Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
17 Ottobre 2021

Discarica Finale Emilia, il Pd contrario al progetto di ampliamento

FINALE EMILIA – Continua, a Finale Emilia, in seguito all’archiviazione della posizione dell’ex sindaco Ferioli e dei dipendenti del Comune di Finale Emilia dalle vicende processuali riguardanti la discarica, il dibattito relativo all’ampliamento della stessa. Di seguito, la nota dei referenti dei Circoli Pd Gabriella Tartarini, Lisa Poletti, Claudio Artioli e Andrea Ratti:

“Solo pochi giorni fa abbiamo appreso con soddisfazione dell’archiviazione della posizione dell’ex sindaco Fernando Ferioli e di tutti i dipendenti del Comune di Finale Emilia dalle vicende processuali riguardanti la discarica. Questo elemento ha finalmente sgombrato il campo della discussione politica da ogni argomento che, sempre in modo strumentale, viene sollevato da forze politiche alla ricerca di visibilità sul tema e da vari “personaggi in cerca d’autore”. Il problema del potenziale inquinamento del sito della vecchia discarica va celermente approfondito: cogliamo in tal senso l’appello a tutte le forze politiche dell’on. Ferraresi del M5S come un segno della maturata consapevolezza del fatto che l’argomento discarica vada “smontato” da un eccesso di carica politica di parte, dove ogni forza politica cerca il proprio pezzo di consenso, e vada portato su un piano di presa di coscienza prima di tutto di dati tecnici. Come Pd proponiamo che il “tavolo” dove fare questo lavoro debba essere un tavolo istituzionale, dove siedono tutte le forze politiche, e si possa aprire un approfondimento sui dati ed un confronto sulle soluzioni. Quel luogo noi pensiamo possa essere il Consiglio comunale, anche attraverso un lavoro da fare in Commissione 3° (ambiente e territorio), dove si possono programmare incontri intensivi con i tecnici delle istituzioni che portino gli studi, i rilevamenti fatti, le dinamiche ambientali in atto intorno al sito della discarica e, se necessario, richiedere nuovi e più accurate analisi. Siamo pronti ad impegnarci in questo percorso con le altre forze politiche. Aggiungiamo che il Pd non ritiene il progetto di ampliamento della discarica un elemento positivo di sviluppo del territorio finalese, in quanto tale progetto, sebbene sia legittimo ed autorizzato, appare nelle dimensioni sproporzionato rispetto ai fabbisogni del territorio. Prendiamo tuttavia atto di un elemento oggettivo di cui, concretamente e fuori dalla propaganda e dalle false illusioni elettoralistiche, dobbiamo tener conto: il progetto è stato autorizzato nel 2019 nonostante la sbandierata posizione contraria dell’attuale Amministrazione comunale che non ha ottenuto concreti risultati utili a contrastare nel merito tecnico l’iter autorizzativo dell’ampliamento, cioè vale a dire che se un progetto ha una fondatezza normativa e trova riscontro nella programmazione regionale, anche l’opposizione più convinta rischia di diventare velleitaria ed inefficace. A fronte di ciò tuttavia il Pd si impegna, in vista della discussione regionale del Piano di Gestione dei Rifiuti, ovvero la nuova programmazione regionale, a chiedere il ritiro del progetto di Feronia; ad indurre, attraverso i propri rappresentanti in Consiglio regionale a sostenere il Comune di Finale Emilia in questa interlocuzione con Feronia/Hera; a lavorare affinché i Comuni soci di Sorgea, siano alleati di Finale Emilia in questo dialogo tra istituzioni e soggetti gestori dei rifiuti. Se vogliamo risolvere le questioni della bonifica e dell’ampliamento le dobbiamo governare con forza, non subire limitandosi a strumentalizzare le paure dell’opinione pubblica”.

Sul tema della discarica di Finale Emilia intervengono con una nota stampa anche Stefano Lugli, di Sinistra Civica per Finale Emilia, ed Elena Terzi e Pierpaolo Salino, di Lista Civica:

