Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
25 Ottobre 2021

“Ri-so”: il percorso formativo per sensibilizzare il tema del ritiro sociale

MODENA- Sono i cosiddetti “eremiti sociali”: giovani che gradualmente escono da ogni dinamica sociale- compresa la scuola- e decidono di rinchiudersi tra le mura domestiche, limitando i pochi contatti umani alle interazioni online. L’Azienda USL di Modena, in accordo con l’Ufficio Scolastico Territoriale, ha deciso di sensibilizzare sul tema del ritiro sociale organizzando un percorso formativo (ribattezzato ‘RI-SO’) che migliori la presa in cura.

L’obiettivo è accrescere la conoscenza del fenomeno e creare una rete di intercettazione per impostare un intervento di presa in carico precoce.

In particolare, prenderanno il via nelle prossime settimane – il primo appuntamento è lunedì 19 aprile – una serie di webinar rivolti a: operatori educativi, sociali e sanitari, psicologi, medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, docenti e genitori delle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia di Modena.

Il tema è diventato ancora più attuale nell’ultimo anno: con il ritiro sociale collettivo imposto dalla pandemia, infatti, questi casi di sofferenza sono risultati meno visibili e, se possibile, ancora più estremi. Nell’anno scolastico in corso, l’alternanza tra didattica a distanza e in presenza sta evidenziando un ampliamento del numero di ragazzi che si ritirano progressivamente dai contatti sociali, sia dentro che fuori il contesto scolastico.

Il programma completo e le informazioni per iscriversi sono disponibili alla pagina dedicata http://www.ausl.mo.it/ritiro-sociale 

 

L’identikit

I ragazzi colpiti dal fenomeno presentano un quadro di progressivo impoverimento dei rapporti sociali, scarso investimento in attività ricreative, spesso assenti dalle lezioni scolastiche. La loro socialità tende a sostanziarsi di contatti on-line, attraverso l’utilizzo di social media o videogiochi, tendono a dormire fino a tardi riducendo, di conseguenza, anche i contatti con la famiglia e assentandosi dalla didattica sia in presenza sia a distanza. Quando queste situazioni arrivano all’osservazione dei servizi sanitari, il sintomo è già conclamato da molto tempo. È necessario, invece, intercettarli precocemente, ai primi segnali, generalmente psicosomatici, che li spingono ad accumulare assenze a scuola.

Fenomeno e numeri

Il fenomeno del ritiro sociale emerse con prepotenza negli anni scorsi, tanto che l’Ufficio Scolastico della Regione Emilia-Romagna avviò nel 2018 una rilevazione degli alunni che non frequentavano regolarmente la scuola in quanto ‘ritirati’ in casa per problemi di tipo psicologico. Il report segnalava 68 casi nella provincia di Modena (43 nella scuola superiore, 15 alle medie, 10 scuola primaria).

Gli incontri online

Il percorso formativo proseguirà fino a giugno 2022 con iniziative rivolte di volta in volta a soggetti specifici. Si comincia dalle 14.30 alle 17.30 di lunedì 19 aprile (relatrice la dottoressa Anna Arcari) e giovedì 22 aprile (relatore il dottore Dario Cuccolo) con i primi appuntamenti, rispettivamente, alle scuole secondarie di primo e di secondo grado: ‘Ragazzi invisibili: il rischio di ritiro scolastico e sociale in adolescenza’. Gli esperti dell’Istituto “Il Minotauro” di Milano, illustreranno i fattori di rischio e di protezione nelle diverse fenomenologie di ritiro scolastico e sociale in adolescenza

Il Webinar del 4 maggio (dalle 18.30 alle 20.30) ‘Adolescenti in rete: ostacoli e risorse per la crescita’ sarà dedicato ai genitori. La dottoressa Laura Turuani dell’Istituto “Il Minotauro’ di Milano spiegherà Come il mondo dei nuovi media partecipa al processo evolutivo di preadolescenti e adolescenti.

