Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
Testata Giornalistica reg Trib. MO aut. 20/2017
22 Ottobre 2021

103 reperti e 43 opere d’arte contraffatte: i risultati del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale

MODENA- Nel 2020, tenendo conto delle negative ripercussioni dovute alla pandemia in atto, anche nel settore del commercio dei beni culturali, i carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale (TPC) di Bologna hanno continuato a impegnarsi nell’attività preventiva che fa registrare, rispetto all’anno precedente, da un lato un decremento delle verifiche di sicurezza a musei, biblioteche e archivi (– 53,3%) e del – 47,8% per quelle a mercati e fiere antiquariali: in considerazione della chiusura per lunghi periodi per i primi e sospensione per i secondi, a causa delle misure restrittive dovute alla situazione di emergenza sanitaria nazionale, dall’altro, per quello che riguarda i  controlli e la vigilanza delle aree tutelate da vincoli paesaggistici e monumentali si è registrato un rilevante incremento (+113,7%), mentre per le aree archeologiche, l’aumento è stato di più lieve entità (+ 2,8%).

Ulteriormente incrementati sono stati i controlli “on-line” dei beni commercializzati nelle piattaforme di “e-commerce” e sui siti internet degli antiquari e case d’aste (+3,2%), verso i quali canali si sono trasferite tali attività di compravendita.

Infatti, i beni controllati nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando TPC di Roma sono stati 1.895 con un incremento del 28,2%.

L’aggressione speculativa alle aree sottoposte a tutela paesaggistica o vincolo archeologico è un fenomeno di crescente attualità che viene contrastato in sinergia con l’Arma territoriale e il supporto del Raggruppamento Aeromobili carabinieri. Anche nel 2020 sono stati eseguiti monitoraggi aerei a bordo di elicottero del 13° Nucleo Elicotteri carabinieri di Forlì nell’intero territorio regionale con l’imbarco a bordo del velivolo anche di funzionari specializzati delle tre Soprintendenze Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Bologna, Parma e Ravenna, per il necessario contributo tecnico.

Sul piano repressivo, i carabinieri del Nucleo TPC di Bologna hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria 37 persone, poiché responsabili di aver violato le norme del Codice Penale e quelle che tutelano il patrimonio culturale nazionale (Codice dei beni culturali e del paesaggio D.Lgs 22 gennaio 2014, n. 42): nella maggior parte dei casi si tratta di reati di furto di beni d’arte, ricettazione di opere d’arte rubate, contraffazione di dipinti, ma anche per reati in danno del paesaggio.

Le attività di polizia giudiziaria hanno consentito di recuperare e sequestrare 7.997 beni, (+874,1%) di tipo antiquariale, archivistico e librario, 28 reperti paleontologici e 103 reperti archeologici, nonché 43 opere d’arte contraffatte, per un valore economico stimato in  1.500.550 euro per i primi e 3.685.700 euro per quelle contraffatte.

Il costante impegno profuso dai militari del Nucleo TPC di Bologna, validamente supportato dall’Arma territoriale e dagli altri reparti speciali dei Carabinieri, ha permesso di esprimere una efficace e coordinata azione preventiva sull’intera regione. Nello scorso anno, il numero di furti di beni culturali ha visto una significativa diminuzione rispetto a quelli dell’anno precedente (da 48 del 2019 si è passati a 36 del 2020 nell’intera regione Emilia-Romagna): in particolare, i luoghi più comuni colpiti risultano essere quelli espositivi pubblici e privati con 13 furti e i luoghi di culto con 11 furti.

Particolarmente significativo è stato l’impegno che il Nucleo TPC di Bologna ha posto in essere nel contrastare il fenomeno dell’illecita commercializzazione di beni archivistici e bibliografici da parte di appassionati e di operatori commerciali dediti in questo particolare settore, permettendo di recuperare e sequestrare 7.939 beni librari-archivistici. Inoltre, importanti risultati si sono conseguiti anche nel recupero di beni archeologici, come di seguito specificato:

  1. recupero di due reperti archeologici, nella provincia di Parma, da una persona che li aveva ereditati e risultati illecitamente posseduti: un “Oinochoe” a bocca trilobata in ceramica a vernice nera a impasto grigio, sovra-dipinta in bianco con tralcio di edera sul collo e uccellature a rilievo sul corpo ovoidale; una “Trozzella” in ceramica comune ad alte anse angolose, con dischetti applicati con tracce di decorazione geometrica di colore bruno sul piede e sulla pancia. I reperti, esaminati dai funzionari archeologi della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza, sono stati ritenuti autentici, il primo di produzione Apula del tipo Gnathia del IV-III secolo a.C. mentre il secondo di produzione Messapica del VI-III secolo a.C. Gli stessi sono stati consegnati alla suddetta Soprintendenza, per la confisca.
  2. recupero di una collezione archeologica di eccezionale interesse storico-archeologico, a Modena, costituita da 57 reperti, la quasi totalità integri e di produzione Apula.