“Il deposito da parte del Pubblico Ministero di una relazione che ipotizza un inquinamento doloso dell’area che ospita la discarica di Finale Emilia pone il consiglio comunale di fronte ad un nuovo scenario. Non sta a noi stabilire se c’è del dolo, ma riteniamo che di fronte a questo scenario sia necessario che la Regione sospenda l’autorizzazione all’ampliamento della discarica rilasciata nel marzo 2019 a conclusione della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale. Riteniamo la sospensione dell’autorizzazione fino alla conclusione del processo un passaggio necessario per affrontare, anche in collaborazione con la Regione, lo stato di inquinamento del suolo e delle falde acquifere dell’area. Questo aspetto non è mai stato affrontato dall’Amministrazione, eppure la Conferenza dei Servizi ha discusso anche dell’inquinamento dell’area, e il sindaco Palazzi e l’assessore Ferrarini si sono sempre fregiati di aver partecipato a tutte le sedute. Riteniamo dunque grave e sbagliata la decisione della maggioranza, svelata dalla capogruppo Zaghi, di attendere l’evoluzione delle indagini per effettuare uno studio sull’inquinamento del suolo e attivare la procedura di bonifica, dal momento che bonifica e indagini non sono legate fra di loro. Bonifica che riteniamo essere, invece, una precondizione fondamentale per assumere consapevolmente ogni iniziativa utile per la salvaguardia ambientale di Finale Emilia. Palazzi ha attivato burocraticamente la procedura di ‘bonifica pubblica’ di Feronia 0 dopo aver ignorato questo aspetto per l’intero mandato. Noi crediamo sia giunto il momento di affrontare questo problema, la cui soluzione non può essere vincolata alla realizzazione di una nuova discarica. Siamo contrari ad ogni ipotesi di ampliamento della discarica e non abbiamo mai smesso di occuparci di questo tema, e se il M5S e la maggioranza condividono la nostra richiesta alla Regione di sospensione dell’autorizzazione all’ampliamento, siamo disponibili a confrontarci immediatamente per avanzare alla giunta regionale una proposta unitaria e autorevole che ridiscuta il ruolo del sito finalese all’interno del nuovo piano regionale dei rifiuti”.

Interviene sul tema anche il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Michele Barcaiuolo:

Con un’interrogazione chiede al governo regionale “se intenda ritirare l’autorizzazione per l’ampliamento della discarica Feronia 2”. Vuole poi sapere dallo stesso esecutivo “se intenda sollecitare la società Feronia, soggetta alla direzione e al coordinamento di Herambiente, affinché venga strutturato un progetto di bonifica delle aree Feronia 1 e Feronia 0”.

Nel 2019, si legge nell’atto, è stato approvato l’ampliamento della volumetria della discarica modenese di Finale Emilia. Sono insorti, poi, si specifica, problemi di carattere giudiziario: parte della discarica (Feronia 1) è stata sequestrata, i lavori per l’ampliamento (Feronia 2) sono quindi stati posticipati.

“L’ampliamento della discarica (Feronia 2)- rimarca il consigliere di Fdi- appare sovradimensionato rispetto al fabbisogno del territorio, inoltre, secondo l’ultima perizia svolta sull’area, sarebbe a rischio inquinamento elevato, peraltro è vicina all’area le Meleghine (zona naturale protetta classificata come zona di protezione speciale della Rete Natura 2000)”. In più, prosegue, “l’area dell’ampliamento sarebbe a rischio idrogeologico e alluvionale per la vicinanza al canale Diversivo”. Infine, conclude Barcaiuolo, “manca ancora un progetto di bonifica per Feronia 1, sequestrata dalla procura nel 2019, e addirittura per la prima discarica, Feronia 0”.

 

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Non aveva nessun sintomo ma grazie allo screening ha scoperto il suo cancro e l'ha curato in tempo
    E' la testimonianza di Imogene Minelli, 76 anni, che racconta come ha scoperto il tumore grazie allo screening che viene offerto gratuitamente da Azienda USL di Modena, con invito, a tutte le donne da 45 a 74 anni [...]
    Marino Golinelli compie 101 anni: tanti auguri all'imprenditore filantropo di San Felice
    Ai giovani l'augurio è di trovare in sogno in cui credere e al quale dedicare la propria esistenza", afferma lui in un video augurale pubblicato dalla Fondazione che porta il suo nome.[...]
    Cavezzo, dopo due anni di stop forzato torna il "Giro dell'Argine PMPA"
    Nata nel lontano 2005 è oramai diventata un appuntamento fisso per ii veterani e per tutti  i nuovi amici che, ogni anno, si uniscono alla "combriccola".[...]

    Curiosità

    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    Luca Fornaciari, fotografo di professione, da quasi 10 anni si occupa di fotografia astronomica.[...]
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Grande il consenso tra i mirandolesi. Mentre qualche perplessità ha suscitato il Diavolo dell'Inferno dantesco in piazza[...]
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Il lungometraggio, girato in Emilia-Romagna, lancia un messaggio chiaro: si può essere felici con lo sport, la natura e la compagnia. A prescindere dalle proprie capacità.[...]
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    "On Planet 9" è il progetto creato dalla Pizzetti e altre quattro dottorande: le cinque giovani studiano astrofisica alla Clemson University, nella Carolina del sud.[...]
    Distrutta la panchina della gentilezza a Camposanto
    Distrutta la panchina della gentilezza a Camposanto
    Era il simbolo del voler perseverare con le buone pratiche e le maniere gentili, col rispetto per l’altro e la cura del bene comune[...]
    "Emilia Milleuno", la nuova canzone di Marcello Belloni dedicata all'Emilia
    "Emilia Milleuno", la nuova canzone di Marcello Belloni dedicata all'Emilia
    Il videoclip del brano, disponibile su Youtube, è stato realizzato con gli scatti del fotografo sanfeliciano Roberto Gatti.[...]
    Spariscono i giochi dal parchetto di Dogaro, ecco cosa è successo
    Spariscono i giochi dal parchetto di Dogaro, ecco cosa è successo
    Girava voce che il Comune volesse asfaltare l'area per farci un parcheggio[...]