Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017

Hera, previsti 325 milioni di euro di investimenti nel modenese

Il Piano industriale al 2024 del Gruppo Hera è stato presentato dal presidente esecutivo Tomaso Tommasi di Vignano e dall’Amministratore delegato Stefano Venier ai sindaci dei comuni modenesi serviti, al tavolo comunale per Modena
competitiva, sostenibile e solidale e alle Commissioni Consiliari. Le strategie sono state disegnate su modelli di business sostenibili, con investimenti e azioni per la transizione energetica verso la carbon neutrality e ambientale verso l’economia circolare, nonché per l’evoluzione tecnologica, per favorire la creazione di valore condiviso e accompagnare i territori nella ripresa, in linea con le policy europee e gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030.

Al 2024 il Gruppo prevede un MOL di 1,3 miliardi di euro, in aumento di 215 milioni rispetto ai 1.085 milioni di fine 2019, e si conferma l’attenzione alla generazione di valore per tutti gli stakeholder, a partire dagli azionisti e dalle Amministrazioni Locali: i dividendi sono previsti in crescita fino a 12,5 centesimi per azione al 2024, con un incremento del 25% rispetto all’ultimo dividendo pagato.

Investimenti in crescita per 3,2 miliardi, di cui circa 325 milioni nell’area modenese

Il nuovo Piano prevede investimenti in crescita pari a 3,2 miliardi di euro complessivi, in media 640 milioni all’anno: un volume significativamente superiore (circa +40%) rispetto alla media dell’ultimo quinquennio. In particolare, il Gruppo investirà oltre 2 miliardi per l’estensione, l’ammodernamento e l’evoluzione della filiera reti: la tecnologia sarà alla base di tutti i progetti, per garantire resilienza, efficienza e business continuity, fino alla ricerca di soluzioni sostenibili nell’ambito “clean energy”, in cui il Gruppo può fare leva sulla propria competenza multibusiness. Nel ciclo idrico, ad esempio, sono previsti importanti investimenti sulle infrastrutture e verranno estesi i progetti di riuso delle acque depurate. Proseguiranno, inoltre, le installazioni dei nuovi smart meter gas 4.0 NexMeter, ideati da Hera e dotati di tecnologia e funzioni avanzate che, in caso di fughe o scosse sismiche, consentono di incrementare il livello di sicurezza: entro il 2024, ne verranno montati 300.000.

A supporto della crescita del settore energy, si arricchirà il ventaglio di servizi a valore aggiunto per i clienti del Gruppo, come i pacchetti con forniture rinnovabili e le iniziative per il risparmio energetico. Previsto anche l’incremento delle attività per la riqualificazione energetica e degli impianti termici dei condomini e lo sviluppo di soluzioni rivolte a clienti industriali e Pubbliche Amministrazioni. Nella filiera ambiente, Hera intende consolidare la propria leadership nazionale. Il know-how acquisito con l’impianto di Sant’Agata (BO) – che da rifiuti organici produce compost e biometano, alimentando la mobilità sostenibile – consentirà di dare vita a nuovi impianti a supporto della transizione verso l’economia circolare, con l’obiettivo di arrivare a produrre oltre 15,5 milioni di metri cubi all’anno di biometano, più che raddoppiando l’attuale quantitativo. Anche la raccolta differenziata del territorio servito è prevista in ulteriore incremento, per quantità (dal 64,6% del 2019 al 75% del 2024) e qualità.

Anche per quel che concerne l’area modenese, il Piano prevede investimenti in crescita, per complessivi 325 milioni di euro (oltre 75 dei quali per l’anno in corso). In particolare, le risorse per il periodo 2021-2024, pari a quasi 275 milioni, saranno così ripartite: oltre 97 milioni per la distribuzione di energia elettrica, 85 milioni per il servizio idrico, 49 milioni per i servizi ambientali, 39 milioni per il settore gas e 4 milioni per il teleriscaldamento.

Di seguito i principali progetti a cui verranno destinati gli investimenti nel territorio:

Una rete elettrica più moderna e resiliente

Grazie a un investimento di 7,7 milioni, nei prossimi anni quasi 70 chilometri della rete di media tensione che serve l’Appennino verranno sostituiti con materiali di nuova generazione, più solidi e performanti. Nel rinnovamento saranno coinvolti anche pali e tralicci di sostegno, per rendere l’infrastruttura di distribuzione più resiliente e meno soggetta a malfunzionamenti per eventi esterni, come i fenomeni atmosferici estremi che, negli anni, si sono fatti via via più frequenti. L’operazione, inoltre, è studiata per ridurre al minimo l’impatto ambientale: tutti i componenti metallici rimossi saranno tagliati e smaltiti per essere riciclati e tornare a nuovi usi e, ove possibile, le nuove linee aeree verranno posate sui tracciati di quelle esistenti. Questi interventi si sommano alla realizzazione di nuove cabine primarie a Modena Est, Cittanova e Madonna Baldaccini, nel Comune di Pavullo, grazie a 15,6 milioni di risorse.