Gli operatori sociali, sanitari ed educatori dell’Ausl di Modena incontreranno il dottore Davide Comazzi, esperto di Ritiro Sociale dell’Istituto “Il Minotauro” di Milano l’8 maggio (dalle 9 alle 12.30) per un webinar intitolato ‘Eremiti sociali: l’epidemia silenziosa dei ragazzi che non vanno a scuola’ che fotograferà, dal punto di vista clinico il processo di strutturazione di questo fenomeno psicopatologico.

“Tra i più colpiti dalla pandemia ci sono i giovani, che in questo ultimo anno sono stati costretti a limitare e, spesso, rinunciare alle loro relazioni sociali – dichiara la direttrice Sanitaria dell’Azienda USL, Silvana Borsari -. Questa tendenza ha avuto l’effetto di ampliare, purtroppo in maniera silenziosa, il fenomeno di quei ragazzi che vedono nell’isolamento totale e il ritiro scolastico l’unica risposta alla loro sofferenza. Come Azienda USL di Modena abbiamo il dovere di approfondire il fenomeno, confrontarci con docenti, genitori, psicologi ed educatori, per definire strumenti di presa in carico sempre più precoci, in modo da intercettare in tempo i primi segnali di questo malessere”.

“L’Ufficio Scolastico Provinciale di Modena ha colto con favore la proposta dell’Azienda USL di Modena di promuovere tra le Istituzioni Scolastiche Secondarie di 1° e di 2° grado del territorio il Progetto RISO, un percorso formativo che costituisce una risposta concreta a fenomeni di disagio in crescente aumento tra gli adolescenti, in particolare nel periodo della pandemia – afferma la Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Modena, Silvia Menabue -.  La progressiva diminuzione di interazioni sociali, il pervasivo utilizzo dei social e delle tecnologie digitali incrementano e aggravano situazioni di progressivo ritiro sociale, che richiedono la costruzione di una rete di operatori consapevoli e adeguatamente formati”.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

"E adesso un libro: rubrica di libri". Parla come ami di Maria Giovanna Luini
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Glocal
Ecomondo: a Rimini la fiera sull'economia circolare
Dal 26 al 29 ottobre, dalle 9.00 alle 18.30, il quartiere fieristico di Rimini ospita due importanti manifestazioni sull’economia circolare e le energie rinnovabili: Ecomondo e Key Energy 2021.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Tutto esaurito ai nuovi corsi dedicati alla conoscenza del balsamico tradizionale e alla conduzione di una acetaia
    Il fascino del balsamico seduce anche i più giovani: oltre la metà dei partecipanti ha meno di 30 anni. Il 40% dei partecipanti, in totale 65, è composto da donne.[...]
    Anna Confente racconta le Manigolde di Finale Emilia, la sartoria sociale e solidale
    L'ha intervista l'esperta di risorse umane di Mirandola Francesca Monari.[...]
    Bimbi esclusi dal nido, a Mirandola ora si danno fino a 300 euro di bonus per la babysitter
    E' una soluzione momentanea in attesa che si creino nuovi posti per i lattanti[...]

    Curiosità

    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Canale cattura-sole, in Emilia-Romagna parte lo studio di fattibilità
    Nei mesi scorsi in Regione è stato approvato un ordine del giorno, proposto dal Movimento 5 stelle, che impegna la Giunta Bonaccini sulla solarizzazione del Cer[...]
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Aceto balsamico e parmigiano per l'ultima gara in Italia per Valentino Rossi
    Al campione di Tavullia arrivati in dono prodotti tipici dell'Emilia-Romagna[...]
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    Luca Fornaciari, fotografo di professione, da quasi 10 anni si occupa di fotografia astronomica.[...]
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Grande il consenso tra i mirandolesi. Mentre qualche perplessità ha suscitato il Diavolo dell'Inferno dantesco in piazza[...]