Anche questi beni sono stati recuperati da una persona che li aveva ereditati e sono risultati illecitamente detenuti. I funzionari archeologi della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio della città Metropolitana di Bologna e le province di Reggio Emilia, Modena e Ferrara hanno giudicato tali reperti autentici e di eccezionale interesse storico-archeologico, il cui valore commerciale ammonta ad euro 100 mila circa. Gli stessi sono stati consegnati alla suddetta Soprintendenza, per la confisca.

Seguici su Facebook:
sulPanaro.net - Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Modena aut. 20/2017
SulPanaro Expo

Rubriche

Appunti di gusto, tutto quello che c'è da sapere del cacao
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"E adesso un libro: rubrica di libri". Memorie di un libraio di George Orwell
La rubrica “E adesso un libro” a cura di Francesca Monari.leggi tutto
Consigli di salute
Dentista e bambini: i consigli a prova di sorriso
Come educare i bambini alla figura del dentista e alcune indicazioni dell'ambulatorio dentistico Bolognadent leggi tutto
Glocal
Emiliani: popolo di nuotatori
In Italia oltre 20 milioni di persone praticano uno sport. Un quinto pratica il nuoto. In Emilia-Romagna è presente la più grande concentrazione di piscine pubbliche di tutta Italia.leggi tutto
Appunti di gusto, tutto quello che c’è da sapere del cappuccino
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto
Appunti di gusto: tutto quello che c'è da sapere del gelato
La rubrica "Appunti di gusto" a cura di Francesca Monarileggi tutto
"Il caffè della domenica" di Francesca Monari
Il tempo di un caffè per leggere le notizie del momento, sul mondo del lavoro ma non solo!leggi tutto

Sul Panaro on air

  • An error occurred:

    The request cannot be completed because you have exceeded your quota.

    La buona notizia

    Mirandola, “Tutto Finto Tutto Vero” ecco la nuova stagione dell'Auditorium Montalcini
    Un invito rivolto a tutti gli spettatori per condividere nuovamente un rito collettivo che oggi può ritornare ad essere vissuto dal vivo e in sicurezza.[...]
    Psicologo e psichiatra, martedì un Open Day virtuale e gratuito aperto a tutti nell'ambito di Màt
    Un evento a cura Dipartimento Salute Mentale di Modena con lo scopo di fornire chiarimenti, indicazioni, pareri e consulti relativi alla salute mentale adulti.[...]

    Curiosità

    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    Ingresso "trionfale" all'hub vaccinale: Marisa e Benito arrivano in sidecar
    L'arrivo della coppia ha destato la curiosità dei presenti e del presidente della Regione Stefano Bonaccini che, sulla sua pagina Facebook, ha postato la postato la foto della coppia.[...]
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Abbonamenti pirata a Dazn, Sky, Disney: 1800 persone denunciate
    Denunciato anche l'organizzatore, che ha guadagnato circa mezzo milione di euro dal 2017 al 2020[...]
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    Da Mirandola la Pimpa (e Davide Gaddi) fanno scuola. Alla ricerca del meteorite tra Prato e Pistoia citati anche loro
    E' infatti una storia di successo quella del mirandolese che un paio d'anni fa andando a spasso con la sua cagnolina sull'argine del Secchia trovò i frammenti della meteora che venne poi chiamata, appunto, "Cavezzo".[...]
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    La Nasa sceglie lo scatto del modenese Luca Fornaciari: è la galassia M33
    Luca Fornaciari, fotografo di professione, da quasi 10 anni si occupa di fotografia astronomica.[...]
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Il Duomo di Mirandola mai così bello, con le installazioni del Paradiso di Dante
    Grande il consenso tra i mirandolesi. Mentre qualche perplessità ha suscitato il Diavolo dell'Inferno dantesco in piazza[...]
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Cinema, sport e inclusione: presentato il docufilm "Tanta Strada"
    Il lungometraggio, girato in Emilia-Romagna, lancia un messaggio chiaro: si può essere felici con lo sport, la natura e la compagnia. A prescindere dalle proprie capacità.[...]
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    L'astrofisica sbarca su Youtube con la mirandolese Andrealuna Pizzetti
    "On Planet 9" è il progetto creato dalla Pizzetti e altre quattro dottorande: le cinque giovani studiano astrofisica alla Clemson University, nella Carolina del sud.[...]