Progetto e-mobility

Nel territorio è in programma in arco Piano l’installazione di 46 nuove colonnine elettriche, per promuovere la mobilità sostenibile. Il progetto, per finalizzare il quale sono già stati firmati protocolli con i Comuni di Modena, Vignola, Castelfranco, Montecreto e Sestola, comporterà per il Gruppo Hera un investimento di oltre 450 mila euro.

Adeguamento dei sistemi fognari e depurativi

Numerosi gli interventi previsti per potenziare e rendere sempre più performanti le reti e gli impianti fognari e depurativi del modenese. Presso il depuratore di Modena, che serve circa 500.000 abitanti equivalenti, saranno investiti oltre 5 milioni per realizzare una nuova vasca di prima pioggia, per ridurre l’attivazione degli scolmatori e migliorare così l’impatto sui corpi idrici superficiali recettori, e un nuovo essiccatore per i fanghi da depurazione. Grazie al sistema di controllo dotato di intelligenza artificiale, inoltre, sono migliorate ulteriormente le performance del depuratore: il processo di ossigenazione dei reflui è infatti gestito da un sistema predittivo che ottimizza automaticamente l’afflusso di ossigeno, calibrandolo in funzione della previsione del carico di reflui in ingresso nel processo depurativo, con un calo del 16% del consumo di energia elettrica e dell’8% della concentrazione di azoto nell’acqua depurata. Risorse importanti sono destinate anche al territorio circostante, con azioni per ottimizzare il collettamento e il trattamento dei reflui a Pavullo (1,9 milioni di euro), nonché per il potenziamento del depuratore di Monteombraro (1,1 milioni) e del sistema depurativo di Guiglia Lama (1 milione di euro), solo per citare i tre interventi principali.

Forte attenzione alla creazione di valore condiviso

Prosegue inoltre la crescita del margine operativo lordo a “valore condiviso” (che misura il valore delle attività di business che, oltre a generare margini, rispondono ai driver dell’Agenda 2030), che arriverà a sfiorare il 50% del totale nel 2024, a quota 648 milioni di euro. Numerosi e significativi sono i risultati già conseguiti nel 2020 dal Gruppo Hera nel modenese che hanno contribuito alla creazione di valore condiviso: a partire dalla rigenerazione delle risorse, con la raccolta differenziata salita al 68% e l’82% di quanto raccolto in modo differenziato che viene riciclato. Grazie ai progetti Farmaco Amico e Cambia il Finale, inoltre, sono stati immessi nel ciclo del riuso 69 mila euro di farmaci non scaduti e 153 tonnellate di ingombranti in buono stato. Considerando che non c’è risorsa più preziosa dell’acqua, sul territorio servito da Hera il servizio di depurazione già copre il 100% dei nuclei urbani con popolazione superiore ai 2.000 abitanti. Per quanto riguarda l’innovazione e il contributo allo sviluppo, i nuovi contatori gas hanno superato quota 140 mila unità, pari al 60% del totale, ed è proseguita l’installazione degli smart meter gas 4.0 NexMeter. Infine, guardando all’obiettivo della carbon neutrality, il 26% clienti Hera ha già scelto di attivare soluzioni di efficienza energetica e servizi di analisi dei consumi; inoltre, il 19% dei clienti ha aderito all’offerta ‘Pacchetto Natura’ con energia proveniente al 100% da fonti rinnovabili.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Glocal
Dal Covid alla Yolo Economy
Negli Stati Uniti imperversa un fenomeno, che sta cominciando ad interessare anche il vecchio continente: la YOLO ECONOMY, dove YOLO sta per “You Only Live Once”, che tradotto sta per “si vive una volta sola”.leggi tutto
"Il caffè della domenica", Un piccolo spazio trisettimanale a cura di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Glocal
Il miracolo di Marchionne: il modello della fabbrica piatta
Il modello della fabbrica “piatta”. Così Marchionne ha rivoluzionato FCAleggi tutto
Glocal
Le start up innovative in Italia, il nuovo report
Secondo l’ultimo “rapporto sulla situazione delle startup innovative in Italia”, le startup innovative iscritte all’apposito Albo, sono 11.899, il 3,2% di tutte le società di capitali di recente costituzione.leggi tutto
Invalidità e Pensioni, ecco le prestazioni possibili
Ce lo spiega l'esperta risorse umane Francesca Monari con la supervisione di Elisa Bergamaschi, impiegata presso uno studio di Consulenti del Lavoro di Mirandolaleggi tutto
Lavoro e Ambiente. Un futuro "green" per le nuove generazioni.
Il treno della “rivoluzione verde” sta passando ora, non possiamo permetterci di perderloleggi tutto
Glocal
Trump: un pericolo per la democrazia
Quanto sta accadendo in questi giorni negli Stati Uniti, deve essere un monito per le democrazie dell’intero Pianeta.leggi tutto
Glocal
L'incompetenza del manager
L’Italia, tra i tanti primati che detiene nel campo dell’inefficienza e dell’inadeguatezza, si trova purtroppo anche ai primi posti, tra i Paesi a capitalismo avanzato, per l’incompetenza dei propri manager.leggi tutto
Glocal
Le organizzazioni aziendali al tempo del Covid-19
Occorre riprogrammare la nostra quotidianità, lasciando da parte gli interessi personali concentrandosi su altre forme di benessere, che tengano conto della salute e degli interessi dell’intera comunità.leggi tutto
Glocal
Covid-19: rapporto sull'economia dell'Emilia-Romagna
Secondo il rapporto congiunturale redatto dalla Banca d’Italia, anche l’economia della prosperosa Emilia-Romagna, a causa della diffusione della pandemia di Covid-19, sta soffrendo molto.leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    Disabilità e diritto al lavoro

