’ordine, utilizzata per compiere la rapina.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Consigli di salute
Impianti dentali: i vantaggi
Vuoi tornare ad avere un sorriso splendente in maniera rapida e senza problemi? L’impianto dentale potrebbe essere la soluzione ai tuoi problemi.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del latte
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
Glocal
Perché esiste il fenomeno dei no-vax?
Grazie ad un’attenta e pianificata campagna vaccinale il morbillo è praticamente sparito nei Paesi a capitalismo avanzato. Purtroppo ancor oggi esistono focolai di morbillo nei Paesi in via di sviluppo.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere della cannella
La rubrica "Appunti di gusto", a cura di Francesca Monarileggi tutto
“Il caffè della domenica” di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Trasferirsi da Carpi a Cagliari e poi a Dubai per amore della professione: intervista a Federico Diacci
L'intervista, a cura di Francesca Monari, al paesaggista carpigiano Federico Diacci.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Pioggia di finanziamenti a Mirandola per le piste ciclabili. Anche nelle frazioni
    Obiettivo, favorire gli spostamenti sostenibili in bicicletta, come quello casa-scuola o casa-lavoro, per circa 3 km[...]
    Con terza dose e Fse, inizia e finisce la quarantena con l'autotest
    È una procedura che potrà essere utilizzata dai cittadini assistiti in Emilia-Romagna: circa due milioni con queste caratteristiche[...]

    Curiosità

    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    San Sebastiano, consegnati gli encomi agli agenti di Polizia Locale Mirandola
    Sono andati al commissario Emanuela Ragazzi, all'assistente capo Valerio Zoni all'agente Danilo Cardella e all'agente Di Canosa[...]
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Covid, faceva tamponi abusivi nel suo negozio di scarpe a Mirandola
    Il commerciante non solo effettuava direttamente i prelievi dai nasi delle persone con sospetto di contagio, ma poi effettuava anche il controllo e l'analisi.[...]
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Si dimette il sindaco di Bomporto Angelo Giovannini
    Scrive: "Ci ho provato, mi arrendo e cedo il posto, magari a qualcuno tra i tanti sempre pronti a insegnare come fare o a dirci che ci teniamo strette le poltrone"[...]
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Attacco hacker durante convegno in Senato: video porno durante l'intervento della senatrice Mantovani
    Momenti di imbarazzo nel corso di un incontro, trasmesso in streaming, sulla "Pubblica amministrazione trasparente"[...]
    La sulada, una torta squisita da salvare
    La sulada, una torta squisita da salvare
    L'appello del giornalista dendrogastronomico Carlo Mantovani[...]
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    In aeroplano per 22 mila km per per raggiungere la Kamchatka
    Ad affrontare questa avventura a tappe 35 piloti, tra uomini e donne, provenienti dall'Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Veneto e Sicilia.[...]
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Finale Emilia a "C'è posta per te", la commovente storia di Salvatore Loverso
    Domenica da Maria De Filippi in scena è stato chiamato Salvatore, invitato da un "postino" del programma che era arrivato nei giorni scorsi a Finale Emilia.[...]
    "Ho deciso", è uscito il nuovo rap di Luca Liuzzo
    "Ho deciso", è uscito il nuovo rap di Luca Liuzzo
    Per il giovane artista di Camposanto è il momento di esordire anche alla regia[...]
    Medolla, tornano i gufi: esemplari avvistati sugli alberi del vialetto che porta alla scuola primaria
    Medolla, tornano i gufi: esemplari avvistati sugli alberi del vialetto che porta alla scuola primaria
    Era già accaduto nel 2020: a testimonianza della loro presenza, le foto realizzate da alcuni fotografi naturalistici[...]
    Messaggio che avverte dell'arrivo di un vocale: attenzione alla nuova truffa tramite Sms
    Messaggio che avverte dell'arrivo di un vocale: attenzione alla nuova truffa tramite Sms
    Una volta aperto il link contenuto nell'Sms, si prende un virus che infetta lo smartphone oppure si sottoscrive un abbonamento non voluto[...]