    Disability Manager, Il “facilitatore” ponte tra aziende e lavoratori diversamente abili
    La rubrica "Disabilità e diritto al lavoro" di Francesca Monari[...]

    Curiosità

    Attivo il sito web della parrocchia di Gavello
    Attivo il sito web della parrocchia di Gavello
    Per restare aggiornati sulle notizie, le celebrazioni e le attività della comunità parrocchiale[...]
    Tornano le zanzare. Ecco cosa fare per difendersi
    Tornano le zanzare. Ecco cosa fare per difendersi
    È consigliabile ridurre al minimo la presenza delle zanzare all’interno degli ambienti utilizzando zanzariere e condizionatori. Si possono usare anche apparecchi elettroemanatori di insetticidi liquidi o a piastrine e zampironi, ma sempre con le finestre aperte.[...]
    Tra architettura e storia, il Palazzo Abbaziale di Nonantola in un volume
    Tra architettura e storia, il Palazzo Abbaziale di Nonantola in un volume
    Presentazione del volume "Il Palazzo Abbaziale di Nonantola. Documenti sulle trasformazioni dell'edificio 1227-1965" pubblicato dall'Archivio Abbaziale e dal Centro Studi Storici Nonantolani[...]
    Il patrimonio genetico europeo deriverebbe da migrazioni di 17mila anni fa
    Il patrimonio genetico europeo deriverebbe da migrazioni di 17mila anni fa
    Lo mostra uno studio guidato da ricercatori dell'Università di Bologna, pubblicato sulla rivista Current BiologyCurrent Biology[...]
    Finale Emilia, la calciatrice Eleonora Goldoni nel nuovo video di Ermal Meta
    Finale Emilia, la calciatrice Eleonora Goldoni nel nuovo video di Ermal Meta
    Il cantante di origini albanesi ha pubblicato venerdì 7 maggio il video del singolo "Uno"[...]
    Da Medolla alle piste della Nascar: Double V Racing scalda i motori
    Da Medolla alle piste della Nascar: Double V Racing scalda i motori
    Nel weekend 14-16 maggio al debutto della nuova stagione della EuroNascar ci sarà un team fondato nella Bassa dall'imprenditore Francesco Vignali e dal pilota Pierluigi Veronesi[...]
    Giornata Internazionale dell'Ostetrica, i messaggi delle mamme assistite a Mirandola
    Giornata Internazionale dell'Ostetrica, i messaggi delle mamme assistite a Mirandola
    Per festeggiare la Giornata, che si celebra il 5 maggio, le ostetriche di Mirandola hanno lasciato spazio ai messaggi delle mamme che hanno assistito[...]
    Equitazione, la sorbarese Chiara Meschiari vincitrice dei campionati italiani di salto ostacoli
    Equitazione, la sorbarese Chiara Meschiari vincitrice dei campionati italiani di salto ostacoli
    Per la giovane campionessa arrivano, via social, i complimenti del sindaco di Bomporto, Angelo Giovannini[...]
    Napoleone Bonaparte, un ricordo in occasione del bicentenario della morte
    Napoleone Bonaparte, un ricordo in occasione del bicentenario della morte
    Simonetta Calzolari ricorda il generale ed imperatore a 200 anni da quel 5 maggio 1821 in cui perse la vita[...]
    Razzo cinese in caduta libera verso la Terra: dove potrebbe atterrare?
    Razzo cinese in caduta libera verso la Terra: dove potrebbe atterrare?
    Secondo gli esperti, la caduta dei frammenti dello stadio del razzo dovrebbe avvenire in una fascia che comprende l'Italia centrale e meridionale[...]